DA QUANDO CI SEI TU - Romanzo di Annalisa PALUMBO - ISBN: 978-88-96274-22-4
- Prezzo: 7,00 euro

La forte passione che spinge Elena verso quello che crede l'uomo della propria vita e la trascina in più situazioni di tensione, è comunque un amore chiaro, pulito, pieno di speranze e di sogni non ancora sognati. È una continua scossa di emozioni che fa salire il cuore in gola alla protagonista, la fa gioire, la devasta interiormente, la fa piangere, sperare, e alla fine la rende capace di scelte dure e definitive. Perché il suo è un amore desiderato e mai perduto, ritrovato e ceduto ai ricordi, in un continuo e incessante cammino fatto di delusioni, ripensamenti, intimità, nuove promesse messe al posto di altre mai mantenute. Un amore come quello di tante altre donne che vivono, sempre più, la sfocata fotografia di un sentimentalismo svuotato.
Annalisa Palumbo vive e lavora a Torino. Da quando ci sei tu è il suo primo lungo racconto, dopo alcune pubblicazioni di poesie.
Per ordinare una copia del libro scrivere una mail a: annapalumbodanilo@libero.it


IO SO VOLARE di Rodolfo VETTORELLO - ISBN: 978-88-96274-23-1 - Prezzo: 8,00 euro

L'autore è nato a Castelbaldo (PD) l’11 settembre 1937 vive a Milano dal 1960. Laureato in architettura al Politecnico di Milano con Gio Ponti ed Ernesto N. Rogers nel 1962, ha operato nel settore pubblico e poi nella libera professione. Scrive da sempre ma pubblica da pochi anni.
Di Narrativa ha pubblicato Al di là del muro, romanzo e Cose di donne raccolta di racconti. Di Poesia ha pubblicato le Raccolte In punta di piedi, Canzoniere veneziano, Come sull’acqua, plaquette, Bolle di sapone, Assolo di violino, L’anima e i giorni. Ha in corso di stampa la Silloge Siamo come sassi
Ha partecipato a diversi Concorsi Letterari dove ha conseguito molti riconoscimenti di rilievo. È presente nei più importanti siti letterari e in numerose decine di antologie.
La raccolta viene pubblicata come riconoscimento al Secondo Classificato al Concorso Degli ASSI 2009 - terza edizione - bandito dall’Associazione Culturale CARTA E PENNA di Torino.
Per contatti: rodolfovettorello@yahoo.it


ARTISTI CALABRESI A CONFRONTO: Caporale, Carnevali, La Gamba, Policastri e Rotella
di Fausta Genziana LE PIANE - Prezzo di copertina: 12,50 euro

Fausta Genziana Le Piane, nata in Calabria, vive ed opera a Roma.
Laureata in Lingue, ha insegnato francese e ha vinto una borsa di studio per la Romania. Ha curato le schede di lingua francese per la grammatica italiana comparata di Paola Brancaccio e adattato classici francesi per la scuola superiore. I suoi libri di poesie, Incontri con Medusa, La Notte per Maschera e Gli steccati della mente hanno incontrato il favore della critica.
Con Tommaso Patti, ha pubblicato la raccolta di racconti Duo per tre cui ha fatto seguito Al Qantarah-Bridge, Un ponte lungo tremila anni fra Scilla e Cariddi. Ha pubblicato una raccolta di racconti, La luna nel piatto con annesso un sedicesimo dedicato alla pittura di Pinella Imbesi. Si occupa di critica letteraria e d’arte. Già iscritta all’Ordine dei giornalisti, dopo aver scritto per il “Il Giornale d’Italia”, per la rivista “Poeti e Poesia” diretta da Elio Pecora ed essersi occupata di gastronomia francese per la rivista “Real Pizza”, ora collabora con “Rello”, “Il Giornale del Lazio” e “E’ tempo di cultura”.
Cura una pubblicazione bimestrale – Kenavò - distribuita a Roma e in Sabina, diario delle attività culturali che si svolgono in “Casa Duir”, a Casperia (Rieti). Cura la serie di “Quaderni di Casa Duir” (“Enrico Benaglia, il pifferaio magico”). Ha partecipato con i suoi collages a varie esposizioni. Alcune poesie sono state tradotte in francese, tedesco, inglese, spagnolo, romeno, russo, altre sono state musicate dal compositore Giorgio Fiorletta. e altre ancora sono state oggetto di studio fra gli studenti di lingua e cinema italiani da parte del Professor Patrick Blandin all’Università di Tolosa e di Bordeaux.
Sito personale: www.faustartepoesia.org - E-mail: faustagenzianelepiane@virgilio.it


LA VITA È BELLA?
Silloge poetica di Agata FERNANDEZ MOTZO

In questa silloge l'autrice si pone un'interessante domanda: la vita è bella? e cerca attorno a sé le fonti che possono rendere bella la nostra vita. Ecco la prima delle poesie che compongono il libro e che dà il titolo alla raccolta:

Quando in un mattino radioso
vedo sorgere il sole
o il sorriso luminoso
di un bimbo felice
d’immensa gioia
il cuor mi fa traboccare,
prorompe l’anima mia
in un inno alla vita
e grido col cuore gioioso:
o Dio mio, tanta felicità
la vita mi fa amare!
Ma se vedo un cieco
che il giorno vive
nel buio profondo
di una notte senza stelle
oppure una madre straziata
dal pianto del figlio suo,
che ha fame,
e disperata ruba, ma
le tagliano le mani
invece di darle pane…..

E penso quindi
a tanti sfortunati in catene,
a molti nel letto della sofferenza,
ad altri senza pietà perseguitati,
altri afflitti da indicibili pene…..
Il mio cuore s’infrange,
sanguina, piange….
E, vinta anch’io dall’altrui angoscia,
mi sento tanto infelice.
La vita è bella?
Spesso me lo domando…..
Mi risponde allora
di Assisi il Poverello:
“E’ tanto il ben che aspetto
che ogni pena mi è diletto”
Una luce allora mi pervade
e vedo il Verbo incarnato
venuto dal Celeste Regno
per insegnare agli uomini
il suo giusto, eterno disegno.

Quante notti passò inginocchiato
sotto un ulivo, nel bosco
dai raggi lunari inargentato,
per lodare il Padre
nel suo Celeste Trono Beato.
Eppure Cristo, re dell’universo,
in questo mondo
il trono si scelse
nel legno di una croce
a braccia aperte inchiodato…..
E prima di questo umano
doloroso commiato
con gli assetati e gli afflitti
si era identificato…..
Tutto questo perché l’uomo imparasse
che dopo l’umana passione,
se con Cristo si identifica a sua volta,
nel Regno della Luce
la resurrezione
un giorno anche per lui ci sarà.

La vita è bella
se è vissuta con Cristo,
perché in questo mondo,
gioie e dolori,
tutto passerà, ma
chi vive con Cristo il suo dolore,
dal divin sangue rigenerato,
anch’egli nella gloria
con Cristo risorgerà,
nel vero mondo
per cui Dio l’ha creato,
dove il gaudio eterno
fine mai non avrà.


DA DONNA A DONNA: sa morte incantada, tra miti e leggende nella tradizione popolare sarda
di M. Antonella ARRAS

La Sardegna ha mantenuto, grazie all’isolamento determinato dalla configurazione geografica, usi, costumi e tradizioni che si perdono nella notte dei tempi e anche il modo di affrontare la morte ha trovato nell’isola modalità espressive e pratiche assolutamente caratteristiche. Come sostenuto dal prof. Alessandro Maida, Rettore dell’Università degli studi di Sassari1, in Sardegna è sempre esistita una cultura di empatia con la morte, una sorta di “tanatologia culturale” che in ogni tempo ha condizionato la vita della sua gente. Desta difficoltà all’osservatore esterno il cogliere alcuni aspetti culturali e sociali vista la particolarità, la crudezza e la complessità di dette tradizioni, spesso intrise di leggende e di miti. Dalla moltitudine di consuetudini legate alla morte emerge prepotente l’importanza della figura femminile e il suo rapporto privilegiato con il soprannaturale: il suo ruolo in una società fortemente naturalistica deriva dall’essere portatrice unica e sola del segreto della vita, diventando quindi il ponte da e verso il trascendente. Questo libro è suddiviso in tre parti: la prima comprende la descrizione, a grandi linee, della storia millenaria della Sardegna e del suo popolo, soffermandosi in particolare sul ruolo della figura femminile nel contesto storico culturale ed antropologico tradizionale dell’isola; nella seconda vengono presentati alcuni riti e leggende sarde legate alla morte, e nella terza vengono approfonditi in particolare alcuni aspetti riconducibili a forme popolari di eutanasia.


RACCONTI - Ricordi, Esperienze, Sentimenti - di Vittorio SARTARELLI
ISBN: 978-88-96274-14-9 - Prezzo:10,00 euro

Vittorio Sartarelli è nato a Trapani 72 anni fa, per la sua istruzione ha scelto l’indirizzo umanistico frequentando il Liceo Classico “L, Ximenes” di Trapani e l’Università degli Studi di Palermo nella Facoltà di Giurisprudenza. Nel 1958 è assunto dal settimanale trapanese “Il Faro” nel quale opererà nell’arco di un quinquennio. Nel 1960 diventa corrispondente del quotidiano nazionale “il Popolo”. Nel 1963 inizia la carriera bancaria che si concluderà dopo 35 anni di onorato servizio. Debutta come scrittore del 2000, ecco le sue pubblicazioni :
Anno 2000 – “Francesco Sartarelli” biografia di un campione trapanese degli anni ’50.
Anno 2005 – “Viaggio nella memoria” il suo primo libro di narrativa autobiografica.
Anno 2006 – “Territorio e motori” un tascabile di tradizioni, sport e cultura varia.
Anno 2007 – “Cara Trapani…” un delicato affresco di storia, tradizioni ed etnologia.
Anno 2007 – “I Racconti nel cassetto” narrativa autobiografica.
Anno 2008 – “I Racconti del cuore” narrativa autobiografica.
Anno 2008 – “Profili esemplari” narrativa autobiografica.
Anno 2009 – “La famiglia, oggi” breve saggio di sociologia.


PENSIERI E SCINTILLE di Agata FERNANDEZ MOTZO - Prezzo 6,00 euro

1) Chiedete e vi sarà concesso
Che cosa vi sarà concesso?
Tutto. Purché non contrasti con la volontà di Dio.
E qual è la volontà di Dio?
Tutto ciò che è buono e a fin di bene.
Ma qual è il vero bene? A volte a noi sembra bene quello che invece è male, infatti dice il Signore per bocca di Isaia: “I miei pensieri non sono i vostri”
Perché?
Perché Egli è Onnisciente e vede l’eterno, noi invece non vediamo che il presente, quando pure non lo vediamo distorto dalla nostra miopia spirituale.
Per questo Gesù’ ha detto: “Se voi che siete cattivi sapete dare cose buone ai vostri figli, il Padre celeste non darà lo Spirito Santo a chi glielo chiede?”
Ecco, bisogna chiedere lo Spirito Santo e siamo sicuri che Dio ce lo darà e poi con i doni dello Spirito, quindi col sostegno divino che è la Grazia, cerchiamo solo di fare la volontà di Dio, sicuri di non sbagliare, perché Dio è Padre buono e non ci darà mai una serpe al posto di un pesce, né un sasso al posto del pane.
Caso mai non ci darà quello che a noi sembra bene e invece è male.
Attenzione! Noi siamo liberi di optare per il male al posto del bene, ma non chiediamolo al Signore.


JULIETTE AL BIVIO
Terza Edizione Parigi – Nantes – Isola di Gorée 1832-1833 - Prezzo: 6,90 euro

Siamo nel 1832 e Juliette, le cui idee politiche si stanno allontanando sempre di più da quelle di Alain, fino ad arrivare su posizioni repubblicane, condivise da alcuni suoi amici, come il giornalista Armand Carrel, direttore del quotidiano “National” e il marchese Dolmancé De Bressac, ma ancora poco diffuse negli anni ’30 dell’800, anche negli ambienti intellettuali parigini, durante la rivolta di luglio, nasconde, all’insaputa di Alain, proprio il suo amico Dolmancé, per evitare che venga arrestato. Quando Alain scopre Dolmancé nascosto in camera di Juliette, pur sapendo che Dolmancè è omosessuale, ha una reazione violenta, dettata non dalla gelosia verso di lei, ma dal fatto che lei abbia deciso da sola di ospitare nella loro casa una persona che era stata sulle barricate (Alain è, infatti, un legittimista e non condivide né le motivazioni che hanno portato alla rivolta del luglio 1830 né quelle più radicali che hanno portato alla rivolta del luglio 1832). Il coraggio di Armand che, nel frattempo, è stato arrestato e che riesce tuttavia con la sua testimonianza a scagionare Dolmancé, fa sì che quest’ultimo non venga arrestato e che lo stesso Armand, grazie ad una petizione, scritta da Juliette e firmata da diversi artisti parigini, venga, dopo una breve detenzione, liberato. Alain, però, consapevole del fatto che Juliette non riesce a perdonarlo per come l’ha umiliata di fronte a Dolmancé, decide di allontanarsi da lei, accettando la proposta del vice-ammiraglio René Le Marant, con cui aveva combattuto durante la guerra in Spagna e, nonostante abbia ormai settantadue anni, parte per Nantes, dove collaborerà con la locale caserma della Guardia Costiera nella lotta contro la tratta degli schiavi. La missione di Alain subisce tuttavia delle modifiche e, con l’autorizzazione del ministero, Alain si imbarca su una nave negriera come infiltrato, ma non tutto andrà come previsto e Alain dovrà affrontare rischi ed imprevisti, prima di poter tornare a Parigi da Juliette e prima soprattutto di riuscire a farsi perdonare da lei.

Cristina Contilli è nata a Camerino nel 1977. Nel 2006 ha concluso il dottorato di ricerca in italianistica presso l’università di Macerata e da allora alterna le pubblicazioni di saggistica alla stesura di romanzi in cui ricostruisce le storie d’amore del passato. Collabora con le riviste “Literary” di Padova e “Il salotto degli autori” di Torino.


PIEMONTE IN FLASH - Quarto volume - di Guido BAVA
ISBN: 978-88-96274-19-4 - Prezzo: 15,00

Quarto volume della raccolta di scorci di storia, leggende e curiosità del Piemonte di oggi e di ieri.
Ecco alcuni titoli: San Valeriano nella storia e nella leggenda piemontese; Perché si festeggia San Giovanni Battista col fuoco?; Divagazioni ed ipotesi su note storiche del Castello di Reano; Entità fatate favorevoli e non, abianti laghi, fiumi e zone alpine e prealpine del Piemonte; Santuari Biellesi, espressione della religiosità delle nostre genti; La "fera"; Antichi e misteriosi riti e successivi utilizzi degli ipogei di San Germano di Ottiglio in provincia di Asti... ecc.


RACCONTI PER QUANDO PIOVE di Guido BAVA
ISBN: 978-88-96274-20-0 - Prezzo 18,00 euro

Una raccolta di racconti per trascorrere le serate uggiose...
Racconti fantastici si alternano a storie di "masche" e racconti ambientati sull'Isola d'Elba.
Dal racconto La gobba del signor Pilato" In ogni luogo di questo mondo penso che vivano strani personaggi anzi, in alcuni casi, la loro stessa esistenza diventa così importante da entrare a far parte della storia stessa ed è per questo motivo che voglio raccontare questa vicenda. Amante da sempre di piccoli paesi nella realtà dei quali si vive meglio che in città, acquistai una vecchia casa facente parte di un complesso che l’agenzia immobiliare aveva avuto il coraggio di definire “case a schiera” e, dopo aver speso una piccola fortuna, entrai a far parte della comunità. Devo dire che già durante i lavori avevo avuto contatti con i vicini e dovevo essere riuscito simpatico anche a quelli che mi avevano riempito di consigli che ero riuscito a digerire rispondendo con ringraziamenti e sorrisi anche quando avrei avuto tutti altri desideri e così, amico del sindaco e del geometra del Comune, cominciai la mia vita in quel di Lassagatto.


TRE RAGAZZE E LA GUERRA di Anna Maria ROSA - Prezzo 10,00 euro

Riuscire a rivivere con tanto garbo e semplicità, ma soprattutto senza trinciare giudizi politici o morali, i ricordi di un periodo particolare della vita, è il maggior pregio di questo racconto.

Massimo Rondi

Un racconto che si legge con sorpresa e gradevolezza, come si leggerebbe una lettera arrivata dagli anni della nostra giovinezza.


Daniela Messi

Ho letto Tre ragazze e la guerra. E che ragazze!
Bello, commovente e in certi episodi scanzonato e divertente. Complimenti. Sono contenta che tu mi abbia dato la possibilità di apprezzare le tue capacità nel descrivere particolari veramente accaduti con semplicità, gentilezza e bontà d’animo.

Maria Adele Boggini



SITUAZIONI DI PERCORSI - Poesie di Carlo MURZI

Donare una poesia è come donare
un sogno.
È un soffio da scorgere,
accarezzare e sublimare
in libertà.

ACQUA
L’acqua ha il potere di
trasportare, accendere,
vivificare i pensieri;
mai si dissolveranno
fluendo assieme ad essa.

A mia madre

CIELO NEBULOSO
Nubi nel cielo,
con linee a raggiera
dagli inerti colori;
fuoco alternante
pronto ad esplodere
da un occulto riposo.

COSI' SEI
Sei un fiore sbocciato in una notte
calda d’estate attraverso il brivido
dei tuoi occhi sognanti.
I suoi petali rigogliosi mi avvolgono
come ovatta nel calore dei tuoi
sentimenti.


L'UOVO DI COLOMBO - Romanzo di Nicola LOLLINO
ISBN: 978-88-96274-16-3

Cosa si cela dietro un’idea? Da dove nascono le “ispirazioni”? Remo Portali, giovane scrittore in crisi, si trova a fronteggiare un’oscura cospirazione, che lo porta ad uscire dallo spleen della vita di provincia, per seguire il filo di una trama che attraversa i secoli, da Platone a Leonardo da Vinci. Il mistero sarà risolto grazie ad una serie di colpi di scena, che porteranno il lettore, attraverso il ritmo incalzante della narrazione, ad un originale riflessione sul “pensare umano”.

Nicola Lollino è nato a Borgosesia (Vc), il 4/11/1978. Dopo la maturità classica, ha intrapreso la carriera di Medico Chirurgo, specializzandosi in Ortopedia. Negli anni si è dedicato anche all’attività musicale, pubblicando due album come cantautore ed è stato ospite di diversi concorsi di rilievo nazionale.
L’uovo di Colombo è il suo primo romanzo pubblicato, scritto a New York nel 2008.


VORREI RACCONTARE - Silloge poetica di Paolo Grecchi
ISBN: 978-88-96274-18-7 - Prezzo: 10 euro

Paolo Grecchi con le poesie Capire - Potessi - Nel tempo si è classificato al secondo posto della sezione poesia, della quinta edizione del Premio Letterario Internazionale Prader Willi e questo e-book è il premio che l’Associazione Carta e Penna, promotrice del concorso, ha messo in palio.
Il concorso letterario internazionale Prader Willi è stato bandito dall’Associazione Carta e Penna, al fine di sensibilizzare e far conoscere la Sindrome ad un pubblico sempre più vasto.
L’autore ha pubblicato con Carta e Penna le raccolte poetiche:
... E viene la sera (2009)
Il giardino dei sogni e Petali sparsi (2008)
E torna il sorriso (2006)


NOBU IL LUPO D'ARGENTO - Favola di Monica FIORENTIO

C’era una volta nella lontana Foresta di Alta Rupe un bellissimo lupo dal pelo d’argento e gli occhi di una cangiante tonalità viola scuro, di nome Nobu.
Unico figlio del defunto lupo nero Lapo - capo del branco - era stato lui alla sua morte a prenderne il posto con ogni onore e gloria.
E salutato da tutta la Foresta con rispetto e stima infiniti, aveva iniziato sin da subito a vivere per il suo branco, pronto a compiere qualsiasi sacrificio pur di vederlo proliferare nella pace e nella tranquillità più assoluta al riparo da ogni male. Capo forte e valoroso, ricco di virtù e di coraggio, amato e ammirato da tutti, a cui però mancava tuttavia ancora una cosa - cucciolo divenuto ormai adulto - per potersi definire davvero completo: una giusta compagna che al suo fianco rendesse la sua vita speciale.


LA FANTASIA FA DANZARE - Osvalda e le altre - Racconti di Marinella BARBERO
ISBN: 978-88-96274-13-2 - Prezzo di copertina: 10,00 euro

Marinella Barbero è nata a Villafranca Piemonte il 1 luglio 1961. Impiegata comunale, nel tempo libero ama scrivere e dipingere. Partecipa da qualche tempo a concorsi letterari ottenendo risultati lusinghieri.
Questo libro è il premio ricevuto per la classificazione al primo posto, col racconto Osvalda nel Concorso Letterario “Affetti Speciali “ indetto dal Comune di San Gillio (TO).
Il racconto Il Bosco Magico ha ricevuto il secondo premio nel concorso letterario “Le donne si raccontano” indetto dal Comune di La Loggia (TO) - Anno 2008.
Con il racconto Il tempo che viene…il tempo che va si è classificata, nell’anno 2009, al primo posto nel concorso “Le donne si raccontano” - Comune di La Loggia - al terzo posto nel concorso “Codex Purpureus” indetto dal Comune di Sarezzano (AL) e nella rosa dei venti finalisti del concorso “Autori da Scoprire” indetto dal Comune di Santa Cristina d’Aspromonte. Il racconto “Un giorno portato dal vento” ha vinto il primo premio al Concorso Letterario Nazionale 2009 – Città di Carignano – Rassegna Poeti in Aia.
Scrivere è la grande passione della sua vita ed ama dire: “Scrivere libera la mente ed il cuore. Un viaggio meraviglioso che coinvolge e trascina, attutendo i toni grigi del quotidiano. Nella stazione della fantasia, c’è sempre un treno in partenza, tutti ci possono salire, non bisogna assolutamente perderlo….”.


MAGIE D'AMORE - Poesie di Francesco Maria GROSSO
ISBN: 978-88-96274-21-7 - Prezzo: 15,00 euro

“L'amore, a tempo mio, nun era mica/facile e sbrigativo com'è adesso:/ lo scopo, se capisce, era lo stesso/ma te costava un sacco de fatica./ Oggi che fanno tutto a tirà via/pure l'amore ha prescia ne la vita/ e se ne frega de la poesia.”
Trilussa, L'amore oggigiorno.

Dalla prefazione: "Le pagine di quest'opera scandiscono 150 petali di un profumato e raro fiore, così colorato e variopinto da stupirci ad ogni primavera, così elegante e raro da ammaliarci ogni volta che lo guardiamo con gli occhi dell'anima, rapiti dalla sua bellezza… Tocca ai lettori godere una ad una le liriche uscite dalla penna di Francesco Maria Grosso, poeta, paroliere e scrittore, alla ricerca della “Principessina…”, di “Una sbirciata d'intesa”, della “Ricciolina un po' bionda”, di “Un giro di pista” e “Farfalla farfallina…” Alcuni titoli presi a caso, ma densi di significato. Un invito alla lettura tra romanticismo, latte, zucchero e miele…
Cos'è l'amore? Domandate a chi vive, cos'è la vita? Domandate a chi adora, chi è Dio? Perché, come ricordava Sofocle, una parola ci libera di tutto il peso e il dolore della vita: quella parola è amore. Perché temere l'amore è temere la vita, e chi teme la vita è già morto per tre quarti. Eppure, per Marguerite Yourcenar, l'amore è un castigo: siamo tutti puniti di non aver saputo restare soli. Così è in Shakespeare che l'amore fugge come un'ombra l'amore reale che l'insegue, inseguendo chi lo fugge, fuggendo chi l'insegue. E continua: “O quanto non è capriccioso questo sciocco amore, che, come un bimbo caparbio, graffia la balìa e subito dopo, tutto pieno d'umiliazione, bacia la verga che l'ha battuto”. Infatti l'amicizia può essere silenziosa e deve esserlo quasi sempre. L'Amore invece deve essere eloquente e non si può mai dire troppo spesso che si ama.
Le liriche di Francesco Maria Grosso distillano il sentimento dell'amore come qualcosa di singolare, capace di risolvere tutte le contraddizioni dell'esistenza e di dare all'uomo e alla donna quel bene completo – come diceva Tolstoj – la cui ricerca costituisce la vita. Abbandoniamoci, dunque, alle intriganti 150 magie d'amore…
Torino, 10 novembre 2009 - San Leone Magno

Vittorio G. Cardinali, Presidente dell'Associazione Immagine per il Piemonte


DELIRIO D'AMORE - Silloge poetica di Antonio DI GIOVANNI
ISBN 978-88-96274-17-0 Prezzo: 13,00 euro

Dalla prefazione di Alessandra Pesaturo:
Un lungo viaggio nel mistero dell'amore, che si rinnova ogni battito di ciglia, ogni silenzio. Molti hanno cantato l'amore, alcuni con scarsissimi risultati, altri portando alla luce i mille significati che sono racchiusi in tre vocali e due consonanti. La parola amore ha tessuto in un impalpabile abbraccio unificante, un sottile filo, attraverso il quale gli uomini come in un sortilegio azzerano ogni differenza: religione, status sociale, cultura, tradizioni. Una livella magica, che rende l'essere umano fragile di fronte a un sentimento che ci spoglia da implicazioni socioculturali e ci rende paradossalmente nudi. Nella letteratura l'essenza dell'amore viene colta dalla poesia. Nei secoli filosofi, scrittori e innamorati si sono cimentati nell'impresa ardua di descrivere un sentimento che muta di volta in volta in un'altalena di stati d'animo tra passione, distacco, inganno e gelosia. Ne restano testimonianze liriche sublimi nei versi classici di Ovidio, Orazio, Saffo, nei versi dei poeti del novecento Prevert , Neruda, Lorca, fino ai sonetti contemporanei di Bertolucci, Luzzi , Caproni, tracce di poesia si colgono nelle canzoni, nelle serenate, nei canti. A volte senza scomodare i sonetti aulici scritti dall'elitè letteraria, poesie che toccano prepotentemente l'anima, si trovano nei versi liberi di chi è stato colpito e segnato in maniera indelebile dallo strale di Cupido. Il lettore che si avventura in queste quattordici poesie si trova a scoprire e riscoprire il significato della sofferenza. Troppo spesso chi ama si accorge di quanto sia profondo il proprio sentimento solo quando perde l'oggetto del suo amore e si trova a rincorrere la perduta felicità, commettendo sciocchezze imperniate di lacrime e rabbia. In un continuo crescendo che passa dalla scoperta, alla consapevolezza, fino al delirio del dialogo con l'entità Amore, l'autore s'incammina per una strada insidiosa quella del cuore, dove si naviga a vista, e senza protezioni, si mette in gioco, consapevole che vivere liberamente e pienamente un sentimento significa immensa gioia e dolore lacerante. E' un amore molto fisico, molto maschile dove la sublimazione dei sentimenti passa attraverso il possesso del corpo, anche solo un abbraccio o uno sfioramento delle labbra, o l'inconfondibile profumo della pelle. Innamorarsi dopo un'innumerevole gioco d'incontri distratti , quando ormai si pensa di essere immuni all'amore, invincibili. E' l'incontro della vita quello che fa cadere le certezze, fa capitolare, rende schiavi e porta ad una lucida follia, dove in trasparenza appare tetro lo spettro della morte. In questo delirio che cresce e decresce in un'incessante desiderio di lei, si materializza l'amore, non ha sesso è un'essenza muta, alla quale ognuno vorrebbe porre innumerevoli domande. E come il Cristo muto, del romanzo dei Fratelli Karamazov di Fiodor Dostoevskij, apostrofato lungamente, sul problema del valore della libertà per l'uomo, non dà risposta, ma bacia l'inquisitore sulle gelide labbra e si allontana… così fa l'entità amore che non risponde, lasciando l'uomo solo con i suoi dubbi e le sue insicurezze. Solo il desiderio di vivere pienamente, farà si che l'essere umano non rinunci mai all'amore…


BRANDO IL LUPO SOLITARIO - Favola di Monica FIORENTINO

C’era una volta nella lontana Foresta di Biancospino un bellissimo lupo bianco dagli occhi viola di nome Brando.
Dal pelo folto e lucente, il carattere schivo e i modi freddi e pungenti, storpio di una zampa, l’animale viveva muovendosi goffamente da un luogo all’altro della steppa perennemente fuori dal proprio branco, senza alcuno a fargli da compagnia sfuggente e solitario. Come se niente e nessuno potesse veramente importargli al di fuori di se stesso.
Modi i suoi, che aveva acquisito quando ancora cucciolo, orfano dei propri genitori, gironzolando in cerca di cibo lontano dal gruppo era finito col cadere in una tagliola, lasciata dagli Esseri Umani ai piedi di una quercia ben nascosta sotto un cumulo di foglie ingiallite, perdendo per sempre l’uso dell’arto inferiore. Trasformandosi in una creatura claudicante e malferma dall’andatura ridicola e grottesca, di colpo più un peso che un compagno per gli altri animali...

Monica Fiorentino è nata il 03/10/76 a Sorrento in provincia di Napoli. È possibile collegarsi al sito www.mag-net-it per leggere on line gli altri racconti che compongono la collezione del "Cantastorie di Terre Lontane".


TARSU E TIA: DALLA TASSA SULLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ALLA TARIFFA DI IGIENE AMBIENTALE
di Claudio BENTIVEGNA E Antonio CANTALUPO
ISBN: 978-88-96274-12-5 Prezzo: 22,00 euro

Quest’opera, rivolta agli operatori del settore tributario, agli studenti in materie giuridiche ed economiche e a quanti intendano comunque avvicinarsi a tale materia, si pone l’obiettivo di analizzare il delicato passaggio dalla “tassa sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani” (TARSU) alla nuova “Tariffa di Igiene Ambientale” (TIA). Il nostro lavoro, dopo una breve introduzione in tema di “federalismo fiscale”, sarà quello di analizzare la struttura di entrambi i tributi, iniziando da un esauriente excursus di tutte le più significative disposizioni legislative in materia e soffermandoci altresì sull’oggetto di entrambi i tributi, ossia “i rifiuti”. Abbiamo inserito, inoltre, un capitolo tutto dedicato alla politica europea in materia.


RICORDI IN ORDINE SPARSO di Sabrina BORDONE
ISBN: 978-88-96274-04-0 - 8,00 euro

L’autrice si è classificata al primo posto nella Sezione Narrativa col racconto Lunedì di Pasqua, al Premio di Poesia e Narrativa del Comune di San Gillio (To). Successivamente ha “rimesso in gioco” il proprio racconto partecipando al Concorso degli Assi - edizione 2006 - indetto dall’Associazione Culturale Carta e Penna, riservato a opere che avessero già vinto concorsi letterari. La giuria le ha assegnato il primo posto e questo libro è il premio che l’associazione promotrice del concorso ha posto in palio, ritenendo in tal modo di sostenere la diffusione della conoscenza delle opere degli autori.


REGALATI UNA FAVOLA di Walter Giuseppe MILONE ISBN: 978-88-96274-10-1 - 7 euro

Walter Giuseppe Milone, nato il 21 Marzo 1950 a Druento, in una vecchia casa sul Rio Fellone. Scrivo poesie da quarant’anni; la prima per sfuggire alla noia di una lezione di matematica, le altre venute dopo, per liberare le mie emozioni. In questi anni, con i miei scritti ho raccolto soddisfazioni che non avrei nemmeno lontanamente immaginato e per questo ringrazio gli organizzatori dei concorsi, le giurie che mi hanno premiato, e il pubblico che mi ha seguito. Da parte mia ho cercato di coniugare la poesia con altre forme di arte, e così sul palco accanto a me, sono apparsi maschere, musici, ballerine. Insieme a loro, cui devo profonda gratitudine per la generosa partecipazione, ho cercato di regalare un’emozione, di dare alla gente in ascolto un attimo vero, fatto di sentimenti condivisi... Poeta è una parola grossa; spero però di essere almeno un onesto trafficante di parole.


DIVERSAMENTE DONNA di Giovanna NIEDDU
ISBN:978-88-96274-11-8 - 10,00 euro

L’autrice è nata a Olbia , in Sardegna, nel 1956 e da anni vive a Ovaro, nell’Alto Friuli. È laureata in materie letterarie con indirizzo storico-artistico, ambito in cui ha al suo attivo numerose pubblicazioni, fra cui il volume “Architettura nel Comelico e nella Valle di Sappada” (1995). Ha collaborato con alcune testate giornalistiche, quotidiani e riviste pubblicando inoltre quattro guide turistiche. Numerosi i riconoscimenti letterari anche nell’ambito della poesia, fra cui il primo premio conseguito al Concorso Letterario Internazionale Prader Willi, Torino 2006 con la silloge “Contatti”, per la sezione poesie a tema. La silloge premiata, comprendente le liriche Contatto con la sindrome, Braccia d’amore, Anna bambina, è pubblicata nel presente volume, arricchita di ulteriori brani.


... COME SINFONIA DI ARPA CELTICA di Andrea BERTI
Silloge poetica - Prezzo: 10 euro

L’autore, poeta e scrittore, è nato e opera a Firenze. Collabora con la rivista “l’Attualità di Roma, inserito nella” Antologia Italiana” nel 2006 e in altre raccolte poetiche “ Poesie nel Cassetto” di Monterchi (Arezzo) “Aghi di Pino” Biblioteca del quartiere 4 di Firenze Collabora nel Periodico “La Finestra “di Jesi (Ancona). Sempre presente in occasione di iniziative promosse dai vari Enti culturali, lo si incontra spesso in veste di autore e organizzatore di piacevoli serate letterarie arricchite da musica e poesie in sedi storiche e di prestigio di Firenze (Palagio di Parte Guelfa). Si può contattare in rete all’e-mail: andreaberti13@virgilio.it


TRACCE DEL NOSTRO MONDO di Matilde CISCOGNETTI
- Prezzo: 15 euro

Raccolta di articoli e brevi saggi dove gli argomenti invitano ad una lineare osservazione del mondo e, avendo implicito il significato della comunicazione, rendono il libro un lavoro di riflessione dell’uomo sull’io e sulla società che accompagna il percorso della vita anche attraverso i suoi valori etici e culturali (inalienabili ma talora drammaticamente violati) e lo smarrimento indotto da un quotidiano effimero, spesso teso alla ricerca di fini puramente estetici, o di puro edonismo. Matilde Ciscognetti è anche autrice di libri di narrativa, poesia e testi teatrali. Questa è la prima opera di saggistica-giornalismo dell’Autrice napoletana, a testimonianza della sua versatilità nella scrittura. Alcuni degli articoli qui contenuti, sono stati recentemente premiati al “Premio Città di Bellizzi” edizione 2008, conferito dall’Assessorato alle Pari Opportunità, e al “Premio Città di Buccino”.


AS-SHAH di Alessandro CUPPINI - Prezzo: 12 euro

Raccolta di racconti imperniati sul gioco degli scacchi. Dal racconto NEW ORLEANS (A.D. 1847) “... Nel circolo scacchistico di New Orleans solo due soci stavano giocando, seduti accanto alla finestra. Era una domenica mattina dell’estate 1847; gli altri appassionati se ne stavano qua e là, in veranda o nel giardino, chiacchierando e ignorando del tutto la partita in corso. New Orleans era in quegli anni la città più importante della Louisiana, un vasto territorio che era stato venduto nel 1803 da Napoleone primo alla Confederazione degli Stati Uniti d’America. Quell’annessione non era avvenuta senza contrasti: i coloni di origine francese si ostinavano a considerare gli yankees dei conquistatori rozzi e senza scrupoli....”



Monica FIORENTINO

ECHI - Raccolta di poesie haiku
DUMA il delfino azurro
Il corvo Ottavio

Monica Fiorentino ha dato vita ad altre tre piccole, preziose perle: una raccolta di poesie haiku e due piccole storie. Protagonista della prima storia è il delfino, simbolo dei mari, guida delle anime nell’oltretomba, è il salvatore dei naufraghi. Antiche leggende narrano che i morti si ritrovino tutti insieme ai limiti del mondo, nelle isole dei Beati, e che siano proprio i delfini a trasportarli sul dorso alla loro dimora nell’oltretomba. Il secondo protagonista è il corvo, contro cui l’uomo usò, fin dai tempi antichi, l’arma perfida della diceria. “...E riempiendone il creato, così da farlo odiare da tutti gli esseri viventi, senza che lui ne avesse colpa alcuna, incollando alle sue piume l’acre odore della morte, lo additò come spettro delle tenebre e del male. E così fu.”

Tra i capelli
fili d’argento.
Trame del tempo

Autunno.
Si vestono di bronzo
le sue gonne

Complice.
Sapore di vaniglia.
La tua bocca.


Silvio Minieri IL SOLE DELLA SERA
Racconti tradotti in russo da Olga Belova

Dal racconto Il fantasma della Giustiniana: “Uscendo da Roma, lungo la Cassia, in direzione nord, subito dopo il raccordo anulare, s’incontra la Giustiniana, un quartiere tra il residenziale ed il rustico, dove l’espansione edilizia ha fatto sorgere tra il verde molte palazzine, villini ed altre abitazioni. Sembra che in antico, dato il carattere ameno dei luoghi, Giustiniano Imperatore abbia scelto quel posto, per ritemprarsi in campagna dalla spossatezza della vita caotica della città: di qui il nome alla frazione, assurta oggi al rango di quartiere della capitale. Queste notazioni urbane sono facilmente coglibili da qualsiasi non distratto visitatore, ma l’osservazione può sfuggire al curioso che ivi si rechi per controllare la voce da tempo ricorrente sulla chiacchierata apparizione notturna di una macchia bianca fuggente sulla consolare, nel tratto che dalla Giustiniana conduce alla Storta...”
(a fronte traduzione in russo)


TUTTO IN UN GIORNO di Aurelia SCIALPI - Prezzo: 6 euro

Prima classificata alla Seconda Edizione del Concorso Letterario Amatoriale “Scrivimi …” titolato alla memoria di Catello Mari, con l’Opera “Un giorno …” la scrittrice materana Aurelia Scialpi, artista poliedrica, oltre che scrittrice anche pittrice, è col suo modo originale e diretto di scrivere senza dubbio ‘Cantore della Vita’. È’ riuscita col suo criterio di esprimersi semplice, puro, cristallino, nuovo, a tracciare con le sue metafore e il suo piglio romantico eppure scevro di ogni sentimentalismo inutile e melenso di vedere le ‘cose della vita’, un’impronta sicuramente importante fra le righe dello scrivere moderno. Un sistema di raccontare il suo, toccante, profondo, ricco del prezioso dono del ricordo, della modernità cruda, reale, vera, ma nonostante tutto ancora limpida sognatrice. Certamente una voce nuova per quello che si spera sarà un futuro ricco oltre che di successi, di voglia di continuare ad incantare.


NEL GIARDINO DELL'INFANZIA di Monica TORDA
- Silloge poetica - Prezzo: 10 euro

Monica Torda è nata a Rieti, dove vive e lavora come supplente di Lingua e Civiltà spagnola in un Istituto superiore. In passato ha collaborato con “Il Giornale d’Italia” occupandosi di cronaca locale. Solo di recente, casualmente ed in maniera del tutto inaspettata, si è avvicinata al mondo della poesia, che le ha permesso di soddisfare il bisogno di un approccio più immediato con la realtà e le persone. Nel 2008 ha pubblicato con Carta e Penna Editore la prima raccolta poetica intitolata L’esperienza di un’anima vibrante. Una sua poesia è stata inserita nell’antologia “Dedicato a... poesie per ricordare” (Villanova Di Guidonia, Aletti Editore, 2007).


IL TEMPO VERRà di Pietro ULGIATI
- Silloge poetica - Prezzo: 10,00 euro

L’autore è nato a Sezze Romano ed è un appassionato di automobilismo; è stato marinaio e le emozioni che il mare può dare sono difficili da descrivere ma la sensibilità di Pietro riesce a trasmettere, attraverso la sua poesia, la passione per le cose della vita. Ha pubblicato con Carta e Penna la silloge poetica Dettate dall’anima, classificandosi al primo posto ex aequo alla quinta edizione del Premio Nazionale di Poesia Città di Civitavecchia. La poesia di Pietro Ulgiati colpisce per l’asprezza e il realismo delle parole che, unite, diventano versi incisivi, sinceri... indimenticabili.


IL SEGRETO DI ALAIN
e
IL SEGRETO DI SOPHIE
di Cristina CONTILLI - 6,90 €.

Due nuovi capitoli dell'intricata storia tra il conte Alain De Soissons (Alain Philippe Eugéne De Savoia-Soissons), ufficiale della marina francese in servizio presso la caserma della Guardia Costiera di Calais e la marchesina Juliette (Julie) De Sade, figlia del marchese De Sade e dell'attrice Marie Costance Rolland Quesnet.

 


IO SONO LINDA di Claudi RACCAGNI - 12,00 €. -

Dalla prefazione di Rachele Zinzocchi
Wozu Dichter in dürftiger Zeit? (Friedrich Hölderlin, Brot und Wein, 1801)

«A che i poeti in tempo di povertà?». Questo si chiedeva il tedesco Friedrich Hölderlin nella sua elegia Brot und Wein («Pane e vino») nel 1800. Più di due secoli sono passati da allora. Ma le parole del poeta suonano ancora terribilmente attuali.
Hölderlin non fece una bella fine. Morì pazzo (o considerato tale) nella Torre di Tubinga, in Germania, non troppo distante, nei modi e nel pensare, da quella che fu l'Ellade. La sacra Ellade dell'Antichità. Hölderlin finì la sua vita là, dopo esservi stato rinchiuso per anni. Eppure i suoi versi ci trafiggono il cuore, perché sembrano scritti oggi: per l'oggi.
Che cos'è infatti la dürftiger Zeit, questo «tempo di povertà», se non lo stesso tempo in cui anche noi oggi viviamo, al quale siamo destinati e con cui ci troviamo a fare i conti tutti i giorni? Non viviamo forse anche noi, più di Hölderlin, in un «tempo di povertà» globale – epoca di crisi come non se ne vedeva da quasi un secolo, età di recessione e depressione, in un senso non già soltanto materiale ma anzitutto intellettuale e spirituale?
La povertà fa parte del nostro tempo. Tristemente abbiamo quasi imparato a conviverci. Ben di più, abbiamo imparato a convivere con la nostra povertà interiore, una pochezza spirituale che condiziona ogni nostro fare o agire nel mondo. Noi viviamo con la diffidenza verso il prossimo, la mancanza di amore – sentimento quasi mai davvero coltivato. Noi viviamo con la paura: dell'altro, del domani, di noi. Questo ci blocca. Questo ci impoverisce. Questo, anzitutto, rende il nostro essenzialmente un «tempo di povertà».


POESIE di Carlo MURZI - Silloge poetica -

INTRODUZIONE

L'acqua ha il potere di
accendere, trasportare,
vivificare i pensieri
che mai si dissolveranno
fluendo assieme ad essa.

VECCHIO UOMO

Vecchio uomo che riposi
appoggiando i tuoi gomiti
sullo schienale di una seggiola
di paglia.
All'ombra nel calore di agosto
tu pensi alle ombre e alla luce.
Ombre dei tempi passati che ti scorrono
davanti, luce degli stessi.
Riposi la tua vita, ma non il tuo pensiero
che indietro torna su tali avvenimenti
nonché battaglie superate.
Però sei soddisfatto e miri l'orizzonte,
ma ansioso, per l'arrivo
di un giorno dove tu dovrai oltrepassarlo
per abbandonarlo.


BRENDA LA LUPA BIANCA
e
BRANDO IL LUPO SOLITARIO
di Monica FIORENTINO

Due brevi racconti che hanno, quali protagonisti, questi animali che intimoriscono l'uomo ma... possono anche vivere storie d'amore, nel mondo fantastico dell'autrice.


UOMINI E DONNE SOLI 3
di Gianfranco GREMO
- Prezzo di copertina: 12,00 €. -

Con questa sua terza fatica (lungi da lui l'intenzione di ripercorrere le tappe di Ercole) continua la narrazione dei casi di chi è solo e ha mille urgenti ragioni per non averne coscienza.
Volutamente, alcune delle vicende qui narrate cadono nel grottesco.
Non prendersi troppo sul serio è la migliore cura per ricercare la serenità.
Chi è alla ricerca della felicità, sappia che dura pochi attimi, meglio accontentarsi della serenità.


E VIENE LA SERA di Paolo GRECCHI - Silloge poetica -

NEL TEMPO

Nel tempo delle ore spente,
quando sullo schermo opaco della vita
il fluire dei pensieri
si mescola coll'effimero dei sogni,
tolgo sempre dallo scrigno dei ricordi
un'ombra con le ali di seta
e nel vuoto privo di voci e di colori
resto in attesa che la farfalla
torni di nuovo a volare
nell'intimo mio giardino.

UN MOMENTO INVERNALE

Smarriti nella nebbia,
vagano oggi i miei pensieri
mentre il tempo sfuma e si spegne nel gelo
che copre gli ultimi sussulti di un'emozione che,
lentamente,
affievolisce come il colore di un caro ricordo.

QUELLA NOTTE

Cadeva la sera lungo l'orizzonte ormai spoglio e,
mentre avanzava l'ombra del tempo morente,
cercavo di trattenere le ultime carezze di luce
prima che divenissero ricordi,
quando … fruscii di emozioni
preannunciarono nuovi sogni nella notte a venire,
ma, già sapevo che non sarei riuscito a dormire
ed i sogni non avrebbero reso frizzante il mio cuore
in quella notte nuda e buia.


SENTIERI D'ESPERANZA di Andrea FIGARI

Andrea Figari è nato a Torino il 21 gennaio 1983, ha conseguito la Laurea specialistica in giurisprudenza presso la Facoltà di Torino nell'ottobre del 2008.
Appassionato di scacchi e poesia, Sentieri d'Esperanza è la sua prima pubblicazione.
Quest'opera è un breve cammino verso un ipotetico mondo perfetto accompagnati da una figura affascinante e misteriosa.


MOUSSE AL CIOCCOLATO E FRAGOLE di Nicoletta FERRANTE

Sedetevi comodi, rilassatevi con una musica di sottofondo che non impegni troppo la vostra mente, preparatevi a leggere. Vi racconterò la storia di Occhiverdi e Cuoredoro.
Non vi narrerò avvenimenti sconvolgenti, colpi di scena, biografie strane o fantastiche.
Vi presenterò due persone normali che vivevano nella stessa città, ma solo in un momento particolare della loro vita si sono incontrate.
È una storia dove probabilmente potrete riconoscervi, con riflessioni che sicuramente avrete fatto anche voi.
Forse non avete mai trovato le parole per esprimere le stesse sensazioni che qui leggerete.
Spero di riuscire a farvele rivivere intensamente come le avreste volute raccontare.
Leggerete parole semplici, a volte banali, ma dettate dalla sincera voce del cuore.


DONNA CAROLINA di Rossella CATANIA

Carolina Varnatora, Donna che non ha avuto paura di aver coraggio. Il suo vissuto ricco di avvenimenti a volte lieti a volte tragici è collegato a episodi storici, politici, sociali e culturali. Il periodo presente nel racconto ha visto l'Italia, protagonista, di tragedie, di conquiste e di migrazioni. Ricco soprattutto di fatti che hanno dato una svolta sociale: la caduta della monarchia, la vittoria ottenuta da parte delle donne nel poter esprimere liberamente il loro pensiero e il diritto di voto. Le grandi conquiste da parte della medicina nell'utilizzo di farmaci il cui impiego ha ridotto la mortalità infantile. La presa di coscienza da parte dell'Uomo riguardo alcuni mali sociali come la pedofilia, piaga tuttora attiva. Il racconto un po' vero un po' fantastico è ambientato in un paesino in provincia di Reggio Calabria, regione ricca di storia e cultura, spesso dimenticata per far spazio a un altro tipo di cultura ahimè: la "'Ndrangheta". I nomi dei protagonisti del racconto come pure quelli dei paesi coinvolti direttamente sono stati cambiati per rispettare la loro privacy.


NON ERA CHE IERI di Roberto BRUCIAPAGLIA

Roberto Bruciapaglia, nato a Milano vive a Torino dove ha compiuto i suoi studi e si è laureato in ingegneria elettronica presso il Politecnico.
Ha fatto l'Assistente universitario, quindi ha lavorato alla Fiat in vari settori strategici. Si è, in seguito, occupato di consulenza aziendale presso diverse Aziende. Nel tempo libero si è dedicato alla pittura e alla scultura partecipando a molte mostre collettive. Ultimamente è tornato al suo vecchio amore: la poesia ed i racconti e ha pubblicato il suo primo volume I fiori del sole.
Ha partecipato ad alcuni concorsi letterari e le sue opere sono state premiate con importanti riconoscimenti. Con Carta e Penna Editore ha pubblicato, nel 2005, le sillogi poetiche Un altro domani e Lucciole nel 2006 e il romanzo Torino, un inverno anni '60.


IN DIECI MINUTI di Maria Angela BROGGI

La poesia di Maria Angela Broggi ricca, matura, a volte ironica è poesia di una donna del nostro tempo, sempre in movimento alla ricerca del senso profondo dell'esistere, un mosaico di immagini e frammenti di vita, che comprende in sé versi preziosi, musicali come canti d'amore lanciati attraverso il tempo, ma anche ritmi spezzati, irti del palato, scanditi da aggettivi incalzanti, intensi, precisi come rapidi tocchi di pennello.
È poesia densa di metafore, di fuoco e gelo e sensazioni nitide e cristalline, che nasce da riflessioni sul mistero del creato e dello scorrere del tempo, da uno sguardo attento ed appassionato alla natura e dal bisogno di dare forma e senso alle proprie emozioni, di ritrovare una pausa di distacco dalla corsa caotica, interminabile del quotidiano, per dipanare la matassa altrimenti inestricabile e rituffarsi, carica di nuova energia, nel moto eterno dell'universo in divenire.

Prof. Edmondo Masuzzi


Raccontami una storia... d'amore a cura di Gennaro Battiloro

Hanno collaborato alla realizzazione della silloge: Marzia Carocci, Gabriella Di Luzio, Mara Faggioli, Rosa Pia Vermiglio, Marzia Braglia, Anna Maria Scarlatti, Flora Gelli, Elena Andreoli, Mariolina Molino, Samanta Milanesi, Maria Grazia Mancino,Nadia Semeja.
Dalla prefazione di Marzia Carocci: L'AMORE, quanti sorrisi, pianti, inquietudini ed emozioni abbraccia il sovrano dei sentimenti; irrazionale, incoerente, folle da far stare male, intenso da far scoppiare il cuore, innocente o passionale è ossigeno a tutte l'età, non teme spazi ne distanze; è l'Amore il motore che ci sostiene, il fine di ogni essere, la linfa vitale, è la carezza nel cuore, l'abbraccio costante, è complicità nel silenzio, l'essenza dell'uomo; là dove non servono parole è il cuore che parla. L'Amore, trepidazione che arricchisce l'anima, l'inquietudine che da un senso ai nostri giorni e ci rende vulnerabili, fragili, facendoci anche soffrire quando non siamo compresi, quando urliamo in silenzio di quell'amore che ci fa male, che è trascurato, ignorato, deriso, dileggiato… negato...


SOGNANDO... VOLANDO di Francesco Maria GROSSO
ISBN: 978-88-96274-06-4 - 11,00 euro

Francesco Maria Grosso è nato e vive a Torino. Poeta, scrive anche testi per canzoni.
Ha pubblicato con le Edizioni Werner:
Foglie Gialle, novembre 1968; in questa silloge la vena poetica traspare sicura. L'accoratezza, la pudicizia, gli abbandoni, i lamenti, le ansie, hanno forza e grazia. Le immagini brillano all'insegna dell' umiltà.
Ricaldone silente, dicembre 1969 dove l'autore dialoga con l'amico Luigi Tenco nelle ore che concludono drammaticamente la sua Vita. Muta, al dialogo assiste la madre.


FILA... FILA... FILASTROCCA di Pier Carlo MASCHERA
ISBN: 978-88-96274-00-2 - 7,50 euro

Tante belle filastrocche... come questa:

Qui nel mare la barchetta
va pian piano, senza fretta,
e nel cielo, assai lontano,
vola libero un gabbiano.

Com'è bello passeggiare
sulla spiaggia e poi nuotare
mentre l'onda chiacchierina
culla il bimbo e la bambina.

E poi stendersi nel sole
e goder del suo calore
mentre un granchio poveretto
s'avvicina circospetto.

E la pelle, prima ambrata,
è color di cioccolata
mentre il vento l'accarezza
con la sua leggera brezza.

Ed il bimbo, col secchiello,
fa di sabbia un bel castello.
Com'è bello essere al mare
divertendosi a giocare!
 


IL TUTTO E IL NULLA di Rino PIOTTO
ISBN:978-88-96274-05-7 - 10,00 euro

Rino Piotto, ex insegnante di scuola media, è nato il 7 luglio 1950 a Fontaniva (PD). Collabora da una trentina di anni con "IL GAZZETTINO" di Venezia, seguendo in particolare la squadra di calcio del Cittadella (PD) che milita nel campionato di serie B.
Oltre a racconti e poesie, inserite su varie riviste e antologie letterarie, ha pubblicato nel 2002 il libro "Canti di Primavera" (Nicola Calabria Editore), nel 2004 "Canti del Nuovo Mondo" (Edizioni del Leone  Spinea), nel 2005 "Progetto Tshumbe-Congo" (Edizioni del Leone) e "Progetto Uomo Nuovo" (Edizioni Universum Trento), nel 2007 "Le Sabbie nel deserto" (Tipografia Sartore Fontaniva) ed un Trittico per la Pace in sei lingue (Edizioni Universum) con il conferimento della nomina di "Ambasciatore di Pace nel Mondo".


ONDE RUGGENTI di Sabina POLLET - Silloge poetica - ISBN: 978-88-96274-07-1 - 6,50 euro

SABINA POLLET, nata a Bollate (MI) il 27 febbraio 1970, è laureata in Lettere Moderne presso l'Università Cattolica di Milano. Negli anni 2005-2006 ha partecipato a numerosi concorsi di poesia ottenendo risultati soddisfacenti. Ha pubblicato due raccolte di poesie: "MARE DI STELLE" (Noialtri Edizioni, 2005); "LA MAGIA DEI CORALLI" (Montedit, 2006). Ha inoltre realizzato il quaderno "SACRO ISTANTE DI LEI" (Fondaz. Sandro Penna, 2006); tre calendari poetici: "ALBA COLORATA", 2006; "SEGRETI TURCHESI", 2007; "LUNULA", 2009 (Carello Editore).
Molti suoi testi sono inseriti in antologie.
Oltre a scrivere poesie, si dedica da anni allo studio dell'astrologia e in particolare dei tarocchi, come espressione del linguaggio simbolico dell'anima.


PLAY, SATCHMO di Mario PARODI - Silloge poetica -
ISBN: 978-88-89209-99-8 - € 11,00

Mario Parodi (Torino, 1950), laureato in Semiologia, ha insegnato per trentacinque anni materie letterarie presso istituti inferiori e superiori torinesi. Torna a pubblicare dopo venti anni una silloge di poesie. Nel frattempo ha spaziato dai romanzi ("La lama di Pascal", "Giocavamo senza numero") al saggio letterario ("La sfida di Demodoco") ai testi sportivi ("In bianco e nero", "Boom!") scritti a quattro mani con suo figlio Andrea. Da decenni si segnala come un instancabile artefice di svariate iniziative culturali. Tra queste ha fondato e gestito dal 1991 al 1995 per il Comune di Torino l'Osservatorio Poetico Giovanile "Opere d'inchiostro". Ama recitare in pubblico, compiere lunghi percorsi in bicicletta, ammirare superbi paesaggi alpini.

"Il fascino indistinto del nulla è il passaporto indispensabile per l'Infinito"

"C'è sempre un bimbo che va a cercare la figurina mancante fra le rughe della panchina"


È TRISTE ESSER ORFANI... PUR AVENDO PADRE E MADRE
di Stefania Groppo e Alberto Musso - ISBN: 978-88-96274-02-6 - Prezzo: € 8,00

Non è certo questo il primo volumetto che raccoglie castronerie e buffe storielle su alcune categorie di persone. È però sempre divertente leggere le "insufficienze" degli altri perché un po' ci consola delle nostre ed anche (mai ammetterlo però!) ci fa sentire più bravi.
Qui però abbiamo voluto porre l'accento sui figli. Infatti indubbiamente ci divertiremo leggendo le varie stupidaggini e buffe avventure che sono state raccolte in questo volumetto. Ma questi poveri bambini, sempre i veri protagonisti delle storielle, sono vittime vere di questi genitori un po' sprovveduti, talvolta egoisti, e per lo più, anche se incolpevolmente, ignoranti. Ed anche io mi ci metto in mezzo!

Alberto Musso

Gentile maestra,
Ci dico sempre anche io, ma dove hai la testa e lui mi dice qui!!!!
Non mi ascolta!

 

Disegni di Saracino Gianguido Silvio


AZZURRA - Racconto per ragazzi, scritto dai ragazzi - STEFANIA GROPPO e i ragazzi della IV C*
ISBN: 978-88-96274-01-9 - Prezzo: € 7,00

La storia di Azzurra, nasce tra i banchi della mia classe, a poco a poco, passo dopo passo… Ho incoraggiato, incitato, maltrattato fantasie arrugginite e pigre e da penna e colori è nata lei.
Desidero condividere con voi, questo traguardo, a conferma del grande potenziale creativo dei nostri ragazzi, ed offrire, a grandi e piccini, l'occasione di ritrovare l' Azzurra che c'è in ognuno di noi.

 Stefania Groppo
Azzurra cerca un amico, un compagno di giochi. Non è cosa semplice e, quando pensa di averlo trovato, qualcosa accade a rovinare la sua felicità, per fortuna solo per poco!
Acquistando questo libro si contribuisce a sostenere la Federazione Malattie Rare Infantili di Torino, poiché parte del ricavato sarà devoluto a sostegno delle attività.
* Classe del Secondo Circolo di Venaria Scuola A. Gramsci


QUASI MISTERO di Agata Fernandez Motzo - 6 euro - Silloge poetica
QUASI MISTERO

Vette innevate
fra azzurri intervalli di cielo
ondulati da catene contigue
di monti frastagliati….
Verdi pinnacoli
svettanti verso il sole
e spazi immensi
verso l'infinito…..
Nella circostante serenità
alberi secolari riflettono
nello specchio placido
del lago

il loro essere,
che con perenne
e silenzioso linguaggio
parla di origine remota…..
Quasi mistero!
Aleggia intorno
da lontano
lo spirito di Dio,
che nel mormorar della cascata
fa sentire,
divina,
la sua voce…

IL DOLORE

È il dolore
che a Gesu' ci unisce,
nel dolore si vive
la divina passione
e nella santa unione,
che esso sancisce,
continua nel Corpo Mistico
la Redenzione.


To be or not to be… this is the problem (Dubbi e certezze… in tratti di penna) di Aldo DI GIOIA
Prezzo: 10,00 euro ISBN: 978-88-96274-03-3

Aldo Di Gioia è nato a Torino nel 1953. È da una nuova vita che comincia a prendere forma, visualizzandosi materialmente nella dolce piccola Sara, che l'Autore prende spunto per questo suo:
"To be or not to be…this is the problem" "Dubbi e certezze…in tratti di penna"
È curiosa Sara, affronta la vita a piccoli morsi affondando gli incisivi nella polpa tenera del suo futuro, assaporandone ogni sfumatura e puntando l'indice alla guancia paffuta in segno di piacere e di coinvolgimento emotivo.
Il suo è un centellinare la vita, come un assaggiatore professionista che gode di ogni attimo, riponendo in una sacca laterale quelle sensazioni che le avranno procurato fastidio, forse per ripescarle un giorno come esperienze personali, che provocheranno qualche dubbio ma renderanno il vivere esperienza degna. In fondo anche il sapore amaro, di cui faremmo volentieri a meno, è un sapore che nella farmacopea può donare giovamento ad uno stato alterato della salute, riportando equi../librio e migliore condizione, tanto da permettere una vita più piena, in grado di far acquistare la consapevolezza che l'esistenza è un albero, le cui radici traggono giovamento, anche da un'amara lacrima di pianto.
E per ritornare al dubbio, "il dubbio" è ciò che nella vita aiuta a pensare.
E quale occasione migliore di trasformare un dubbio in certezza, se non quello del donarsi per donare la vita?


ANTOLOGIE DEL CONCORSO DEGLI ASSI - Terza edizione -

Il concorso degli Assi si ripropone di rimettere in gara poesie e racconti già premiati in altri concorsi letterari: un'occasione di confronto che molti autori hanno accettato partecipando a questa terza edizione. Questi volumi raccolgono tutti i racconti e le poesie presentate al concorso.


IN ATTESA DI TE - Riflessioni per nove mesi di Piera ALLOATTI -

PIERA ALLOATTI, nata a Torino il 5 marzo 1951, madre di due figli e due volte nonna, poetessa e scrittrice, ha pubblicato cinque sillogi di poesie:
SOGNANDO CIELI AZZURRI, STAGIONI E PASSIONI SOTTO IL SEGNO DEI PESCI, BURRASCHE ED ARCOBALENI, GIRANDOLE DI PAROLE, NONTISCORDARDIME;
e tre brevi romanzi: DAL 1800 AL 2000: STORIE DEI NOSTRI NONNI, FUORI ORARIO, TU SEI GIA' QUI.
Ha ottenuto numerosi riconoscimenti in vari concorsi letterari.
Nel 2007 ha lasciato il lavoro di impiegata, per dedicarsi con entusiasmo alla professione di nonna.
Dopo "TU SEI GIA' QUI – NOVELLE PER NOVE MESI", dedicato alla nipote Alessia, ha scritto "IN ATTESA DI TE - RIFLESSIONI PER NOVE MESI", dedicato alla nipote Giorgia.
Il libro, scritto nei nove mesi precedenti la nascita della bambina, è una lunga lettera in cui, fra cronache e riflessioni, si fondono ricordi del passato, momenti del presente e speranze per il futuro.
Filo conduttore di entrambi i ../libri è l'amore per la vita, che ha sempre ispirato tutta la sua produzione letteraria.


Quaderno di traduzioni 5 di Alessio MANZO - 5 euro -

La presente crestomazia curata dal dottor Manzo (grecista, latinista, poeta, filosofo, teologo) racchiude gli scritti pervenuti tramite la "Vita e dottrina d'Epicuro" di Diogene Laerzio, i frammenti di Eraclito, Nevio, Livio Andronico, Anassimandro, Anassimene, Parmenide ed Empedocle, un libro del poema lucreziano, uno dell'"Odissea", la chiusa d'uno di Lucano, e d'una biografia di Plutarco, un trattato morale di quest'ultimo, un idillio teocriteo, una vita di Nepote, sei epigrammi di Paolo Silenziario, cinque capitoli tacitiani, sallustiani e di Senofonte, tre ciceroniani, dodici tucididei e di Luciano, quattro Carmi catulliani, un'elegia di Solone, sei excerpta giustinianei e un'Epistola petrarchesca.


ANCH'IO TI GLORIFICO di Agata FERNANDEZ MOTZO
- Silloge poetica -
- 6 euro -

Anch'io Ti glorifico
Il cielo è sereno, il mare azzurro,
intorno è luce e pace.
E' limpido il mattino.
Sulla cima di un verde pino
canta a squarciagola un uccellino
cui gioioso risponde da lontano
un allegro cinguettio.
Tutto intorno è lode e gloria a Dio.
E io come Ti glorifico, Signore?
Con la mia miseria? Coi miei peccati?
Dal mio cuore contrito e affranto
anch'io levo a Te un canto:
è un inno alla tua Misericordia.

Nel tramonto dorato
Nel tramonto dorato
giunge alla scogliera
da lontano
il fresco profumo
dell'onda salmastra
che scivola fragrante
sul mare
e poi s'infrange
con grande fragore……
Vorrei tuffarmi
e raggiungere a nuoto,
oltre l'onda spumeggiante,
il sole che tramonta rubicondo
dietro l'orizzonte….

Dal cuore del creato
Dal cielo, dal mare,
da tutta la terra
sale a Te una pura fragranza…
Dall'intero universo
a Te è lode perenne!
La luce del mattino,
il profumo dei fiori,
la brezza marina,
le voci e i silenzi,
lo scibile e il mistero…
Tutto è lode a Te,
divino Motore, eterno Vero!
Dal cuore del creato
si leva un palpito d'amore
e tutto anela a Te,
o Creatore.


Al crepuscolo l'ombra di un lupo è la mia compagnia di Monica Fiorentino - Raccolta Haiku

L'haiku vede la sua diffusione in Giappone nel XVI secolo.
Forma poetica dalla struttura molto semplice: l'haiku è formato da diciassette sillabe, suddivise nella catena 5-7-5; il cui significato profondo richiede una lettura attenta e interiore adatta a scoprirne la "profondità misteriosa".
"Simile ad un attimo di vita che diventa verso: questo è l'haiku"
Capace di toccare le corde più nascoste del cuore, di incantare con i suoi versi privi di titolo, ma pieni di una vita inimmaginabile; è con la sua semplicità che l'haiku cattura, con il suo essere estraneo a fronzoli e orpelli che coinvolge e fa sognare ad occhi aperti, portando il lettore con la potenza delle sue immagini nude di ogni artificio ad una dimensione totalmente aulica, eterea, sospesa fra il sogno e la realtà, pregna di un'atmosfera ovattata...

Spirano vizze
le foglie dal ramo:
trame d'autunno

Il girasole
ruota nei campi:
raggi d'estate

Batte il gallo
tre colpi di scure:
è pasqua


La storia del kappa Nagata e della dolce Aso di Monica Fiorentino

Narra un'antica leggenda che nelle notti di primavera, sull'Isola di Nippon riecheggi portato dal vento, il canto melodioso di un rovo di spine color giallo oro, che rivolti i propri boccioli alla luna, racconta al creato intero la storia del kappa Nagata e della dolce Aso … La storia dello spirito d'acqua del Fiume di Mizu, dispettoso e malandrino e della dolce fanciulla delle risaie, che incontratisi un giorno per caso si erano ritrovati a stravolgere di colpo uno la vita dell'altra, cambiandola irrimediabilmente per sempre … Tingendo col colore giallo oro dei loro sentimenti, caldi di sole e di vita, un rovo rinsecchito di rose facendolo rifiorire più forte e rigoglioso di prima, a portare nell'intero creato l'eco della loro novella per l'eternità …


UN AMICO MI DISSE di Fulvio FERRERO - 7 euro -

Un amico mi disse: "Difficile non è scrivere, ma continuare a sognare".

Ispirazione
Vorrei scrivere versi senza metafora,
né luoghi comuni, frasi abusate.
Ché la musica scorresse
senza trucchi dalle parole
od ingabbiata dalla nenia o dalla rima.
Sarei un gran poeta
che contempla e scrive nulla.

Ancora ai Murazzi
Sì, ancora all'appuntamento
con quella distesa che scorre,
s'increspa,
si spiana il mio cuore
nella corsa del fiume.
Sì, ancora un gabbiano.
Lui passa impertinente,
grida roco e vola lontano.

4 novembre 2008
Ti tenne la porta,
ti fece passare.
Lo guardasti dritto negli occhi,
stupita, umiliata, risentita.
Per scherno, pensavi.
Nel paese del KKK,
croci sinistre ancora fiammeggianti,
eri un fantasma,
trasparente,
uguaglianza di carta,
per convenzione di leggi.
Non potevi capire.
Nell'America che non amo,
eppur mi sorprende,
hai vinto anche tu,
figlia abbronzata
della Carolina del Sud.