Libri di narrativa Poesie Saggistica Antologie FilosofiaCura



COLORI DEL NULLA di Pierangelo Scatena
ISBN: 978-88-6932-085-9, Prezzo: 8,00 €.

Pierangelo Scatena è nato a Capannori (Lucca) il 29 giugno del 1944. Laureato in Medicina e specializzato in Psichiatria e in Neuropsichiatria Infantile ha lavorato come psichiatra nel servizio pubblico, impegnandosi nella realizzazione di una psichiatria comunitaria e antiistituzionale e partecipando attivamente al processo di smantellamento manicomiale e alla creazione dei nuovi servizi territoriali. Dopo un periodo di lavoro negli Ospedali Psichiatrici di Lucca e di Vicenza, ha diretto le Unità Operative di Psichiatria e i Dipartimenti di Salute Mentale, prima dell’ASL di Thiene-Schio (VI) fino al 31/8/1987, e poi dell’ASL di Lucca fino al 31/12/2004. Dal 2005 è in pensione. Ha pubblicato oltre 50 lavori psichiatrici su riviste e libri scientifici. Ha collaborato con saggi di letteratura e di antropologia filosofica con alcune riviste letterarie e politico-filosofiche. Come poeta ha ricevuto significativi riconoscimenti e numerosi premi (tra cui 22 primi premi) in concorsi nazionali ed internazionali. Oltre questa ha pubblicato altre nove raccolte poetiche.

DRIO LA MÙSICA DEL VENTO (Guidati dalla musica del vento) di Ines Scarparolo
ISBN: 978-88-6932-092-7, Prezzo: 8,00 €.

Incontrare la poesia di Ines Scarparolo è per me (e da diversi anni ormai) un piacere che si rinnova al pari di un sogno che si avvera. Il motivo è semplice: nei suoi versi c’è una freschezza congenita, una carica emotiva che va oltre la parola, un mosaico di immagini, di suoni, di umori, di armonie... che si presenta con grazia e composta eleganza formale, oltre che dal punto di vista dei contenuti.
Questo vale per le poesie in lingua e, in questo caso specifico, anche per le poesie in vernacolo vicentino, un dialetto quanto mai musicale e “inprofumà” tanto che “xe l’aprodo, la chiete, / xe la luse / dopo ‘l scuro e la paura” che assai spesso ci fanno compagnia in questa epoca di egoismi, di violenze, di sopraffazioni...
I temi che si alternano nello shaker creativo di Ines Scarparolo sono legati ombelicalmente al vivere, al cercare spazi di luce, alle vibrazioni di un cuore quanto mai sensibile, alla natura in ogni sua manifestazione, all’ieri, al tempo che passa e di cui lei si riappropria sorridendo grazie ad una “vosseta” che la “ciama” (“Nona, son qua!”).


Omaggio a Maria Diana Parlagreco di Mauro Montacchiesi

Dedico questo saggio breve all’Insigne Artista Maria Diana Parlagreco, che ho avuto l’onore ed il piacere di conoscere in una manifestazione artistico-culturale. Un modo per esternarLe tutta la mia stima e per ringraziarLa per il Suo apporto al mio arricchimento umano, culturale ed artistico.
Maria Diana Parlagreco è originaria di a Barcellona Pozzo di Gotto (ME). Esercita la sua professione artistica a Capezzano Pianore, in Versilia (Lucca), dove vive. L’Artista (pittrice, poetessa e scrittrice), ha brillantemente conseguito la Laurea in Lettere Antiche presso l’Ateneo di Bologna nel 1968, ha ottenuto una specializzazione di perfezionamento biennale in Archeologia ed ha esercitato il magistero di docente in discipline umanistiche fino al 1984. Instancabile e curiosa globe-trotter, numerosi sono i suoi viaggi nazionali ed internazionali. Le sue attenzioni culturali sono state sovente rivolte alle civiltà precolombiane.

MARIAPI' di Giacomo Giannone

Dalla postfazione dell'autore: Un omaggio a Maria Piras e a Franco Favata vogliono essere questi poveri versi che ho scritto in momenti di estremo malessere.
Io e Franco siamo amici da sempre, siamo nati in due contrade confinanti, Strasatti e Petrosino, dello stesso Comune di Marsala. Franco mi ha aiutato negli studi a preparare l’esame di Filosofia e insieme ad Alda nel comporre la mia tesi di laurea.
Il nostro percorso da docenti è iniziato in Sardegna, lui a Nuoro in istituti superiori, io nelle scuole medie a Fonni. Siamo stati sempre vicini anche se separati da notevole distanza dopo che ci siamo trasferiti da insegnanti di ruolo, io in Sicilia, lui a Cesena.
Al suo matrimonio con Maria sono stato testimone e fra le nostre famiglie si istaurò una profonda fraterna amicizia. Continuammo a frequentarci specie durante le vacanze che trascorrevamo insieme in Sicilia. Maria, dal carattere allegro e dialogante, si rivelò affabile e amica preziosa. I nostri figli che hanno quasi la stessa età, sono rimasti sempre amici e tuttora, quando si incontrano, manifestano grande allegria e simpatia cementata da stima e affetto.


NEL LABIRINTO DEL GIARDINO VERMIGLIO di Leila Gambaruto
ISBN: 978-88-6932-099-6, Prezzo: 8,00 €.

Leila Gambaruto, scrittrice e poetessa, è nata nel 1944 in provincia di Asti e vive a Chieri, tra le dolci colline piemontesi.
Sedotta fin dall’infanzia dal fascino immortale delle parole ed instancabile cacciatrice di sogni ed emozioni da imprigionare sulla carta, ama esprimere con passione la vibrante intensità del suo mondo fantastico.
Nel corso della sua attività artistica, ha riscosso lusinghieri apprezzamenti presso importanti Club Letterari Internazionali, pubblicato su riviste ed antologie e dato alle stampe dei volumi di poesie, tra i quali “Tumulti silenti” edito da Carta e Penna di Torino e “Spine di miele” (Ediz. A.L.I. Penna d’Autore).
La sua ultima creazione letteraria edita nell’anno 2016 è un racconto poliziesco “La morte di Lisandra” inserito nell’antologia GialloScuro a cura di Carta e Penna.

FREGOE DE AMORE (Briciole di amore) di Laura Fasson
Prezzo: 8,00 €.

È la festa dell’amore, questa di Laura Fasson: una festa che nasce dall’ascolto, dal suono dolce e modulato di una campana, dal piluccare dalla soffitta dei suoi tanti ricordi un concerto di parole e di silenzi che il tempo ha racchiuso in lei tra una risata ed una lacrima, tra una cattiveria e un sorriso... E il concerto che ci offre acquista una dimensione decisamente pregnante grazie al dialetto vicentino che è a dir poco musicale, discorsivo, illuminante. “Serco na luse / che me fassa ciaro”, dice a tutto tondo Laura Fasson. E questa luce nasce da lontano ed è accompagnata dal soffio, leggero e forte, di un animo prensile “bagnà da la brósema” e che riesce sempre a far brillare non appena “el caìvo el se sfanta”. Il suo pensiero vola e vola anche nella traduzione in lingua italiana, quasi a confermare la brillantezza delle immagini e le pagine di un diario ricco di annotazioni eleganti, vissute.

UN GIARDINO PERFETTO di Carlo Alberto Calcagno
ISBN: 978-88-6932-093-4, Prezzo: 15,00 €.

Carlo Alberto Calcagno è nato ad Arenzano nel 1963 ed ha iniziato a fare poesia da giovanissimo. Dopo aver praticato l’insegnamento al liceo classico ha intrapreso la via dell’avvocatura e oggi si occupa prevalentemente di mediazione, ma il suo grande amore è da sempre la letteratura.
Autore de Il Salotto degli Autori da molti anni, nel 2005 ha pubblicato con Carta e Penna la sua prima raccolta La mia bottiglia ed oggi ritorna all’origine con questa silloge. Emozioni, immagini recuperate, proiezioni che vanno oltre il recinto di quel giardino meraviglioso che è la vita, sussulti improvvisi, rugiadose attese di scalpitii affettivi e di sogni... concorrono e si rincorrono nello shaker mentale di Carlo Alberto Calcagno, raggiungendo l’acme grazie a una scrittura essenziale, mordace e semplice. In tal modo la poesia supera l’epidermide di un attimo e di un intrecciarsi di voli che si avvicinano alle stelle, all’incandescente concerto di sensazioni d’amore frizzanti che dissetano l’anima aprendosi alla bellezza della vita...

AMOR CH’A NULLO AMATO... di Roberto Bruciapaglia
Prezzo: 12,00 €.

Nuova silloge poetica per Roberto Bruciapaglia che raccoglie in questo volume i suoi versi più recenti; eccone alcuni: Così grande Ho letto la paura / incastonata nelle striature dorate / delle tue iridi sognanti, / travolte dall’uragano / che agita il tuo cuore. / Gelide onde / del mare di lacrime / si potrebbero riversare / sul tuo viso pallido. / Il tuo dolore grida silenzioso, / attanagliato dal pensiero / che questo amore così grande / possa morire prima di noi. Cammino Cammino lento / sul ciglio della strada. / La mia ombra / mi segue, pigra / allungata sulle pareti / che cercano di respingermi. / I miei passi sono pesanti / e anche il vento / sembra rallentare / il mio cammino. / Non riesco quasi più / a muovermi: ho lasciato me stesso. / Sono rimasto con te.

NEL NOME DELLA PAROLA di Annamaria Balossini
ISBN: 978-88-6932-086-6 - Prezzo: 10,00 euro

Se pensare è una forma di sentimento e sentire è una forma di pensiero, come ha rivelato anni or sono l’intellettuale statunitense Susan Sontag, leggere la realtà e interpretarla significa a sua volta prestare massima attenzione ad ogni avvenimento e ad ogni sussulto del cuore. Ed è quanto ha inteso rimarcare Annamaria Balossini in questa silloge poetica suddivisa in tre sezioni dal fuoco costante che le pervade e le anima in forma profonda con uno sfolgorìo di finitezza e di scintille resinose. Troviamo parole di terra, puntuali e pungolanti, canti sommersi che escono dall’ombra, leggerezza di sogni, miti antichi e maestosi, nuvole che germinano un azzurro infinito... Non è una poesia di facile lettura, la sua; costringe immediatamente alla riflessione, ad una rilettura più attenta; è una poesia, come si suol dire, che cattura, che stuzzica l’attenzione, che cavalca il destriero alato di un pensiero dalla struttura assai bene arricchita di paesaggi storici, di rimandi, di proiezioni emotive che vanno ben oltre il circuito emozionale.

L'ECO DEL CUORE di Maria Accorinti
ISBN: 978-88-6932-094-1 - Prezzo: 10,00 €

Sono righe d’amore e di ricordi, di radici calde e di cancelli che spalancano il cuore al profumo intenso di una voce vestita di sole, di fruscii d’erba, di passi che ritornano... Questo ci ha consegnato, con una musicalità affettiva sorprendente e semplice, Maria Accorinti usando versi eleganti e candidi bagliori d’azzurro che si stringono attorno alle mani del padre in cui dimorano ancora “campi di grano”, “la bellezza e la gioia / del vivere”... “La tua fiducia è stata la mia forza”, gli confessa in un continuum di immagini e di accelerazioni emotive Maria Accorinti, e ora “ciò che resta / è il tuo amore / è la tua voce / le tue parole, / i tuoi silenzi alle mie ribellioni (...) / il tuo sguardo fermo nel mio”... Sono versi davvero esemplari, i suoi; un pentagramma dalle tonalità che non evaporano mai e che si alzano in volo con le ali di quel gabbiano che è in lei e che vorrebbe poter usare “per ritrovarmi nel giardino / della nostra casa / per ascoltare la tua voce / dietro un cancello / di rose bianche”.

SABBIA NEGLI OCCHI PETALI SULLE LABBRA di Silvio Caravelli
ISBN: 978-88-6932-076-7 - Prezzo: 14,50 €.

Dalla prefazione di Angela Re De Sanctis: È stato detto che la poesia nasce da un'insopprimibile necessità interiore: interpretare il mondo al di là delle apparenze e cogliere il mistero profondo della vita con il sentimento e la fantasia.
Essa è passione, sogno della ragione. È il genere letterario che, più di ogni altro, consente agli animi più sensibili di dare voce alle proprie segrete aspirazioni e scoprire, così, nuovi, infiniti orizzonti. Ma non basta. Come intuì il giovane Goethe, la poesia è un momento di verità nel dramma della vita, anzi costituisce la soluzione liberatoria dalle vicissitudini quotidiane, dacché consente di affrancarsi dai ceppi e dai fardelli convenzionali che la società duramente impone. Viviamo, purtroppo, in un'epoca caratterizzata da un ritmo frenetico di attività che insegue ricchezze e successi. Un'epoca in cui gli spazi di convivialità e di fantasia individuali si riducono progressivamente per far posto ad un esasperato dinamismo che assegna al profitto il primato su ogni altro aspetto dell'esistenza...
"Il tempo è denaro" si insegna ai giovani sin dalla tenera età e, pertanto, su tale ideologia mercantile, viene impostato ed organizzato il modo di vivere e di pensare.
Fortunatamente non tutte le coscienze soggiacciono all'equazione tempo-denaro. Può accadere che, ogni tanto, qualche anima lirica rifiuti tutto ciò e, viceversa, affermi: si vive e si muore di sogni e mediti sulle luci crepuscolari del vespero e componga madrigali alle stelle. È il caso, appunto, di Silvio Caravelli: un giovane poeta che licenzia questa terza piccola ma significativa raccolta di Poesie d'Amore.
Diciamo subito che il Nostro, disincantato dalle conquiste della modernità, cerca di recuperare, con il soffio lieve dell'esperienza lirica, i perduti valori della vita.
Completano il volume i disegni di Silvia Mignini e Giuseppe Pezzi


QUATTRO POETI DA LEGGERE, quinto volume
Collana poetica curata da Fulvio Castellani
ISBN: 978-88-6932-074-3 - Prezzo di copertina: 12,00 €.

Francesco Cannas è sempre stato attirato dalla poesia, sin dai tempi scolastici. Questa sua predilezione poi trovò sostegno e conforto negli incoraggiamenti ricevuti dalla sua professoressa di lettere. Lasciata la Sardegna nel 1958 si stabilì a Carrara dove ha proseguito negli studi ed ha lavorato, come dirigente, presso il Comune e dove tuttora risiede. Nel 1981 ha pubblicato un libro di poesie Punti fermi e oggi, libero da altri impegni, dedica gran parte del suo tempo a scrivere.

Wanda Lombardi laureata in Pedagogia, ha insegnato materie letterarie in scuole secondarie. Sin dall'adolescenza ha nutrito interesse per la scrittura ma solo in età matura ha affidato alla carta le sue sensazioni, le sue riflessioni sulla realtà in tutti i suoi aspetti. Per la sua attività poetica ha ottenuto oltre cinquanta premi e riconoscimenti in Italia e all'estero e giudizi di consenso da eminenti critici letterari. Fa parte di Accademie e Associazioni Culturali ed è presente in pregevoli riviste letterarie.

Cesare Nisi dal 1971 professore universitario a Urbino, dove insegna per circa trent'anni varie discipline dell'area pedagogica. Autore di articoli, saggi e traduzioni, ha pubblicato molti volumi di argomento socio-educativo e didattico. Alcune sue poesie sono state pubblicate nel volume Riflessi dalla Casa Editrice Pagine – Roma, febbraio 2015.

Davide Schieppati si è laureato in filosofia per seguire una sua passione; ha interrotto gli studi per un lavoro e una maggiore stabilità economica. Alterna momenti di intensa ispirazione poetica a periodi di studi autodidattici; l'ingresso in un ambiente di lavoro stabile l'ha portato a fare un "bagno di umiltà"; l'indipendenza personale, concretizzando il desiderio di riprendere in mano propria vita, lo porta a dedicarsi ancora più seriamente a ciò che ama fare davvero: scrivere.


UN VENTO DI POESIE di Ivan Giuseppe PELUSO
Prezzo di copertina: 10,00 €.

Nuova raccolta poetica di Ivan Giuseppe Peluso, torinese di nascita, da alcuni anni vive a Giaveno, ma ama molto soggiornare in Puglia sul Mar Jonio in provincia di Taranto, dove ama dialogare col mare.
Amante della letteratura e del mondo del modellismo ferroviario, appassionato fin da piccolo e grande divulgatore della materia, è stato sostenitore di mostre in questo campo in Torino e provincia, promotore di iniziative culturali, relatore negli anni 90 nei Caffè Letterari della Città di Moncalieri, ha radunato in questa raccolta di poesie, scritti, riflessioni sulla vita e su tutto ciò che la circonda e ne trafigge l'animo.



Rain - Colecciòn de poemas haiku - di Monica FIORENTINO
ISBN: 978-88-6932-072-9 - Prezzo: 7,00 €. - ISBN: 978-88-6932-073-5 - E-book - 1,99 €.

Traducción Fabio Pierri Garòfalo
Nuova raccolta di poesie haiku in spagnolo edito sia in formato cartaceo, sia in e-book
Monica Fiorentino Nació el 03/10/76 en Sorrento, en provincia de Nápoles.
Sus obras de poesía haiku han sido premiadas en antologías y revistas del sector.
Es posible conectarse al blog “Lettera Ventuno” para leer algunas de sus colecciones en “Haiku Propagados - Versos por la red”.
www.haikusparsi.wordpress.com

Fabio Pierri Correo electrónico : fabiopoeta79@hotmail.com
Escribo relatos desde muy pequeño, aunque he dedicado más atención a la poesía. Escribo poemas (en italiano) desde el año 1996. En español desde el 2004. Desde el 2004 vivo, estudio y trabajo en España (Madrid). Desde el 2007 he alcanzado el nivel bilingüe (reconocido con Diploma DELE de Español, nivel avanzado), casi trilingüe con el inglés. Quiero seguir experimentando siempre nuevos estilos, temas y estructuras, para no repetirme y para lograr nuevos éxitos
www.bubok.es/autores/fabiopoeta
www.amazon.it/Sospiri-di-passione-Antologia-poesie-ebook/


Speranza nel futuro Hope in the future di Calogero Sorce
ISBN: 978-88-6932-066-8 - Prezzo: 12,00 €.
Si ringrazia per la traduzione lo scrittore Fabrizio Leoni

Dalla premessa dell'autore: Anno 2015, è un anno nero! ...la gente soffre, la gente si dispera. Non c’è lavoro e chi lo perde è nero, altro non trova in questo mondo altero. La gente emigra, lo fa per non morire, e per la fame non dover patire. E chi rimane, senza lavoro cresce e, una famiglia non è riesce a farsi. E dalla guerra le persone in bilico, scappano disperate e anch’esse emigrano. Dall’Africa arrivano immigrati nell’Europa, ed Europei vanno in America. È tutta gente stanca e disperata, con il colore della pelle variegata, che guerre o fame spingono a partire ed è disposta pure a morire, per realizzare quel sogno che è di tutti, vivere come vuole ogni diritto. È l’uomo nero che di più si sposta e che con l’uomo bianco si commista. E in questo contesto di disperazione si leva l’inno per la nostra Europa, e si invoca l’onestà e giustizia per fare si che l’umanità esista. E si invoca l’amore universale ed il rispetto fra anime uguali, in modo che si economizzino le risorse affinché questo pianeta non vada a morte. Ed in questo mondo che sempre più arranca si cerca un seme di valida speranza. Una speranza ancora nel futuro per fare si che il seme germogli ancora. Ma tutto questo dipende dal comando e dalla coscienza che questo tiene dentro, sapendo che non si muore mai da soli: ...se muore il popolo anche chi regna muore!



LA BALLATA DEI CAVALIERI E UN FUNERALE di Giacomo Giannone

La parola "ballata" ricorda F. Villon, estroso personaggio del lontano Medioevo, poeta poco conosciuto e poco apprezzato nel corso dei secoli ma sempre presente nelle antologie di ogni epoca, perché sinceri, spontanei, esplosivi sono i suoi versi oltre che felicemente fluidi e armoniosi.
Il termine "funerale" ci porta a immaginare ambienti dell'America Meridionale o del nostro Sud ove una cerimonia funebre, a volte, si trasforma in manifestazione di lusso e sfarzo per la famiglia dimostrare ricchezza, prestigio e autorevolezza..
A parte quanto sopra espresso, pensiamo che il Giannone abbia scritto e pubblicato questa plaquette di poesie per confermare di possedere humor e abilità poetica capace di esporre sentimenti, passioni, emozioni e contemporaneamente raccontare di episodi che provocano sottesa svagata gaiezza.
Allegra e mordace la prima parte della silloge, triste e contrita la seconda scandita in versi morbidi, colorati di pudore. Flusso lento di voce accorata e sommesso silenzio, silenzio profondo che suscita rimpianti e ricordi.
Esposizione di vicende narrate? Non lo sappiamo. Si evidenzia comunque partecipazione e intimo coinvolgimento nelle composizioni oltre che abilità linguistica e capacità espositiva acquisita da tempo, basta vedere le sue numerose raccolte poetiche pubblicate, in vari concorsi letterari premiate o menzionate.
La presente silloge  piaciuta, ripetiamo, per il contenuto allegramente sardonico e beffardo cui fa seguito la malinconia trattenuta e dolorosa delle ultime otto composizioni e, contemporaneamente, per i rimandi alla poetica di F. Villon.
Non si vogliono fare paragoni fra Villon e Giannone, sarebbe assurdo e improprio un simile accostamento, ma desideriamo mettere in evidenza la continuità di un filone poetico che ci auguriamo non si estingua nel tempo, che del sarcasmo e del burlesco si alimenta e possa continuare a mantenersi vivace, fresco e pungente nei poeti e scrittori che amano leggere e scrivere versi.
Con questo piccolo volume, crediamo si possa aggiungere il Giannone nella numerosa lista dei poeti che con le loro composizioni vogliono far sorridere e immalinconire nello stesso tempo, come Villon.
La poesia del Villon fu dominata, infatti, dalla melanconia oltre che dallo scherzo e dallo scherno.

S. de Satti

LE STANZE DEL CUORE di Fulvio CASTELLANI
ISBN 978-88-6932-054-5 - Prezzo: 10,00 €.

Dalla prefazione di Anna Magnavacca: Fare una nota critica a Fulvio Castellani non è una cosa facile perché è uno scrittore talmente eclettico e profondo che possono sfuggire note, dettagli e quant'altro. Devo però sottolineare che è una vera fortuna imbattersi in un personaggio qual è Castellani e cercare di scoprirlo in tutta la sua dimensione di poeta, saggista, giornalista, narratore, autore di interessanti pièces teatrali.
Questo suo libro di poesie Le stanze del cuore è una racconta pregevole e per grande coerenza stilistica e per contenuti altamente significativi. Possiede, inoltre, il pregio, così raro oggi, della semplicità unita a temi profondi quali lo scorrere del tempo-vita, la morte, la forza della natura e l'amore. Sentimenti tanto più forti se vissuti – in prima persona – dal poeta stesso che vuole condurci nelle "stanze" più segrete dei suoi giorni contemplando la natura, la vita in tutte le sue sfaccettature e ricordando trascorse memorie.
Il volume è diviso in due parti. Nella prima, Le stanze del cuore, la nota dominante è l'osservazione assorta della vita nella quale il poeta cerca e trova uno spazio suo di parole, di silenzi e di accadimenti che trasmettono al lettore emozioni felici o tristi. Nella seconda parte Sogni spettinati ricorrono concetti dell'oggi in contrapposizione al tempo passato: "È un concerto di saluti il paese / di pane caldo e di canti. / Sembra dire "ascoltami", ascolta" / Era appena ieri / (da Era appena ieri);
"Non più il rintocco / allegro della campana / a segnare l'ora, il profumo / caldo della polenta a sera." (da Sogni spettinati).
In tutta l'opera di Fulvio Castellani troviamo ricorrenti vocaboli significativi e significanti quali vuoto-sogno-azzurro-amore e tempo.
Sempre presenti sono vita e morte, un connubio che trova motivazione in questa silloge dove la ricerca della "verità” ci invita a riflettere.
La morte è dentro di noi, davanti a noi, ma la morte non ci sarebbe senza la vita: "Odore di funghi e muschio / e in alto il vento a raffiche / … come una voce antica / … che disegna ciuffi / d'infanzia e di storia. (da Angolo nascosto).



Homepage