Giuseppe F. De Luca c'invita a leggere una sua poesia:

Giorni sospesi, lievi
Tra il grillo e il cielo chiaro,
tra i rami dell’ulivo e le colline,
tra l’aria molle ed il vagar d’insetti.

Giorni diletti,
su tramonti lontani, e sole,
su scogli solitari e sabbia fine.

Giorni d’amore,
giorni tinti d’intenso e di sapore,
spesi tra l’ombra netta sopra il muro,
e lei, nel sole.

Giorni confusi, uguali,
giorni lasciati a piene mani,
tra il riso, e il pianto,
trapunti di stelle e desideri.

Giorni sinceri,
su strade di campagna, e sterpi,
e frasi ingenue, e risa con gli amici.

Giorni d’estate, un tempo.
Giorni felici

Per contattare direttamente l'autore: Giuseppe De Luca

Homepage