CATERINA ODDENINO vive e lavora a Torino.
Scrive da sempre, ma solo da poco si racconta agli altri.
Ama leggere, camminare,dipingere, ma la sua più grande passione è scrivere.
Scrive ogni giorno, di tutto.


Al suo attivo ha molti riconoscimenti; eccone alcuni:

01.04.2001

SEGNALAZIONE AL CONCORSO “L'ALBERO DEL SICOMORO” - ORBASSANO (TO)

8.07.2002

3° PREMIO AL CONCORSO NAZIONALE DI POESIA “ALLADIUM” DI AGLIE'

01.09.2001

MENZIONE D'ONORE E PUBBLICAZIONE SULL'ANTOLOGIA AL CONCORSO DI POESIA DEL CIRCOLO CULTURALE "LE STELLE” DI CENGIO (SV)

22.09.2002

8° PREMIO AL CONCORSO NAZIONALE “POESIA A CHIAROMONTE” CON PUBBLICAZIONE GRATUITA DI N. 50 COPIE DI UN SUO LIBRO SU INIZIATIVA PROMOSSA DAL CLUB DEGLI AUTORI

21.10.2001

2° PREMIO AL CONCORSO NAZIONALE DI POESIA “PABLO NERUDA” DI PINEROLO CON LA SILLOGE “IL CANTO DEL NON RITORNO”

21.10.2001

MENZIONE D'ONORE CON MEDAGLIA D'ARGENTO AL CONCORSO NAZIONALE “CITTA' DI PINEROLO” PER LA SILLOGE "LA PAROLA”

00.12.2001

INSERITA FRA LE VENTI FINALISTE DEL CONCORSO NAZIONALE IBISKOS - ED.AUTUNNO - CON LA SILLOGE "L'ASTRAGALO DELL'ETNA” - POSSIBILITA' DI PARTECIPARE ALLA FIERA DEL LIBRO 2002 -

02.02.2002

“PREMIO DELLA CRITICA” E 4° PREMIO AL CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA PROMOSSO DAL CENTRO CULTURALE STUDI STORICI” DI EBOLI (SA) CON L'ALTO PATROCINIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PUBBLICAZIONE SULLA RIVISTA IL SAGGIO, DEL CENTRO E SULLA RIVISTA LETTERARIA "ROMA" DI ROMA.

23.02.2002

7° PREMIO CON DIPLOMA D'0N0RE AL CONCORSO DI POESIA “ RIVOLI 2002 “ PROMOSSO DALL'A.P.T

17.05.2002

SEGNALAZIONE DI MERITO CONCORSO INTERNAZIONALE “PREMIO PER LA PACE" DEL CENTRO CULTURA E SOCIETA' DI TORINO CON PUBBLICAZIONE SU ANTOLOGIA E MANIFESTAZIONE ALLA FIERA DEL LIBRO DI TORINO

09.06.2002

MEDAGLIA D'ARGENTO AL CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA "IL MAESTRALE" DI SESTRI LEVANTE

16.06.2002

1° premio "LETTERATURA D'AMORE" DEL CONCORSO NAZIONALE DI POESIA DEL CENTRO CULTURA E SOCIETA' DI TORINO CON PUBBLICAZIONE SU ANTOLOGIA.

23.06.2002

DIPLOMA D'ONORE IN TRE SEZIONI AL CONCORSO NAZIONALE "CESARE PAVESE" DI CHIUSA PESIO -CN-

07.07.2002

SEGNALAZIONE DI MERITO E PUBBLICAZIONE SULL'ANTOLOGIA AL CONCORSO LETTERARIO DI POESIA DEL CENTRO CULTURALE "LE STELLE" DI CENGIO (SV)

PUBBLICAZIONI


ANTOLOGIA INTERNAZIONALE “POETI D'OGGI” - COLLANA IL MAESTRALE - DEL CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA “IL MAESTRALE “ DI SESTRI LEVANTE 2001

ANTOLOGIA INTERNAZIONALE DI “ POESIA IN CORNICE “ DEL CLUB DEGLI AUTORI

ANTOLOGIA NAZIONALE “ANTICA BADIA SAN SAVINO” - PISA -

ANTOLOGIA T.SE “ VOCI DI TENEBRA AZZURRA” DEL CENTRO STUDI P.A.N.I.S

ANTOLOGIA DELL'AMORE DEL CENTRO CULTURALE “PENNA D'AUTORE”

RIVISTA “PENNA D'AUTORE”

ANTOLOGIA DEL PREMIO “FONOPOLI - PAROLE IN MOVIMENTO”DEL CLUB DEGLI AUTORI - MI

ANTOLOGIA “UN MESSAGGIO D'AMORE” DEL CONCORSO “PREMIO DI SAN VALENTINO”DI TERNI

ANTOLOGIA INTERNAZIONALE POETI D'OGGI - COLLANA IL MAESTRALE DEL CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA 2002

ANTOLOGIA DEL PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA "CINQUE TERRE - ETTORE COZZANI" 2002



Vieni a scoprire le opere di Caterina presso la ShowRoom di Amoarte In via Pigafetta 11 a Torino... Ti aspettiamo!

L'autrice c'invita a leggere qualche sua poesia:

LA PENNA INVISIBILE

Poesia, flusso vitale,rigenerante,
dell'intrinseco oggettivo,
avito cofanetto secolare,
custode dell'occhio del tempo;

baricentro di emozioni e verità profonde
trascritte nel libro della vita
da una penna invisibile,
recupera la parola
tra le pirghe dell'anima
e si illumina di carta stampata;

e su ali di lino, tra boschi e faggi
inquieti,
restituisce l'uomo alla creazione




OGGI

Oggi so.
È da tempo,ma oggi è chiaro.
Ed è dolenza e solitudine.
Era un punto e non è più.
Senza punto.
Parole e non più comunanza.
Annullarmi nella notte
e sentire il vento sulla pelle
e la voce dell'universo che mi sorride.
Struggimento e inquietudine nel buio.
Nulla c'è e nulla c'era…ma io credevo che c'era.


CONOSCENZA

Le nove porte del regno delle ombre
si aprono al cuore puro
che parla con le foglie
e respira con il vento.




GRAPPOLI DI ALBERI

Cosa giace, celato dentro una poesia,
per levarsi
quando l'iniziato chiama,
nuotando sotto i ramoscelli di nocciolo,
da cui caddero
le nove nocciole della saggezza poetica
dei Bardi,
custodi dei confini e dei sentieri tracciati nei prati,
catalizzatori di intuizione,
tra grappoli di alberi
e il faggio/carta, in simbiosi di conoscenza,
esprime lo ieri e rivela l'oggi
in saggezze perdute tra giorni scuri
e giorni chiari che si aprono
con tre strisce di luce
dove l'ape percorre il sentiero del sole.




MAGNOLIE DI SICILIA

Nella plasticità del colore
l'essenza.
Mi impregno le narici
del profumo del mare
per costruirmi un ricordo,
tra carne in sembianza umana
che sogna l'avverarsi di un sogno,
e nel tempo la memoria
di archetipi ondeggianti
-reale/immaginario-tra magnolie di Sicilia,
e la conoscenza è un cielo di pochi
nel silenzio del mare in un giorno di pioggia,

e le catene invisibili delle gocce d'acqua.

Entrare nel cerchio magico
e mostrare i sogni.

La pace non ha il colore del petrolio:
è l'orologio il testimone del tempo.




IL TEMPO

Ora,appoggia le mani ossute,
ora,si trasforma nel vento
ora,il volto grave di un re
appare nella luce brumosa,
e disegna un corpo sottile sul muro;
un suono onomatopeico ritma la storia,
e la memoria, fuori e dentro di noi,
rimane,
solo effetto dei legami tra le cose,
ed egli scivola come sabbia dalle mani;

Nel gioco della rinascita,
il passaggio da un cerchio all'altro,
nell'eterno ciclo degli opposti,
e le esperienze si ripetono in sottili differenze.

Nello sfumare del tempo antico
l'uomo e la terra speculari al cielo
riflettono le foglie e le acque.




ARBUSTI LATITANTI DI SICILIA

I MIEI PENSIERI
TORNANO
IN SICILIA,
FRA ARBUSTI
PENSIEROSI, LATITANTI,

IN ARIDE COLLINE
E SENTIERI SCOSCESI,

E MULATTIERE
FRA LE ONDE DEL MARE,
OVE CAMMINANO
I PESCI DORATI
DEI MIEI DESIDERI

INCANTATI,
TRA LE FRONDE OMBROSE
DELL'ALCANTARA,

RACCONTANO
POLVERE DI ARGILLA
ROSSA
SCIOLTA NEL VENTO.


LA VITA E' UN GIOCO

Sfumano i monti nella nebbia
e si scelgono i panni da indossare
Domande senza risposta
in un mare baluginoso,
alla ricerca della porta d'entrata,
lo sguardo all'indietro, con ironia.

Voglia di fermare il presente in fuga,
con mani vuote,
girando in tondo
ma solo oltre il minuto resta la memoria
di un mondo che vuole essere ritrovato.

Giocattoli in costruzione,
per inventare il creato
e dare forma nuova;
ma il sapere rielabora il vissuto;

si naviga a vista
alterando la conoscenza
e giocando la parte scelta.

Scrivendo la propria letteratura.


ARCO

Mani si tendono tra due poli,
come un arco fra due estremi,
per scoccare la freccia dell'amore
e colpire il centro della terra
dove si celano le ombre
che cavalcano spendidi destrieri
nella notte stellata e, meschini,
porgiamo il palmo che raccoglie
l'inganno della luna,
l'occhio vigile allo scopo
nella folle corsa quotidiana.

E l'universo non trova spazio.


PERCHE'?

Attraverso un percorso obbligato, di scelte
non scelte,
dove le speranze scemano ogni sera,
e si riaccendono col sole riflesso
nel vetro,
regna signora sofferenza,
i capelli sciolti nel vento e le labbra
meste,
intona il canto degli occhi,
laghi profondi, senza vento e senza confini,
senza lo stormire delle fronde e il battito
delle ali.
Senza risposte.




Per contattare direttamente l'autrice: Caterina Oddenino

Homepage