Libri di narrativa Poesie Saggistica




FILOSOFIA DELL'ESSERE di Antonio GENTILE
ISBN: 978-88-6932-018-7, Prezzo: 8,00 €.

Dal preambolo dell’autore: La mia vita, la tua vita, la nostra vita organizzata e inglobata nello spazio finito di stereotipate strutture si muove frenetica girando in uno spazio infinito.
Spazio, tempo, ordine, caos si alternano dando origine a algoritmici meccanismi cosmici.
È una luce intima e sigillata con ogni essere che riesce a trascendere con il materialismo e la mondana ricercatezza del piacere. Un piacere che allieta l’essere ma non lo spirito, è un piacere che persuade la mente e la cattura in una suadente e sottile ragnatela di concatenati pensieri che muovono l’azione per raggiungere il cibo della carne.
Un cibo effimero che brucia come fuoco e poi si spegne lasciando il vuoto che solo uno spirito pieno può riempire.
Essere o spirito, questo è il problema.
L’essere è visibile al contrario dello spirito ma entrambi sono importanti per organizzare una mente sana, per equilibrare quelle complicate e frastagliate emozioni e sensazioni che accompagnano la vita di ciascun individuo. L’essere non può separarsi dallo spirito e lo spirito ha bisogno dell’essere mentre la mente è un elemento intermedio e si nutre da entrambi.

UNFORGETTABLE di Mauro MONTACCHIESI
Prezzo di copertina. 19,50 €.

“Unforgettable” è un’opera ibrida composta da:
01) Cortese Omaggio Alla Sublime Artista Carmen Benedetti (Saggistica breve)
02) Essere un falco (Silloge poetica)
03) Omaggio al Grande Artista Alfredo Lucifero (Saggistica breve)
04) Aquilegia (Poesia singola)
05) Trilogia (Poesia singola)

Dalla prefazione di Essere un falco, redatta da Fulvio Castellani:
C’è un equilibrio formale ormai consolidato a scandire i versi di Mauro Montacchiesi, un poeta quanto mai prolifico e attento nell’interpretare a fondo il proprio Io, nel leggersi dentro in maniera totalizzante, nel trasmettere emozioni e sentimenti in chiave dialogante…


MUSICA NUDA - Raccolta di poesia haiku di Monica Fiorentino
Prezzo di copertina: 7,00 €

Fronde -
petali di ciliegio
la primavera

Una rondine.
Si elevano dall’asfalto.
Canti di rose.

Lunascarlatta.
La tua bocca indecente.
Magnifica il cielo.

Alba.
Dondola la culla
un angelo


EL CIELO SOBRE LA GUERRA Colecciòn de poemas haiku di Monica FIORENTINO
Traduzione Fabio Pierri Garòfalo
Prezzo di copertina: 7,00 €.

Frondas -
cerezos en flor
la primavera

Una golondrina.
Despegan del asfalto.
Canciones de rosas.

Lunaescarlata.
Tu boca indecente.
Magnifica el cielo.

Alba.
Balancea la cuna
un ángel


ALL'OMBRA DELL'AMORE di Paolo GRECCHI
Prezzo di copertina: 8,00 €.

QUANTI SOGNI...?

Quanti sogni
renderanno ancora intense le mie notti?
Quante nuvole
solcheranno ancora il mio intimo cielo?
Quante onde
si frangeranno ancora sulla riva del mio cuore?
Quanti...?
No! Non è possibile saperlo,
ma nel discreto pudore della quiete
è possibile conoscere quanta gioia
c’è all’ombra dell’amore.


NELLA NOTTE

Nella notte,
quando tutto è avvolto nel buio,
il silenzio opprime, ma...
piano piano,
i pensieri d’amore dilagano,
hanno il sopravvento,
perché l’amore è più forte di ogni ostacolo,
è più bello di ogni apparenza,
è più grande di ogni abbaglio,
perché l’amore è luce
e la luce fa risplendere i colori della speranza.


PAROLE DAL CUORE di Denis RIVIERA
ISBN: 978-88-6932-014-9, Prezzo: 12,00 €.

Gocce d’inchiostro nero rivelano sentimenti e segreti sopiti dal tempo che inesorabile scandisce la vita dell’essere umano che le scrive. Condividere e permettere ad amici ed estranei di assaporarne le proprie idee e paure rende la fantasia e la mente più leggera e dolce al passaggio del tempo. Intingere una piuma in un calamaio è semplice come tenere un bambino per mano ma, saper scrivere e farsi capire è come rispondere alle prime domande di un bimbo che si affaccia alla finestra che ha come panorama il mondo. Perseverare per raggiungere gli obbiettivi è un martello che continuamente batte sul chiodo arrugginito di chi non smette di credere … persevera Denis perché solo con la passione e la fede raccoglierai i frutti del tuo fantastico lavoro. Dario Riviera

IL SILENZIO NELLA POESIA - Antologia poetica -
ISBN: 978-88-6932-015-6 - Prezzo: 10,00 €.

Dalla prefazione: “il silenzio nella poesia ha un ruolo importantissimo e che silenzio e parola poetica hanno stretto, da sempre, un accordo e un legame indissolubili.
Le poesie che in questa antologia vengono presentate ne sono una piacevole, piacevolissima conferma. Così come i temi che marchiano di sé e che finiscono per esaltare l’intima bellezza dei versi dai toni semplici talvolta oppure ricchi di architetture scenografiche, di profondità, di dialoganti espressioni con l’altro (o l’altra), di assonanze e di ossimori, di rime, di calzanti giravolte in direzione dell’Oltre, del poi, del certo e dell’incerto. Fare nomi non ci sembra il caso, ma sottolineare la freschezza espressiva che fuoriesce dalle varie composizioni poetiche è giocoforza. E questo a dimostrazione dell’impegno dimostrato dai singoli poeti e dal loro piacevole incontro-scontro-dialogo col silenzio, con l’invisibile gestualità di un sé che riesce sempre a rievocare l’onda che va e ritorna, il sussurrare modulato delle fronde, l’ombra che si riflette nei giorni bui e nella malinconia per un addio, per un fremito d’ansia che si ostina a rimanere tale...

PENSIERI E SILENZI di Bruno NADALIN
ISBN:978-88-6932-001-9 - Prezzo di copertina: 12,00 €.

Dalla prefazione di Fulvio Castellani:
C'è un continuo proliferare di immagini, calde e suadenti, a marchiare i momenti poetici di Bruno Nadalin. E ciò sta a significare la sua freschezza espressiva, la sua capacità di dialogare prima di tutto col proprio Io rincorrendo ricordi, spazi ampi di luce, realtà dalle tonalità diverse e pregnanti di umanità, di gioia nel dire e nel suggerire, di vivacità e di saggezza... Si tratta di pensieri che vivono e che trovano forza nel silenzio introspettivo, a tu per tu con i riflessi cangianti dell'ambiente in cui si trova, scavando e riscavando, anche con un pizzico di sana ironia, tra gli appunti che tinteggiano l'avanzare degli anni e la ricerca di rigeneranti sonorità esistenziali anche se molte e diverse sono le "note dolenti suonate dal vento / tra rami di platani capitozzati."
Bruno Nadalin non dà tregua al suo variare temi e riflessioni, ma riesce sempre a catapultare nei versi quei tragitti intimi che ne contraddistinguono ormai il suo percorso scritturale che si avvale anche a tratti di reminiscenze popolari, di accenni a differenze di età, alla brevità o alla lunghezza della vita e di un sogno mai archiviato: vivere in armonia con se stesso e con chi gli sta accanto. "Se sai tacere non serve che si pronuncino / altre parole", scrive ad un certo punto. E il perché è fin troppo evidente, in quanto le parole vanno misurate, cercate, curate, abbellite... così come lui va facendo seguendo un itinerario di luce dalle note mai stonate e che si affinano usando la chiave di quel silenzio meditativo in cui incontra piccole-grandi verità non smettendo di amare e di recitare frasi che sanno ascoltare "il sussurro di tutte le cose."
Sono sguardi e immagini sincere, dunque, a rendere piacevoli le poesie di Bruno Nadalin anche se talvolta una vena di malinconia fa capolino e lo fa dire: "Scrivo, sì, ma ci sono sensi nascosti / nel senso delle cose che scrivo?"
Forse sì e forse no; di certo dai suoi "pensieri e silenzi" si ha l'opportunità di scoprire anche in noi quelle lontane carezze della mamma e lo spalancarsi di un sogno che, nonostante tutto, cerchiamo in ogni circostanza di trasformare in realtà e di avere sempre a portata di mano prima di doverci fermare all'ultimo crocevia.


I DOLCI AMARI INGANNI DELLA VITA di Baldassarre TURCO
ISBN:978-88-97902-99-7 - Prezzo di copertina: 12,00 €.

In questo libro sono raggruppate due raccolte poetiche dell'autore:
Le soffici luci dell'ombra
"Tre stazioni di sosta e di incontri compongono questa silloge di Baldassarre Turco, e in ognuna respiriamo una poesia che profuma di bontà, di genuinità, di cieli azzurri e di soffici voli dentro il tempo. Quanta nostalgia fuoriesce dal ricordare la "sua" Sicilia, il suo paese ("Tu non tacevi mai, paese mio:/ cantavi notte e giorno per le strade"), la figura del padre che gli raccontava le favole di re e regine "forse mai vissute"!... Al discorso poetico dello stile consolidato e aereo e legato a "Sogni e realtà”, segue "L'incanto della natura", che viene accarezzata, baciata in un amplesso d'amore saltellante e gioioso; eccoci infine ai passi riguardanti "Passato, presente e futuro" con le tante illusioni, i giochi al nascondino, la sera della vita che "ci verrà addosso piena d'ombre oscure". Ogni tematica esprime una dimensione lirica e una sicura padronanza espressiva, una geografia del paesaggio e l'essenza di un io sensibilissimo".

e

Farfalle variopinte o in bianco e nero
È palpabile il fatto che Baldassarre Turco scava nel proprio diario esistenziale allo scopo di estrapolarne i punti salienti, le fotografie più significative, i momenti non sempre gratificanti... Ecco così che nei suoi versi, elegantemente concepiti e sostanziosi per la presenza costante di immagini e di pensieri alti, troviamo l'illuminante trionfo del sole che gli fa amare la vita, del padre che negli ideali fondanti poneva "tanta fede", della sua Sicilia con "il profumo di zagare dolce e vibrante", dei suoi affetti più cari ("parlo con loro, dico le mie pene"), della primavera vissuta negli occhi di una donna... A ciò accompagna una confessione, ossia che ha fatto tanti errori nella vita ("D'ogni sbaglio mi pento"), e che arrivato al tramonto proverà altre gioie, come il "guardare in alto verso il sole" con gli occhi di chi ora ha l'azzurro di fronte e nel cuore. La silloge è stata suddivisa in tre sezioni che, comunque, tra di loro sono legate da un filo rosso di sincerità e di bontà da cui la poesia trova un orizzonte di luce e di nostalgia dialogante. Come a dire che ogni composizione bussa alla porta con il profumo inconfondibile di una dolcezza senza tempo e che perciò si fa amare e si fa leggere con rinnovato piacere.


SOGNI INTINTI NEL CUORE di Ines SCARPAROLO
ISBN: 978-88-6932-004-0 - Prezzo di coprtina: 8,00 €.

È un'artista, Ines Scarparolo, e lo evidenzia in maniera inequivocabile fin dalla prima composizione di questa singolare e ispirata raccolta di poesie e di racconti. Lo è artista, soprattutto perché sa guardare dentro le cose e navigare usando i remi del cuore, senza mai perdere di vista l'ieri, il suo aver cavalcato realtà diverse e assai spesso dalle tonalità in negativo.
"Per oggi, voglio solo / giocare, ridere, sognare...", scrive in chiusura della poesia iniziale che si presenta, come tante altre, sia in dialetto vicentino che in lingua italiana. Da ciò risulta chiaro il suo intento di volare alto, di armonizzare il suo io sulle note di un lirismo intimo che risveglia figure (splendide le poesie che hanno al centro le immagini del padre e della madre) e paesaggi, momenti di vita e cavalcate all'aria aperta, nel segno di un ricordo e di un presente che si alternano su una tavolozza dai colori cangianti, brillanti...
Ines Scarparolo non usa alchimie stilistiche e soste ermetiche; gioca le sue carte con nitore espressivo; marca di sé ogni accelerazione emotiva, ogni incontro, ogni situazione.
C'è nel cuore del suo dire un compendio di religiosità, di sussulti che si alzano in direzione dell'Oltre e che, nell'ode dedicata al montanaro, racchiude la bellezza dei boschi, della natura, della voce della montagna: "Tu vai, montanaro, e comprendi / che puoi dare del "tu" persino / al Padreterno."
Giova fatica scindere l'eleganza dei versi in vernacolo dalla collaterale traduzione, in quanto nell'un caso e nell'altro Ines Scarparolo si rivela – anzi, si conferma – una grande interprete dei sentimenti e dell'amore che pervadono a trecentosessanta gradi il suo profumato giardino creativo.
Non a caso ha scritto di aver addolcito "ogni istante del giorno / con carezze di sole leggero / con i baci di petali rosa / con parole cantate dal vento" e non a caso, quando suo padre è spirato, "dalle imposte socchiuse / un raggio di luce / è entrato a carezzarti il viso" e lei non ha potuto fare a meno di sussurrargli: "Sì, papà, fuori / c'era ancora il sole!", che in vernacolo suona così: "Sì popà, fora / ghe jera 'ncora el sol!"
Se la poesia fa parte del Dna di Ines Scarparolo, nei racconti (esemplare e toccante, al riguardo, quello dal titolo "Lo stradivari" e il fascino che emana contemporaneamente "L'incontro") l'eleganza del suo dire trova ulteriore spazio espressivo, grazie anche al ricorso a modi di dire dialettali e ad aeree proiezioni affettive.
Un compendio di bellezza interiore, dunque, o, se preferiamo, un ulteriore salto in avanti di una scrittrice genuina e dal cuore sincero che sa riempire con abbondanza i giorni del suo passaggio sulla Terra.


EL PETIRROJO DE LAS ALAS DE NIEVE - Colección de poemas haiku - di Monica FIORENTINO
Traduzione Fabio Pierri Garòfalo
ISBN: 978-88-6932-005-7 - Pubblicato in formato elettronico e in vendita su Bookrepublic a 0,99 €.

Nieve -
cerezos en flor
la primavera

Una golondrina.
Despegan del asfalto.
Canciones de rosas.

Lunaescarlata.
Tu boca indecente.
Magnifica el cielo.

Neve
petali di ciliegio -
la primavera

Una rondine.
Si elevano dall'asfalto.
Canti di rose.

Lunascarlatta.
La tua bocca indecente.
Magnifica il cielo.

PO-LIS di Mario BELLO
ISBN: 978-88-6932-000-2 - Prezzo: 2,99 €. - E-book scaricabile da Bookrepublic.it

Dopo Po-etica e P®o-veritas, la trilogia si conclude con Po-lis, una nuova "collana" di poesie, contraddistinta da tre sillogi: la prima dedicata a "L'io collettivo", mentre le altre due attengono alla sfera personale, con lo sguardo di chi osserva il mondo esterno "Con gli occhi degli anni", ma anche si pone nella prospettiva di discernere "Oltre il buio e il giorno".

CORRI RAGAZZO CORRI di Graziano SIA
ISBN: 978-88-97902-87-4 - Prezzo: 12,00 €.

Dalla prefazione di Fulvio Castellani:
Il riaffiorare dell'infanzia, delle radici, del "largo sassoso letto della fiumare"… muove l'animo di Graziano Sia in direzione di un cerchio magico, o quasi, che incapsula da sempre il suo tragitto di uomo e di poeta dai toni caldi, semplici e meditativi.
È un cerchio, il suo, in cui si trovano in primissimo piano le figure della madre ("Le tue dita tracciano / lettere e parole / d'una preghiera arcana"), del padre ("La grande tavola spoglia / piange la tua assenza…"), del fratello, della casa ("A malincuore ti dissi addio / dolce casetta mia / impregnata di sudore antico / e nuovo avevi sempre / un'aria di festa")… E quest'aria di festa, seppure velata di malinconia, si ritrova in ogni poesia, in ogni sua accelerazione memoriale quasi a sottolineare la pienezza del suo Io anche nei momenti dell'abbandono, delle difficoltà, dei sogni che non riescono a concretizzarsi. Già i titoli delle varie composizioni poetiche racchiudono il segno intimamente caratteriale del suo dire, del suo navigare dentro e attraverso una realtà vissuta, costruita e ricostruita con il marchio indelebile dell'emigrante.
Struggente è il ricordo del treno del Sud: "Viaggiava di notte il vecchio treno del sud, / lo stridere dei freni squarciava il silenzio / delle tenebre; alle stazioni raccoglieva le ombre…"
Altrettanto singolari e armoniose sono le poesie che parlano di profughi, di lacrime asciutte, di cieli diversi, di silenzio, dei paesaggi montani della Svizzera, dove da tempo risiede e dove ha trovato il terreno adatto per vivere con la sua famiglia. Ma c'è in ogni verso il profumo dolce-amaro della sua terra d'origine: la Calabria, il canto sommesso di un paesaggio abbeverante di luce e d'amore, il calore di una felicità che vive e rivive negli affetti più cari seguendo le orme che lo riportano alla storia del padre e della madre, una storia "innocente, dignitosa e pura."
Poesia, pertanto, che ha delle sfumature cromatiche in chiaro-scuro e che nel silenzio costruttivo di un sillabario esistenziale trova una collocazione musicalmente fonda e riflessiva. Come a voler significare che nel tempo ha trovato la giusta strada per unire le parole del cuore alle parole della coscienza in una simbiosi di vibrazioni, di stupori e di rimandi non di poco conto.

RETICOLATI di Laura DE BENI
ISBN: 978-88-97902-85-0 - Prezzo: 7,00 €.

Laura De Beni è nata a Verona, il 14 dicembre 1973. Da alcuni anni vive a Ovaro, in Carnia, area montana del Friuli Venezia Giulia.
Ha frequentato corsi di espressione corporea, teatrale e di lettura espressiva per bambini.
Partecipa al progetto "Nati per Leggere", presso la biblioteca di Tolmezzo.

A tutt'oggi è membro dell'Associazione Culturale "Gruppo di Lettura Il Ponte" di Ovaro.
Con il Gruppo ha preso parte a numerosi spettacoli, promuovendo sul territorio opere di artisti impegnati in diversi generi: scrittori, poeti, musicisti e pittori.
Nel dicembre 2013, la sua poesia "Come l'acqua" è stata inserita nella raccolta "EMOZIONI… la collana del pensiero poetico" Volume 2, pubblicata da Edizioni Si.
Nel marzo 2014 con la silloge "Reticolati" si è aggiudicata il Primo premio alla Selezione Editoriale, sezione poesia, indetto dall'Associazione Culturale Carta e Penna di Torino.
Nell'aprile 2014 riceve la menzione d'onore al Premio internazionale Poesia Edelweiss con la lirica "Cic ciac shhhhhhhhh…" .
Dalla prefazione di Fulvio Castellani: Se il poeta, come ha scritto John Ruskin, "compone una poesia mettendo insieme in bell'ordine pensieri e parole", leggendo la silloge di Laura De Beni si ha netta la sensazione di trovarci a tu per tu con un poeta dalla forte espressività e di una altrettanto felice predisposizione per l'attenta lettura dei propri sentimenti, della realtà che lo circonda, dei sogni che sovente si vestono con gli abiti della delusione.
Ecco così che anche i "reticolati", a volte, riescono a frenare l'entusiasmo derivante da un paesaggio fascinoso, da un incontro che sembrava racchiudere arcobaleni vivaci, da una mano che si allunga per stringere una mano amica...
Laura De Beni si caratterizza per un linguaggio decisamente personalizzato che riesce a movimentare e a sedurre, con parole anche allusive, le vicende intime e la trappola della lusinga. Ha uno spettro decisamente allargato, sia per quanto attiene l'utilizzo azzeccato delle parole poetiche, sia che racchiuda i fardelli che la cenere lascia "quando l'amore / assomiglia solamente / all'ombra piegata di se stesso."
È un gioco, quindi, che si allunga e si accorcia, e che lascia tracce comunque di luce, di canti sommessi, di sospiri che fuoriescono dall'eco dell'attesa; un'attesa che punta a superare ogni ostacolo e ogni reticolato magari dicendo: "Chiedo scusa / ai miei occhi, alla mia bocca / per lacrime e smorfie / che non ho saputo trattenere e bere."
Ci sono scene oniriche di calda incorruttibilità a disegnare quadretti assai simili a faville e a scintille, e in grado di abbracciare il caldo profumo dell'amore, quel "miele d'inchiostro chiuso sotto vuoto" che risveglia verità come allorquando Laura De Beni dice: "Ma i miei giuramenti son verità / cucite a punto croce / sul petto."
Di certo il suo concerto fotografico ha non poche sfumature con il marchio dell'originalità, ovvero il calco di una forte personalità che non si nasconde dietro l'angolo per dire a mezza voce ciò che forse in pochi vorrebbero ascoltare, ma lo dice a voce piena e nel segno di una poesia sincera, di un vento che le parla, di un gioco di mani e di suoni che è un intreccio infinito di luminescenze introspettive, di passaggi che vanno al di là dell'arida e avida quotidianità. Basterebbero questi versi: "Ama chi la voce la trae dal petto, / perché abbraccia il sentimento che gli vibra / nel sottile dentro. / Ama e sentiti libero", per poter affermare che la poesia di Laura De Beni è autentica. Ma ci piace anche aggiungere che, dopo aver gustato la silloge Reticolati, si sente il desiderio di rileggere le varie poesie per cercare ulteriori significati. E non ci sembra cosa di poco conto.


CIRCUITO INTIMO di Fulvio CASTELLANI
ISBN: 978-88-97902-84-3 - Prezzo: 10,00 €.

Dalla prefazione di Silvio Bordoni
Ho letto più volte questa nuova raccolta di poesie dal titolo emblematico "Circuito intimo" di Fulvio Castellani, riscontrando con piacevolezza e senso critico come per lui l'infanzia della memoria - carica e matura di un vissuto - non sia solo una goccia di refrigerio che plachi la sua arsura interiore, ma sia la riscoperta e il rinnovarsi di un "linguaggio". È, la sua, una ricerca che rende legittimità alla poesia, attingendo dall'archivio antropologico e culturale di una storia personale e di quella di una comunità adiacente, assegnando, nel contempo, alla parola poetica il suo alto valore di "continuità” e di modernità.
Quando Leopardi canta la sua "Silvia" non compie solo un salto nel passato ma sancisce un disagio, una frattura nei confronti del suo tempo. C'è quindi in Castellani un bisogno viscerale di rincorrere e reinterpretare la propria esistenza: bisogno che potremmo identificare come il "canto d'emergenza dei pensieri nato da un sentimento" che il grande poeta Paul Celan assegna alla poesia.
Di seguito un esempio significativo: "Non dò tregua al canto / al cauto ascoltare voci assenti / insonni riverberi di luce / ... E mi risveglio nudo / come la prima volta / ... con il furore di chi scopre /nuove speranze".
Sono versi bellissimi, dove certe immagini quasi surreali colgono l'uomo/poeta in un intimo colloquio con se stesso e con il rifarsi della storia. Come non mai, in quest'ultima raccolta di Castellani, la poesia costituisce l'anagrafe di un'esistenza, i cui dati sono rilevabili non solo nella memoria di un luogo e di un tempo ma anche nel concorso costante e suggestivo di temi e di elementi che interferiscono in modo determinante con la centralità del soggetto poetante, in un dialogo lirico a più voci: "Chiederò al vento / la voce antica delle strade / il mormorio silente dell'erba / le parole del paese che non c'è più”.
La natura, per esempio, è per il poeta elemento fondamentale: la natura nel suo rifarsi, nel suo riscrivere di volta in volta la parola dell'uomo - il suo passato, il suo presente - tanto che per Castellani la poesia del vissuto fa da spartiacque fra la meraviglia e il disvelamento della natura e l'inizio di qualcosa che è solo già apparentemente compiuto. Versi come quelli che seguono hanno il sapore e il calore dell'incanto: di una presenza assidua che ha forza e grazia di "inventare" la vita alle cose. Di sancire una comunione tra uomo e creato: "Cantano d'inverno le persiane / le finestre accese dal vento / dallo stupore assordante / del cielo che gode / al bacio improvviso del sole".
Temi come l'amore, l'indifferenza, la solitudine, la morte si alternano e in essi l'attualità non è solo elemento sperimentale, bensì un "circuito intimo" (vedi il titolo della raccolta) dove la realtà, il sogno, la parola nuova, si esplicitano come stato d'animo, atmosfere dell'attesa, premonizione.
C'è uno splendido passaggio sulla "morte", dove il poeta, pur esprimendo un apparente dubbio circa il suo aderirvi, offre un impagabile esempio di lirismo: "Che la morte sia un ritrovarsi / lo sanno i cipressi in fila / che spiano leggeri le croci / arrugginite. / Lo sanno i sassi bianchi / delle tombe amate / allineate in fretta / dall'ansia del domani. / Io no...". Ci sono momenti di solitudine - come è giusto che sia e come il mondo personale e "l'altro esterno" si offrono alla sensibilità del poeta - in cui la poesia pare manifestare il suo "piccolo morire" - quale creatura viva e consapevole - come è in quel "povero fanciullo / drogato e solo...".
Nulla, infatti, meglio della poesia sa correlare l'esperienza della vita, il suo rituale scenico, con la necessità di un sentimento uguale e contrario che muova a un respiro condiviso, a una socialità aperta. Persino la natura (ancora la natura) si offre nel cogliere il grido del "povero fanciullo drogato".
Si offre con la sua immancabile funzione rigeneratrice: "... È per questo che un ciuffo d'erba / si cela quasi al gioco / di radi fiocchi di neve / per guardare oltre il prato / che si rinnova?".
Ma al di là di una solitudine sociale, verso la quale la poesia (soprattutto contemporanea) si sente attratta, fa capolino nei versi di Castellani anche il tempo dell'amore, come lievito festoso della parola in cui a un certo rimpianto ("Non c'è più l'amore, il caldo / abbraccio dell'attesa, l'angolo / azzurro dei primi anni...") si congiunge lo stupore di un destino che non si sottrae al processo emotivo, all'impulso mai sopito del tempo: "Ma se mi tieni per mano / e mi svegli con un sorriso / lo specchio del giorno nuovo / ha bagliori d'amore, ancora / riflette rapite trasparenze / il rosso dei papaveri / nei prati in fiore".
Altro ci sarebbe da dire su questa delicata e penetrante raccolta poetica - a cui auguro la migliore delle diffusioni - ma chiudo le mie osservazioni ponendo l'accento sulla autenticità dell'ispirazione che accompagna per intero la riflessione esistenziale del poeta e il suo dischiudersi nella profondità salvifica della parola.
Si sente insomma – qui – il "dover essere" della poesia (come annota il poeta e critico letterario Alberto Bertoni nel suo saggio "La poesia – come si legge e come si scrive") tutta protesa a "un'intensità” che trascende la referenzialità grigia della parola informatica e distratta del nostro presente.

LA CICOGNA DALLE CALZE ROSSE di Monica FIORENTINO
- Raccolta delle poesie haiku - ISBN: 978-88-97902-91-1 - E-book in PDF, 1,99 €.
Il libro è acquistabile su Bookrepublic.it

Monica Fiorentino è nata il 3 ottobre 1976 a Sorrento in provincia di Napoli.
È possibile collegarsi al suo blog "Il Cantastorie di Terre Lontane" all'indirizzo www.lilithf.wordpress.com per leggere on line i suoi haiku in "Haiku Sparsi - Versi in giro per la rete".
Sue opere di poesia haiku sono state premiate in Concorsi Letterari in Italia e all'Estero.
Una sua Raccolta "Pietra Nuda - Raccolta di poesie haiku" è al sito di poesia www.poesia4ever.wikispaces.com; "Lo specchio di Hermes - Raccolta di poesie haiku", haiku in forma di diario è all'indirizzo www.projectmira.it; "L'usignolo dal cappello blu" haiku a puntate è al sito www.magseriesapuntate.it #lacicognadallecalzerosse haiku in forma di tweet è all'indirizzo Fiaba140 www.tiraccontounafiaba.it "#angelisenzamemoria" è al Gruppo de La Casa di Gould ; "Fiori di bambù” album di poesie haiku illustrate è on line alla Pagina Femminea-mente; "#lacicognadallecalzerosse" è alla Pagina de Lo Psiconauta Lucido.
"L'usignolo dal cappello blu - Raccolta di poesie haiku" è presente al sito dell'Associazione Italiana Haiku (AIH).
Sue pubblicazioni "I diari del principe Desiderio - Raccolta di poesie haiku", "Cenere di rose - Raccolta di poesie haiku", "Luna Stonata - Raccolta di poesie haiku" e "Lunascarlatta - Raccolta di poesie haiku" sono state tradotte in lingua spagnola. "Sua maestà e l'esercito di cavallette - Raccolta di poesie haiku" è stato tradotto in spagnolo ed in lingua francese.
Ha al suo attivo anche la realizzazione di un Audiolibro poesie haiku "Il pozzo degli angeli - Album di poesie haiku".
Sue mostre di liriche haiku dal titolo "Kappa - Mostra di poesie haiku", "Cenerentola Scalza - Mostra di poesie haiku" e "Lunaspina - Mostra di poesie e di haiku" in collaborazione con Luigi Hybrid Pane, sono state ospitate presso la Fumetteria Cartooncult di Castellammare di Stabia (Na).

La via della speranza di Giovanni DIi DONATO
54 pagine, fotografie a colori, prezzo: 18,00 €.

Dalla prefazione di Fulvio Castellani:
Dopo “Le notti d’estate” ecco questa nuova silloge che vuole essere, in un certo qual modo, il prosieguo di un discorso di speranza, ossia il filo rosso che lega ombelicalmente l’uomo a Dio e la propria realtà esistenziale alla parola divina. Giovanni Di Donato segue un tragitto scritturale ad ampio raggio, in quanto il suo dire si impreziosisce di elementi insostituibili per guardare lontano, per curare il proprio io e avvicinarsi al vero significato della Croce. Ogni composizione poetica è un grido di fede, quasi una preghiera, una invocazione, un passeggiare con convinzione al di sopra della quotidianità proprio per superare, se possibile, eventuali dubbi, incertezze, egoismi, momenti di scoramento e di buio.
Si rivolge a Gesù con parole di gioia: e lo stesso fa rivolgendosi alla “Regina della volta celeste”, alla sua “infinita ed eterna luce”, a Dio che “nulla vendica e tutto perdona”, a Madre Teresa di Calcutta “mendicante dell’amore di Cristo”, agli angeli “che hanno la possibilità di contemplare / il volto del Mistero”…
Ogni pagina respira amore, ogni accelerazione finisce per inginocchiarsi davanti alla Luce che non ha eguali, ogni immagine vive nel desiderio di essere, almeno in parte, “come l’acqua trasparente e semplice”… La cifra poetica è senz’altro discorsiva e si avvale di un lessico raccolto, puntuale. Non ci sono momentanei rallentamenti di espressività, cosicché le poesie navigano su una tavolozza dai colori intersecanti, mai fini a se stessi, mai artefatti. C’è da dire, poi, che Giovanni Di Donato usa versi decisamente lunghi e sciolti; una scelta, questa, che nel caso specifico si rivela indovinata proprio perché il contenuto delle singole poesie è una sintesi allargata di quell’amore per l’Amore Divino che urla a voce piena parole come “vorrei essere una farfalla per volare lontano dall’odio” e “ vorrei essere povero per apprezzare tutto ciò che mi circonda.” Ed è proprio questa mancanza di saper apprezzare, sempre e comunque, quanto ci circonda che rende insoddisfatti gli esseri umani anche perché si sono tuffati in un egoismo sfrenato, in un apparire senza confini, in una ricerca incontrollata del potere e del successo a ogni costo.
La silloge si conclude con un capitolo in prosa incentrato su “La Chiesa e i giovani” che dà un ulteriore tocco alla capacità di Giovanni Di Donato di dialogare a viso aperto con quanti cercano una via diversa, una via che conduca alla speranza, a Dio.

LACRIME DI CIELO di Antonella CALVANI
ISBN: 978-88-97902-86-7 Prezzo: 12,00 €.

Dalla presentazione di Nunzia Gionfriddo : Leggere le poesie di Antonella Calvani è una gioia per la mente e per il cuore. L'eleganza del verso, la scelta delle parole e il loro suono e colore schiudono l'anima verso la solarità di immagini di piacere, ma anche verso la desolante profondità del dolore. Il vaso dal quale la poetessa attinge è quello, infinitamente ricco, della natura, dove ogni termine assume la forma dei suoi pensieri. Il tema, o lo sfondo se vogliamo, del suo mondo è proprio la natura e lo svolgersi delle stagioni, che crea il tempo della poesia, che non è lineare, ma ciclico e ripete le fasi del "cronos" del mondo greco: il cerchio gira, guidato dalle abili mani delle Parche, laddove Atropos tesse una tela ordita di fili che escono dal fuso di Ananche. Allo stesso modo il filo della vita si avvolge intorno ad Antonella, che come le dee, ordisce la trama del fluire delle stagioni, al suono del canto delle Sirene.
Così si compie il mito platonico.
Così tra le strofe di Antonella si intrecciano la primavera, che si esalta dei profumi della rinascita, l'estate, che gode delle sfumature del mare, l'autunno, che esplode con i suoi grigi luminosi e i rossi che si trasformano in giallo… fino al crudele inverno, che è freddo, porta la morte, ma è necessario per la trasformazione della vita in morte e, quindi, di questa in vita.
Il verso non è mai statico, ma muta in continuazione, come un fiume che scorre, andando a gettarsi nel mare della memoria, del dolore, della melanconia e della risata schietta e genuina, caratteristiche che Antonella raccoglie a piene mani dalla spontaneità della vera romanità e dal non prendersi troppo sul serio della tradizione toscana. La rima, tecnica adottata spesso, quasi sempre produce il ritmo di una cantilena, che sottolinea i sentimenti dell'autrice, a volte burleschi, a volte ironici, ma anche drammatici e riflessivi.
Musica, quadretti quotidiani, odori inebrianti ci circondano entrando in noi, grazie alla sapiente tecnica poetica di Antonella e lasciano alle nostre papille il dolce del miele di castagno e la gioia di vivere fino in fondo, anche quando la nostra esistenza è martoriata.
Dal ciclo greco derivano anche i pensieri sui quattro elementi, acqua, aria, terra e fuoco. Proprio quest'ultimo è la metafora della memoria antica, quando i vecchi si raccoglievano, e si raccolgono tuttora, intorno al camino per scaldarsi e parlare del passato e dei raccolti, nella beatitudine semplice di accontentarsi del poco, perché quel poco è tutto ciò che serve loro.
Natura, nido, pensieri fanciulleschi ci riportano al mito della famiglia, di pascoliana memoria, al mondo fatto di piccole e semplici cose, alle "buone cose" del tempo che fu, presenti nei versi di Gozzano. Questo ci regala la poesia di Antonella.


Schegge di pensieri di Adele Pésola
ISBN: 978-88-97902-79-9 - Prezzo: 10,00 €.

Dalla prefazione della prof. Mario Zicolella:
Un’altra raccolta di liriche? Sì, perché la voce della poesia non muore mai, perché l’anima dell’uomo non muore mai. A questa convinzione dell’eternità della poesia contribuisce certamente la presente silloge, per la ricchezza della tematica, per la forza della riflessione, per le emozioni della memoria che recupera il passato e lo rende capace di giustificare il presente. Anche quando esso sembra inaccettabile ed è, invece, ancora una volta, momento amaro, lieto o doloroso della storia dell’uomo.
Ed è questo, altresì, il motivo conduttore della lirica di Adele Pesola: la gioia di vivere secondo i più autentici valori del mondo in cui viviamo.

Nata a Trieste da genitori pugliesi, Adele Pésola Petruzzelli è vissuta per alcuni anni della suainfanzia in Libia, per poi stabilirsi in Puglia, doveha conseguito la laurea in lingue e letteraturestraniere, accostandosi così alla poesia, siaeuropea che d’oltre oceano.Cosa che, unitamente ad una sua innata vispoetica e letteraria, le ha consentito di produrrenumerose composizioni liriche con le quali, nellamaturità, ha partecipato a vari concorsi letterari.È stata premiata infatti a Napoli (Premio Città diNapoli), a Udine (Premio Santa Chiara), e a Roma(Premio Costa Viola), riportando lusinghieriapprezzamenti.

In copertina: olio su tela della stessa autrice


DISTICI SAPIENZALI di Baldassarre TURCO
Prezzo: 8,00 €.

A quanti amano la sapienza
o almeno non disdegnano
la ricerca letteraria sapienziale,
dedico questa mia raccolta
di componimenti poetici,
che si susseguono in ordine alfabetico
e sono frutto di elaborazioni personali
o di libere traduzioni se non addirittura
di citazioni ad litteram
di pensieri ed espressioni
di letterati, filosofi e teologi
di tutti i tempi e di tutti i luoghi.

L'ALLEGRIA
Senza allegria la vita è un funerale,
è stare in un pianeta senza sole.

Un'allegria senza eccessi e serena,
nobilita l'intelligenza umana.

L'ALTRUISTA
Stare con l'altruista vuole dire
poter guardarsi attorno più sicuri.

GLI AMICI
Gli amici sono il sale della vita,
aiutano a condirla se è scipita.

Ci sono amici e amici, se li pesi
è meglio non fidarsi ad occhi chiusi.

Gli amici dell'infanzia: alcuni sono
gradita nostalgia d'un mondo sano.

Gli amici del presente: dicon chiaro
ciò che noi siamo, ciò che noi vogliamo.

ATTIMO: EMOZIONI E SENTIMENTI
Alunni della calsse quinta di Porporano
ISBN: 978-88-97902-80-5 - Prezzo: 8,00 €.

Il maestro possiede, del mistero nascosto nella disciplina che insegna, una scintilla. Tenendola gelosamente custodita e viva, può talvolta riuscire a trasmetterla ai propri alunni, accendendo in essi una piccola fiamma che nell'oscurità dell'esistenza umana, lascia percepire uno sprazzo della luce di Verità che dimora in tutte le creature.

Maria Adelaide Petrillo

 

 

 

 

 

 

FOTOSINTESI POETICA
Percorso inverso: dalle radici alle foglie di Sabrina GIRGENTI
ISBN 978-88-97902-81-2 - Prezzo: 8,00 euro

Sabrina Girgenti è nata il 1° giugno 1980.
Attratta dal verso e dalla rima sin dalla fanciullezza, il suo percorso di studi umanistici è sfociato con la laurea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Torino.
Alcuni suoi componimenti sono pubblicati in antologie collettive.
"Fotosintesi poetica" è la sua opera prima: la pubblicazione di questa silloge è il premio ottenuto al Concorso Letterario "San Gillio" dove, con la poesia Perla perduta, si è classificata vincitrice. 

PS. TI AMO - Raccolta di poesie haiku di Monica FIORENTINO
ISBN:978-88-97902-83-6 - Prezzo: 7,00 euro

Monica Fiorentino è nata il 03/10/76 a Sorrento in provincia di Napoli.
È possibile collegarsi al suo blog "Il Cantastorie di Terre Lontane" all'indirizzo www.lilithf.wordpress.com per leggere on line i suoi haiku in "Haiku Sparsi - Versi in giro per la rete".
Sue opere di poesia haiku sono state premiate in Concorsi Letterari in Italia e all'Estero.
Una sua Raccolta "Pietra Nuda - Raccolta di poesie haiku" è on line al sito di poesia www.poesia4ever.wikispaces.com; "Lo specchio di Hermes - Raccolta di poesie haiku", haiku in forma di diario è all'indirizzo www.projectmira.it; "Il pettirosso dalle ali di neve - Raccolta di poesie haiku" haiku a puntate è al sito www.magseriesapuntate.it
Una Raccolta di suoi haiku "Ps. Aspettami - Raccolta di poesie haiku" è on line all'indirizzo www.lacasadigould.it
#lacicognadallecalzerosse haiku in forma di tweet è all'indirizzo Fiaba140 www.tiraccontounafiaba.it
"Lunadescalza - Colección de poemas haiku" è in formato ebook al sito wwww.cartaepenna.it
"#angelisenzamemoria" è al Gruppo de La Casa di Gould ; "Fiori di bambù" album di poesie haiku illustrate è on line alla Pagina Femminea-mente; "#lacicognadallecalzerosse" è alla Pagina de Lo Psiconauta Lucido.
"L'usignolo dal cappello blu - Raccolta di poesie haiku" è presente al sito dell'Associazione Italiana Haiku (AIH).
Sue pubblicazioni "I diari del principe Desiderio - Raccolta di poesie haiku", "Cenere di rose - Raccolta di poesie haiku", "Luna Stonata - Raccolta di poesie haiku" e "Lunascarlatta - Raccolta di poesie haiku" sono state tradotte in lingua spagnola. "Sua maestà e l'esercito di cavallette - Raccolta di poesie haiku" è stato tradotto in spagnolo ed in lingua francese.
"La cigüeña de medias rojas - Colección de poemas haiku" è stata pubblicata in sola lingua spagnola.
Ha al suo attivo anche la realizzazione di un Cd di poesie haiku "Caro R., - Album di poesie haiku".
Sue mostre di liriche haiku "Kappa - Mostra di poesie haiku" e "Lunaspina - Mostra di poesie e di haiku" in collaborazione con Luigi Hybrid Pane, sono state ospitate presso la Fumetteria Cartooncult di Castellammare di Stabia (Na).

PETALI DI POESIA di Daniela LAZZERI

"Una vecchia leggenda dice che... nelle giornate di vento le foglie che si staccano dal gelso vadano a consolare le persone sole..."

Mi chiamo Daniela Lazzeri, sono nata a Susa (To) il 14/10/64, e sono residente a Torino.
Nella mia esistenza ci sono stati giorni di dolore e di lacrime ma anche giorni di gioia, di sorrisi e d'amore.
La scrittura, mia compagna e amica sin dalla tenera età, mi ha aiutato a non trattenere nel cuore le mie emozioni, ma di imprimerle in fogli bianchi e far sì che prendessero Vita, senza smettere così di sognare, perché il sogno è la ricchezza di noi persone, anche di coloro che la Vita ha essiccato la fonte delle lacrime, perché anche se non sappiamo più piangere, possiamo ancora sognare, e alzarci in volo quel tanto che basta per sentirci libere.

PIOVE SULLA CENERE di Laura SARTORE

Dalla prefazione di Fulvio Castellani: Se "le colombe si addormentano tubando" e " il sole / cosparge di giallo / i girasoli", come ha scritto in alcune poesie il cinese Huang Xiang, è evidente che anche una giovane poetessa come Laura Sartore possa sorridere alle rondini, vivere "la curiosità della scoperta" e affermare, senza troppi giri di parole, di essere "un cuore che batte, uno spirito animoso."
Tutto questo lo si intuisce immediatamente nell'inoltrarsi nel corpus della sua prima silloge in cui è la voce del cuore e il suo desiderio di luce a giocare un ruolo di primo piano nel contesto del suo cercare, del suo cercarsi, del suo navigare nella non facile realtà del vivere e di confrontarsi con gli altri. L'amore, ovviamente, per quel "tu" non sfugge di mano a Laura Sartore, anzi è una presenza costante: a volte singolarmente gioioso e tal altre spolverato di negazioni, di ombre e penombre come sempre accade del resto.
"Non mi chiedete di non scrivere" scrive ad un certo punto, perché "se mi fosse negata la cara penna e il limpido foglio, ne morirei."
È un grido, questo, un urlo quasi in direzione del dopo, di un tragitto scritturale che la coinvolge in maniera totalizzante e che indica in modo chiaro la sua intima volontà di conoscere, di approfondire, di guardare al di là del giardino della sua giovinezza.
È altrettanto chiaro che nelle poesie attuali c'è il riflesso di se stessa, il suo sognare e il suo entrare e confrontarsi con la realtà di ogni giorno...
Gli esiti sono, a nostro avviso, senz'altro positivi anche se il velo di un pessimismo di fondo (presente in ogni giovane che sta correndo per le strade di una scoperta dalle molte facce e dagli ostacoli improvvisi, purtroppo non immediatamente visibili) accompagna spesso il suo dire, il suo dialogo con il "tu" e la presenza di maschere scomode che ritmano l'avventura stessa del crescere.
Laura Sartore predilige una versificazione ampia, una cifra lessicale fatta di immediatezza che privilegia una discorsività colloquiale, priva di artifici astrusi e di alchimie. Contemporaneamente troviamo delle composizioni di più breve respiro, dei versi dal profumo caldo, dolce e dal passeggiare leggero in equilibrio virtuoso tra l'essere e il volare ubriaca d'amore.
Un buon esordio, non c'è che dire. Un incontro con la poesia che luccica di bellezza intima e che ha il coraggio di non rimanere in disparte.

Carla Vercelli
COGLIMI D'NEFFABILE - Poesie d'Eros di Carla VERCELLI
Prezzo: 12,00 €

Carla Vercelli nasce nel 1961 in provincia di Novara, dove vive e lavora.
Si laurea in filosofia con indirizzo psicologico nel 1989, a Pavia, dopo aver frequentato il liceo scientifico del suo luogo natale.
Arriva alla scrittura e alla poesia dopo varie esperienze figurative che la coinvolgono per anni, affinando la sua sensibilità e la sua capacità riflessiva.
Ottiene successi pittorici e letterari che la spronano e le fanno vincere la sua naturale riservatezza ad esporsi e lasciarsi coinvolgere in progetti in cui il suo pacato lirismo ed ermetismo vengono apprezzati.
La sua è essenzialmente una poesia descrittiva, di viaggi, impressioni sulla natura, riferimenti a quadri e artisti ammirati e studiati, riflessioni, semplici, ma mai banali, comunque sempre mediate da un'interiorità e da una emozionalità intense, frutto soprattutto della sua predisposizione all'osservazione e alla lunga esperienza artistica.
Coglimi d'ineffabile è un libro di poesie d'Eros, come sottolinea la stessa autrice, inteso nel senso più ampio e più alto dell'amore delicato, struggente, passionale tra una donna e un uomo.

GOCCE DI LUCE di Paolo GRECCHI

LA PREGHIERA È LA BREZZA CHE TOGLIE LA POLVERE DALL’ANIMA

LA VITA
La luce di un giorno,
il buio di una notte
e poi …
l’alba infinita.


... E PIOVE
Se il tormento è un temporale dell’anima,
la pioggia è il pianto del cielo e …
piove tristezza
nel giardino del tempo
se il vento
strappa i germogli della speranza.


Signore aiutaci
Signore aiutaci!
Abbiamo costruito tanti ospedali,
ma facciamo ancora fatica a curare chi soffre;
abbiamo costruito tanti aeroplani,
ma non sappiamo più guardare in alto;
abbiamo costruito tante centrali elettriche,
ma viviamo sempre più nel buio;
abbiamo costruito tante chiese,
ma non sappiamo più pregare veramente;
abbiamo costruito tante strade,
ma non percorriamo più la retta via;
abbiamo costruito tanto,
eppure camminiamo nel deserto:
Signore aiutaci!
Fa che il vento della croce spazzi via l’egoismo,
fa che in un mondo rinnovato
ci sia ancora più forte la speranza.
Signore aiutaci!
Fa che costruiamo amore.


E IL CIELO di Francesco BARTOLI
ISBN: 978-88-97902-74-4 Prezzo: 12,00 €.

Al cortese lettore che vorrà accostarsi alla lettura di questa mia nuova opera poetica, desidero rivolgere alcune parole.
La presente silloge è strutturata in tre distinte sezioni: la prima, di cui fanno parte liriche inerenti a pensieri sull’esistenza e i sentimenti, la seconda, riguardante la tematica religioso-cristiana, e la terza, in cui ho provato me stesso nel porre in versi avvenimenti riguardanti la mitologia classica greca e latina.
Le liriche qui presenti sono state composte fra il 2010 e la fine del 2013.
Auguro una buona lettura.

Francesco Bartoli

Francesco Bartoli risiede nella città di Reggio Emilia, e frequenta attualmente la facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.Ha pubblicato le raccolte poetiche: “Inizia il sogno”(2006), “Lo scorrere di un’anima”(2008), “Alba di vita”(2010), “La foce dell’anima”(2011) e “Idioma incompiuto”(2012).Ha scritto inoltre due romanzi: “L’anima oscura del tempo”(2009) e “Cronistorie del sole di tenebra”(2011).Ha conseguito vari premi in concorsi letterari nazionali ed internazionali, ed è iscritto negli Albi d’Oro della prestigiosa Rassegna letteraria “Padus d’Oro” e dell’Accademia Gentilizia “Il Marzocco”.Sue liriche, tradotte in varie lingue, sono state pubblicate in antologie letterarie internazionali.

NEL SILENZIO DELLA SERA di Massimo SPELTA
ISBN: 978-88-97902-72-0 - Prezzo: 11,00 €.

Dalla prefazione di Fulvio Castellani: Se “non servono parole/nei viaggi della memoria” e se “vivere di sogni/significa arrivare/al traguardo della vita/con un sorriso”, è chiaro che l’io di ognuno di noi, e l’io di Massimo Spelta in questo caso, riesce sempre a fotografare se stesso e a dare consistenza non superficiale ai pensieri, alle emozioni, alle giornate che si susseguono fino al crepuscolo della nostra presenza sulla terra.
È quanto mai efficace il discorso poetico che fuoriesce da questa silloge, ben orchestrata e dal linguaggio modulato, interiorizzato al punto giusto e proteso a catturare sfumature psicologiche, transiti flautati, certezze confortevoli grazie anche alla fede, soprattutto alla fede nel Signore.
Emozionarsi leggendo le varie composizioni è giocoforza, dunque, sì, perché Massimo Spelta ha il dono innato della leggibilità e della profondità, del nutrirci di messaggi esemplari e di catturare a sé i valori fondanti del vivere umano.

Fulvio Castellani è scrittore, giornalista, critico letterario. Di cultura umanistica è stato iscritto per 35 anni all’Albo dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia. Si è specializzato in prefazioni, recensioni ed interviste, privilegiando gli incontri con autori emergenti e dando spazio alle voci nuove.

NON RIDETE DEI POETI di Igino MAZZIERI
ISBN: 978-88-97902-75-1 Prezzo di copertina: 9,00 €.

Dalla presentazione dell'autore: Sono un artigiano, un piccolo imprenditore che produce e vende prodotti alimentari, trasformando materie prime.
Molto spesso l’artigiano ha successo con i suoi prodotti, reinveste nella sua piccola impresa gran parte di ciò che guadagna, diventa piccolo imprenditore e, se gli affari crescono e se gli basta il tempo, anche “industriale”.
Qualche volta l’artigiano, anche se ha successo con i suoi prodotti, non sa, o non vuole, crescere.
Questo non significa che diventerà più ricco perché mette in banca quello che invece avrebbe potuto reinvestire nell’impresa, anzi, spesso sbaglia pure investimenti, inseguendo sogni dai quali, non bastandogli il tempo, non riesce più a tornare indietro.
E diventa vecchio, restando un artigiano.
Mi piace definirmi un artigiano della parola, o della poesia: non sono quindi, né un inventore di nuove forme poetiche o nuove sintassi , né un maestro; sono, questo sì, un grandissimo lettore, voracissimo, fin da piccolo.
Mio padre che fra i tanti mestieri ha fatto anche il camionista, raccontava ridendo di quando iniziò a portarmi con sé nel camion, avevo sei anni: stavo sempre con lo sguardo fuori a cercare segnali e insegne da leggere.
Eccole le materie prime a cui attingo per comporre i miei versi: da una parte il vastissimo mondo della letteratura e dall’altra l’amore per la mia terra e per la mia famiglia.
Questa mia prima raccolta non è altro che una breve ed incompleta biografia, un raccontare un poco di me, in versi.
Anche se inizia, idealmente, con un “Atto di nascita” e si chiude con un “Atto di morte” il quale atto, si spera, verrà definitivamente stilato più in là possibile , non significa che ci sia, in mezzo, la vita intera.
Ce n’è solo una piccola parte: un po’ di amore, qualcosa del tanto dolore che tocca ad ognuno di noi, un po’ di illusioni, qualche riflessione sul mondo che non ci piace e su quello che vorremmo, un po’ di divertimento.

GUIZZI DI LUCE di Antonella CALVANI

Cara Antonella, leggo con piacere sempre le tue poesie e ne ricavo la stessa sensazione di serenità, anche se tra lazzi, battutine, sarcasmi e dolorose riflessioni. Dietro una apparente semplicità, sento un cuore che palpita, una ferita che sanguina, una donna intelligente che sa, o ha imparato a sorridere anche delle tragedie più devastanti, consapevole che è un sorriso, e solo quello, che ci aiuta a sopravvivere in questo nostro povero mondo. E così diventi sole, tempesta, autunno, primavera, notte profonda, giorno luminoso, per apparire agli altri quella che sei: una bambina che si nasconde in te e che emerge a tratti, quando la tua penna si concede serenità e gioia. Quando ciò non accade, o non può accadere, le lettere del tuo scritto si trasformano nei tuoi magnifici occhi che guardano dentro e fuori di te, dimenticando la tua voglia di ridere.

Nunzia Gionfriddo

SOLO CARTA E PENNA

  Datemi carta e penna,
sol carta e penna ed io
in alto volerò con i pensieri
librandomi nell’aria, voluttuosa.
Sol una penna e un foglio
saranno mani e mente,
le chiavi per aprire
lo scrigno del mio cuore.
I cieli di altri mondi
mi si spalancheranno,
saranno lì ad attendermi
per far vibrar gioiose
dell’animo le corde.
Si espanderà la musica,
che sola sentirò,
come su un pentagramma
la imprimerò su carta.
Nel bianco il rigo nero
in dolce melodia
dipanerà parole,
racconterà emozioni
e parlerà di me
a chi mi arride in cuore.

LUNASCALZA
- Raccolta di poesie haiku di Monica FIORENTINO
ISBN: 978-88-97902-73-7
Prezzo:7,00 euro

Monica Fiorentino è nata il 03/10/76 a Sorrento in provincia di Napoli.
È possibile collegarsi al suo blog "Il Cantastorie di Terre Lontane" all'indirizzo www.lilithf.wordpress.com; oppure all'indirizzo www.haikusparsi.wordpress.com al suo blog "La cicogna dalle calze rosse" per leggere on line i suoi haiku in "Haiku Sparsi - Versi in giro per la rete". Sue opere di poesia haiku sono state premiate in Concorsi Letterari in Italia e all'Estero.
Una sua Raccolta "Pietra Nuda - Raccolta di poesie haiku" è on line al sito di poesia www.poesia4ever.wikispaces.com ; "Lo specchio di Hermes - Raccolta di poesie haiku", haiku in forma di diario è all'indirizzowww.projectmira.it; "L'usignolo dal cappello blu" haiku a puntate è al sito www.magseriesapuntate.it.
Una Raccolta di suoi haiku "Ps. Aspettami - Raccolta di poesie haiku" è on line all'indirizzo www.lacasadigould.it;
"#lacicognadallecalzerosse haiku in forma di tweet è all'indirizzo Fiaba140 www.tiraccontounafiaba.it
"Lunadescalza - Colección de poemas haiku" è in formato ebook
"#angelisenzamemoria" è al Gruppo de La Casa di Gould ; "Fiori di bambù” album di poesie haiku illustrate è on line alla Pagina Femminea-mente; "#lacicognadallecalzerosse" è alla Pagina de Lo Psiconauta Lucido.
"L'usignolo dal cappello blu - Raccolta di poesie haiku" è presente al sito dell'Associazione Italiana Haiku (AIH).
Sue pubblicazioni "I diari del principe Desiderio - Raccolta di poesie haiku", "Cenere di rose - Raccolta di poesie haiku", "Luna Stonata - Raccolta di poesie haiku" e "Lunascarlatta - Raccolta di poesie haiku" sono state tradotte in lingua spagnola. "Sua maestà e l'esercito di cavallette - Raccolta di poesie haiku" Ha al suo attivo anche la realizzazione di un Cd di poesie haiku "Caro R., - Album di poesie haiku".
Sue mostre di liriche haiku dal titolo "Kappa - Mostra di poesie haiku" e "Lunaspina - Mostra di poesie e di haiku" questa in collaborazione con Luigi Hybrid Pane, sono state ospitate presso la Fumetteria Cartooncult di Castellammare di Stabia (Na).

PS. TE QUIERO
- Colecciòn de poemas haiku - di Monica FIORENTINO
Traduzione di Fabio Pierri Garòfalo
Prezzo di copertina: 7,00 €.

Nieve
cerezos en flor -
la primavera


Lunaescarlata.
Tu boca indecente.
Magnifica el cielo.


Ulises.
Balancea la cuna
un ángel


Una fresa.
Encima de la mesa poesía
de recuerdos


Se abre la tierra.
Hovel de las almas.
Es el terremoto.



Homepage