VIAGGIO di Agata Fernandez Motzo - 6 euro -

Prima della creazione siamo stati da sempre nella Mente di Dio, suo divino progetto come tutto il Creato. Il Creatore dell'universo, a coronamento della Sua opera, creò alla fine l'essere umano, perché amasse il suo Creatore e lo creò a Sua immagine, dotato di intelligenza e di anima immortale. A lui fu sottoposto l'universo intero. Se non fossimo liberi non saremmo a immagine di Dio ma come le altre creature, soggette all'istinto o a determinate leggi naturali. Questa libertà indusse l'uomo al peccato, perchè il suo io, il suo egoismo, per amore di se stesso si allontanò dall'amore di Dio. Questa trasgressione gli inculcò il desiderio di cercare, con superbia, nel male, che non conosceva, la felicità che solo in Dio poteva trovare.
Ma nel Regno eterno di Dio il male non esiste, quindi dovette cercarlo nel tempo e nel tempo il male gli fu sempre compagno e, poiché tutto era stato creato per lui, tutto il creato ne fu contaminato e il male fu innestato nella natura che lo continua a trasmettere.
Il tempo è una parentesi in seno all'eternità e la vita dell'uomo nel tempo è un viaggio durante il quale egli cerca la felicità perduta, desiderio che la natura stessa gli trasmette, ma offuscato dal peccato, per cui spesso egli cerca questa felicità nell'errore.
Dio però non ha per questo abbandonato l'uomo che Egli ha creato per amore, e, nella pienezza dei tempi, il Verbo si è incarnato, per insegnare agli uomini che cos'è il Regno di Dio e come e dove trovarlo:"Io sono la Via, la Verità, la Vita".
Chi accoglie e osserva questa Verità, durante il suo viaggio nel tempo imparerà a spogliarsi del proprio io, del suo egoismo, e nell'altruismo, cioè nell'amore del prossimo, farà esperienza del vero amore. Così si riscatterà dal peccato originale per i meriti di Cristo, di quella Verità che gli ha insegnato la Via giusta, che a Lui è costata la propria Vita per ridare all'uomo la vera vita, quella che per la sua trasgressione aveva perduto.
Al prezzo di quel sangue divino l'uomo, sempre libero, può ritrovare, se vuole, la sua salvezza.
La parentesi del suo tempo si chiuderà quando sarà finito il suo viaggio, ma la sua vita continuerà nell'eternità e, se nel tempo ha viaggiato sulla via che Gesù gli ha insegnato, cioè secondo il Vangelo, ritornerà purificato e redento nel Cuore di Dio.


CALEIDOSCOPIO di Walter Goglio e Elettra
- 30 Racconti a due voci - Illustrazioni di Walter Goglio -

Walter Goglio, nato a Torino nel 1931. Ex dirigente FIAT, dove ha lavorato per 33 anni.
Appassionato di disegno, pittura e storia piemontese; ha partecipato a numerose mostre, ricerche e pubblicazioni.
Dalla storia del Piemonte ha tratto ispirazione per il suo ultimo libro "Mestieri storie e personaggi del vecchio Piemonte" dove illustra e descrive vecchi mestieri, episodi curiosi, leggende e tradizioni.

Elettra, nome d'arte suggerito dalla figlia, è nata a Torino nel 1966, scrivere e viaggiare sono da sempre i suoi desideri,impegnata nella promozione della salute e del benessere, dopo alcune collaborazioni e lavori di ricerca, è alla prima esperienza letteraria.


IN VIAGGIO di Michela BONDIOLI

Incipit:
Sento dentro di me una musica nuova che nasce dal mistero di una poesia, di una voce incantata che soffia, che bisbiglia. Tutto è sentore di movimento, tutto si eclissa nell'andirivieni di gesti e di rituali. Voglio inoltrarmi nel vuoto di un momento, saltare tra ritmi che si succedono.
Perché non mi accompagni tra le rive di questo oceano a dimenticarmi?
Dimenticare tutto quello che ho già detto o già fatto, dimenticare l'oblio del mondo, l'assuefazione al bello, al sentito dire, dimenticare la cantilena, la morsa del freno che ti fa azzittire, il colpo che ferisce, l'arma che disarma.
Perdermi per ritrovarmi.
Non mi aggrappo più a vecchie ali, non volo più nella foschia per alleggerirmi, ma cado, cado sicura, forte, cado in piedi, forse, ma lascio andare, abbandono. Come credere di raggiungere il chiarore della luce se intorno a me abiti pesanti mi affliggono, pesi gravano sulla mia schiena?
Come pretendere di solcare i mari se dalle mie braccia pendono ancora una volta ricordi, paure, intenti, pensieri? Come un alce mi dirigo verso la meta, conscia dell'andare … So che non sarà facile e allo stesso tempo sarà allettante … So che per arrivare dovrò sostare in me stessa per poi sprofondare in trappole di niente. Che bello!
Andare a passeggio con la mia anima, per mano ai miei inganni, andare per tornare a rivalutare, a ripensare per sostenere.


QUI SI FA BUCA - raccolta a cura del Centro Socio Culturale Anziani di Fuligno (Firenze)

In occasione del quinto compleanno del Centro Socio Culturale Anziani il Fuligno, centro del Quartiere 1, Comune di Firenze associato A.N.Ce.S.C.A.O. abbiamo scelto di uscire con questa breve, ma intensa pubblicazione. Iniziativa che proseguirà nel tempo con uscita annuale aumentando le pagine e la tiratura. La maggior parte delle pagine sarà e rimarrà dedicata alla poesia con riferimento all'arte visiva, ma senza dimenticare il mondo del sociale, fonte principale di vita dei centri anziani sparsi per il territorio nazionale. Il Fuligno è situato nella storica via Faenza a due passi dalla stazione centrale e ai capolinea di importanti linee di trasporto su gomma. Ci siamo trovati a gestire quasi per gioco questa struttura che per le sue belle caratteristiche si presta molto alle tematiche della cultura in genere, questo anche alle direttive del Coordinamento Centri Anziani di Firenze e il Quartiere 1; influente è stata anche la mia passione per la pittura (dipingo dal 1970). Vorrei dire tanto, ma sono abituato a lasciare la parola ai fatti visivi. Approfitto perché vorrei ringraziare chi mi ha aiutato nello sviluppo di questo importante centro culturale conosciuto ormai nel mondo e scusate se è poco. Grazie a: Tiziana Curti che mi ha permesso di conoscere e inserire nel centro l'Accademia Alfieri che con il laboratorio di poesia del giovedì e la biblioteca di poesia contemporanea mi ha permesso di aprire le porte alla poesia stessa. Fra l'altro l'Accademia insieme alla poesia ha portato il centro sulla radio cosa da non sottovalutare per importanza oggettiva. Un grazie lo devo anche all'amico Gennaro Battiloro che mi ha permesso di conoscere una branca di poeti qualificati provenienti da Roma, Napoli e Trieste, di Gennaro voglio ricordare le sue capacità di regista dando vita e colori alla poesia. Concludo ringraziando quei semplici volontari che nel mio, nel vostro e in tutti i centri lavorano per permettere, alle attività di andare avanti e crescere.

Andrea Bagnai


AL MATTINO... UN SORRISO di Anastasia BULLO

Anastasia Bullo ha partecipato alla prima edizione del concorso letterario internazionale Profumo d'Antan classificandosi, col racconto Al mattino... un sorriso, al primo posto della sezione narrativa giovani.
Questo libro è il premio che l'associazione Carta e Penna, promotrice del concorso, dona alla giovane autrice.

La mia passione
Il corpo si muove,
s'articola l'energia
che mi esplode dentro.
Passatempo,
divertimento,
svago che libera la mente,
è la mia passione…
lo sport.

Bianca luce
Risplende
nel candore della neve
la bianca luce
d' una stella,
è il riflesso di un angelo,
con passo lieve
mi accompagna verso il Natale.
Timido s'affaccia un sorriso,
è ricco il mio cuore,
di tanto amore.

Buio
Oscuro,
invalido silenzio,
ritrovo me tutto affranto.
Dolore,
ecco cos'è,
è il buio nella notte più oscura,
nella notte più taciturna,
solo il buio.
Amore,
no, non c'è nella mia notte.
È nell'aurora
e nel giorno del tuo futuro.


IL TEMPO È UNA BUGIA di Diego FABI

Noi siamo eterni, oltre noi non c'è nulla, ed è in questa eternità che troviamo la vera solitudine.
"Mai"e "Per Sempre" non sono altro che il fronte di una stessa medaglia, di cosa ci sia sul rovescio non è dato saperlo.
Cosa c'è quindi di più triste e solingo se non questa condanna?
In quanto eterni ci aspetteremo l'onniscienza: niente di più sbagliato: in quanto eterni viviamo d'ignoranza.
Volta quindi la medaglia: scopri cosa cela il suo rovescio ed avrai solo la condanna alla mera mortalità, volta la medaglia e sarai già morto: non ti è dato sapere. Che gusto potesse avere quel pomo, i progenitori cristiani l'hanno pagato davvero molto caro.
Ed ho scelto, ho scelto l'immortalità e l'ignoranza e sulle tombe di coloro che hanno deciso di voltare la medaglia, per sempre ballerò con invidia e risentimento. Ma io sono eterno e la solitudine, il dolore e la sofferenza sono solo illusioni.
Il tempo è una bugia!


Il bacio silloge poetica di Maria Grazia Stiavelli Silvani
Prezzo: 10,00 euro ISBN: 978-88-89209-98-1

Dall'introduzione: Scrivere dell'amica Maria Grazia, Graziella per gli amici, e delle sue poesie mi emoziona e mi intimorisce allo stesso tempo perché lei è una poetessa vera nell'arte e nella vita. Ci provo citando Goethe "Chi vuole comprendere la poesia deve andare nella terra della poesia: chi vuole comprendere il poeta deve andare nella terra del poeta". Sono andata a trovare Graziella nella sua bella casa, arredata con gusto: tanti mobili antichi, quadri, ritratti, un pianoforte e una festante cagnolina candida come la neve. L'ambiente le somiglia nella sua luminosità ed eleganza. Lei è spigliata, gentile ed ospitale. Pochi convenevoli ed abbiamo parlato di poesia. Poesia nelle cose, nei ricordi, nel modo di fare. E' proprio vero: poeti si nasce! Era un giorno di splendente primavera e guardando dalla sua finestra verso quella che un tempo era la campagna torinese mi ha detto vedi, appena poco più in là un tempo pascolavano le greggi con i loro pastori. Mi ha raccontato di una Torino ancora incantata e immersa nel verde dei campi ed io mi sono lasciata rapire e trasportare da quelle soavi parole e fantasticando immaginavo le pecorelle come ricciute nuvolette brucare l'erba ai piedi della Mole Antonelliana. In realtà mi stava mostrando una bella fotografia di un luogo e di un tempo ormai perduto e lo faceva con intensità e dolcezza...

Matilde


RACCOLTA DELLE OPERE DI POESIA DEL CONCORSO LETTERARIO INTERNAZIONALE PRADER WILLI
ISBN: 978-88-89209-96-7 - 5 euro


RACCOLTA DELLE OPERE DI NARRATIVA DEL CONCORSO LETTERARIO INTERNAZIONALE PRADER WILLI
ISBN: 978-88-89209-97-4 - 10 euro

Contattare la segreteria per prenotazioni di copie: Tel: 011.434.68.13 - 339.25.43.034 e-mail: cartaepenna@cartaepenna.it


DIONIGI AREOPAGITA - DELLA CELESTE GERARCHIA

L'opera dell'Areopagita è caratterizzata dalla ricerca scientifica della verità dogmatica in merito alle intelligenze celesti. Malgrado ciò un misticismo diffuso emerge dalle sue pagine dense di pensieri elevati. La divina provvidenza che governa l'universo persegue come intento la divinizzazione degli esseri viventi. A questo scopo Dionigi " invocando Gesù, la luce del Padre, in realtà quella vera, che illumina ogni uomo che viene al mondo, con cui abbiamo avuto accesso al Padre, fonte di luce… celebra la veneranda beatitudine della divinità sopra la sostanza come parola e intelligenza ed essenza, mostrando l'eloquenza divina e la sua sapienza e la reale sussistenza e la vera causa della sussistenza degli esseri, e come luce la rappresenta e chiama vita".


IL DHAMMAPADA di Alessio MANZO - 5 €.

Il Buddhismo è la dottrina predicata dal principe indiano Gautama e compendiata nel "Dhammapada". "Colui la cui conquista non è conquistata nuovamente, nella cui conquista nessuno in questo mondo entra, su quale sentiero puoi condurre lui, il Risvegliato, l'Onnipotente, l'impraticabile". "Lo zelo è la via dell'immortalità (il Nirvana), l'imprudenza la via della morte. Quelli che sono zelanti non muoiono, quelli che sono imprudenti sono come già morti… Questa gente sapiente, meditativa, assidua che possiede sempre forti poteri, raggiunge il Nirvana, la suprema felicità…vuota e incondizionata libertà". "Il discepolo del Buddha veramente Illuminato splende assai con la sua conoscenza… fra la gente che cammina nell'oscurità…Una è la strada che conduce al benessere, un'altra la strada che conduce al Nirvana; se il Bhikshu, il discepolo di Buddha, ha imparato ciò, non agognerà l'onore, bramerà la separazione dal mondo… Un uomo saggio dovrebbe lasciare lo stato oscuro (della vita ordinaria) e seguire lo stato luminoso (del Bhikshu)". "La persona venerabile (Arhat)… Colui che, se vestito con bell'abito, esercita la tranquillità, è calmo, sommesso, misurato, casto, e ha cessato di trovare colpa in tutti gli altri esseri, è proprio un Brahmano, un asceta, un monaco (Bhikshu)"


AVERROÈ - COMPEDIO DELLA METAFISICA ARISTOTELICA di Alessio MANZO - 5 €.

Sono qui tradotti i primi due libri del "Compendio" averroista dalla versione spagnola di Carlos Quiròs Rodrìguez per merito del dottor Manzo (poeta, filosofo, teologo, grecista, latinista).


PETALI SPARSI di Paolo GRECCHI - 5 €.

IMPRESSIONI SOTTO L'OMBRELLONE
Mare,
ieri eri un'oasi di pace,
di silenzio,
di tranquillità,
eri un luogo dove ritrovavo la serenità perduta,
oggi…
quante parole al vento,
quante espressioni intrise di ipocrisia,
quanti propositi che durano pochi attimi,
solo il tempo di spalmare una crema solare.
Mare,
crogiuolo di vizi mascherati,
di virtù bruciate e…
il tempo scivola via lento
lasciandomi solo coi pensieri del crepuscolo.

E LA VITA...
Vorrei prendere un tuo sorriso
per donarlo a chi non ne ha mai avuto.
Vorrei prendere una mia lacrima
per bagnare il cuore di chi l'ha ancora arido.
Vorrei prendere uno spicchio d'amore
per donarlo a chi non è amato.
Vorrei prendere una manciata di speranza
per offrirla a chi è sfiduciato.
Vorrei approfondire il mistero
per rivelarlo a chi non lo comprende.
Vorrei…
e la vita non sarebbe più un presente che opprime,
né un futuro effimero,
ma uno scorrere del tempo
che cancella le ombre del passato
sul sentiero che porta verso la luce.


CON ALI DI LIBELLULA di Agata FERNANDEZ MOTZO - 6 €

Com'è triste vedere triste un immigrato
che, per necessità,
gli affetti e le cose care ha lasciato:
la sua terra coi verdi prati e i monti,
il suo mare ed il suo cielo……
Vive adesso con l'amarezza nel cuore……
Altro non gli è rimasto che solitudine e gelo…….
Quelli nel benessere adagiati,
chiusi nell'egoismo, ingrati,
non danno mano per lui alla Provvidenza,
ma nel vederlo sbuffano
con ostile intolleranza.
Oh, com'è grave questo peccato!
Che siamo tutti fratelli
sembra l'abbiamo dimenticato.

Eppure Cristo è morto in croce
per avercelo insegnato!
O Padre, Dio buono, che cosa posso io fare?
Potesse l'olocausto dei miei malanni
a questi infelici lenire gli affanni!
Nel corpo mistico della tua Chiesa io sono
piccola cellula alimentata da divino ardore,
con affetto vorrei quindi volare
per giungere al tuo Cuore con ali di libellula
e unire col tuo immenso amore
la mia piccola fiammella.
Possa la mia preghiera
la loro triste vita rendere più bella:
sorrida, finalmente, l'immigrato,
per aver e fiducia e speranza,
anche in terra straniera, ritrovato.


GLI INTRIGHI DI ALBINE di Cristina CONTILLI - 6,40 euro

Albine De Montholon, amante di Napoleone all'isola di Sant'Elena dal 1815 al 1819, è la protagonista di questo nuovo romanzo del ciclo di Alain e Juliette. Tornata in Francia nel 1819 Albine non riuscirà nel suo intento: quello di trovare qualche politico francese disposto ad intervenire presso il governo inglese, per mitigare l'esilio di Napoleone, consentendogli di trascorrerlo in un luogo meno inospitale di Sant'Elena. Diventerà, invece, l'amante di un ex ufficiale medico della marina: il dott. Nicolas De Blégny, amico del colonnello Alain De Soissons, dal periodo in cui era il dottore della caserma della Guardia Costiera di Calais, comandata da Alain. Alle vicende di Albine e di Nicolas si intrecciano quelle di Dolmancé che, dopo la morte del conte De Toussaint, ha aperto, con il lascito che gli ha destinato il conte, una libreria, frequentata soprattutto da donne, appassionate lettrici di romanzi, tra cui anche quelli erotico avventurosi di Juliette. Attraverso la sua attività Dolmancé conosce l'ex generale Gaspard Gourgaud che dopo aver trascorso un periodo a Sant'Elena ed un altro in esilio in Inghilterra nel 1821 è finalmente potuto rientrare a Parigi, dove ha aperto una piccola casa ed. che pubblica testi di storia ed in particolare libri di memorie di ex ufficiali napoleonici.


DISCOTECA D.O.C. di Nicola CIERI

L'autore, nato a Carunchio (CH), vive a Torino. Laureato in Lingue e Letterature straniere, ha pubblicato il suo primo libro nel 1987 (I Percorsi delle immagini, Ed. Nuovi Autori – Milano). Il volume, con una presentazione di Delfina Provenzali, è stato premiato al Concorso Nazionale di poesia "Pablo Neruda" di Pinerolo (TO). Con l'Editore Campanotto (UD) ha dato alle stampe nel 1996 "La Passion de la liberté", antologia poetica bilingue che, nella presentazione del Prof. Lionello Sozzi(Università di Torino), viene considerata un utile strumento di lavoro per la scuola. L'opera è stata recensita dalla rivista culturale "Talento"(TO) ed è stata segnalata da "La Repubblica". Alcune sue considerazioni sulla traduzione poetica sono apparse su "Zeta News". Nicola Cieri ha tradotto, conservando le rime, "Sagesse", "Amour", "Bonheur", "Parallèlement" di Paul Verlaine oltre a "Les Fleurs du mal" di Charles Baudelaire. Con il romanzo "Quando non si ha che l'amore", l'autore ha intrapreso la sua prima esperienza narrativa e ha ottenuto il Premio Nazionale "Pavese-Gori".


IL MISTERO DEL CASTELLO INCANTATO
di Raffaella CARRISI MARTINI - ISBN: 978-88-89209-94-3 - 15,00 euro

"Il Mistero del Castello Incantato", è un documento storico di vite vissute nelle nazioni Russia, Austria, Grecia, Italia. L'Autrice si propone di evidenziare l'amore, la pace e fraternità fra i popoli della terra. Carrisi è di origine nobile, come lei stessa ricorda in questo libro e vive le reminiscenze della vita, nella storia di Olga Pedrowà (1806 – 1912), vissuta a Leningrado.

La letteratura della poetessa-scrittrice di Toledo, Raffaella Carrisi Martini, si estrinseca in molteplici espressioni "Poesia e Prosa" e per meditare più vicino a Dio, ella si rifugia tra i dolori e i suoni del vento, fra le pianure che la videro nascere, ai monti della Val di Zoldo Alto, (Belluno). Per questa sensibilità di spirito e particolare operosità culturale, il M.U.F.U. (Movimento Universale Fraternità Umana), ha graziato Carrisi, con l'assegnazione del M.T.C. (Marco Tullio Cicerone), in ricordo della sua abnegazione per lasciare un messaggi di fede, d'amore e di fraternità alla storia.


IL DIORAMA DEL MIO LABIRINTO di Mauro MONTACCHIESI -
ISBN: 978-88-89209-92-9 Prezzo: 10,00 euro

"Labirintismo: perché? Ascrivo al Labirintismo un'ermeneutica esistenziale! Lo contemplo come una mia istanza inderogabile di approdare AD IMA FUNDAMENTA, ovvero ai miei più imi precordi, là, nell' ostello dei miei sentimenti, delle mie emozioni, con l'auspicio di far luce tra i meandri del mio intricatissimo plesso interiore o, paradossalmente, da esso trarre luce da portare in superficie."
Al Concorso Nero su bianco per Opere Edite - 1^ Edizione - organizzato dal Comune di Capranica (VT) ha ricevuto il Premio alla professione – big gold medal col testo edito Il diorama del mio labirinto. Motivazione: "Sì, questo è un libro che vibra di forza interiore, che approda nella testa altrui e vi rimane a lungo, per l'originalità e la gradevole sostanza"
Visita la pagina dell'autore:


Racconti tratti da un Moleskin di Valentina CAVALLARO

Valentina Cavallaro è nata e vive a Torino, città simbolo della magia.
Ama percorrere le vie più gotiche della sua città da cui trae ispirazione per i suoi racconti.
Ha strappato al grande artista Amedeo Modigliani il suo motto (e un bicchiere di assenzio!), facendolo proprio: «Tans pis! Je veux une vie brève mais intense», adora i cafè letterari parigini, ritrovo dei suoi beneamati artisti bohémiens, per i quali labile era il confine tra genio e follia.
La sua carriera letteraria è iniziata con la vincita del Concorso Letterario "Emozioni Sfumate" indetto dal Comune di San Gillio con l'opera "Ladro di me", da lì sono seguiti la vincita al Concorso Letterario " Storie di quartiere" indetto dalla quinta circoscrizione in collaborazione con l'Associazione Culturale Ombre dove si è aggiudicata il primo posto con l'opera "Psicopatologie di piccole vite quotidiane", il Premio Speciale della Giuria alla quarta edizione del Concorso Letterario "Prader Willi" con l'opera "La maledizione di Utrillo" indetto dall'Associazione Culturale Carta e Penna, e infine (per il momento, si spera) la vincita al Concorso Letterario Profumo d'Antan, aggiudicandosi il primo posto della Sezione Giovani con l'opera "Nel paese dei sogni"indetto dall'Associazione Culturale Carta e Penna; questo libro è il premio posto in palio dall'Associazione, promotrice del concorso.


L'innamorato... detective (Detective in love) di Dina Marika RICCARDINI

Dina Marika Riccardini: di origine marchigiana ( Chiaravalle, Ancona ), dopo aver vissuto per parecchi anni nel Veneto, a Padova e a Verona, Dina Marika Riccardini si considera " cosmopolita".
Laureata all'Università di Bologna in Lettere e Filosofia, ha collaborato con vari giornali e riviste prima di iscriversi all'Albo dei Giornalisti come pubblicista: Il Resto del Carlino, Marche Domani, Il Centro Marche, Jesi e la sua Valle, L'Araldo, Single e non solo, Penna d'Autore, Il Club degli Autori, Il Messaggero, Il Corriere Adriatico.
Ha partecipato a vari concorsi letterari nazionali ed internazionali, in cui è stata premiata con coppe, targhe, medaglie e diplomi. Nel Settembre 1994 a Milano nel Concorso " Borgo degli Artisti" ha vinto il I Premio con coppa e diploma d'onore. Nel 1995 nel Concorso " Il Club degli Autori" ha vinto come premio la pubblicazione del romanzo" Kalina ".
Avendo frequentato l'Accademia d' Arte Cignaroli di Verona si è dedicata con passione anche alla pittura a olio e ad affresco, allestendo varie mostre personali.
Infine è stata per un anno giornalista di bordo della Compagnia greca Anek Lines, scrivendo, dopo questa straordinaria esperienza, articoli per le navi Lissòs, Latò, El Venizelos, e i due romanzi ambientati in Grecia durante i suoi viaggi: Kalina e Il Generale e la ballerina e il saggio turistico Il Porto di Ancona e le sue navi dall'antichità ad oggi.
Ha partecipato al concorso letterario Profumo d'Antan bandito dall'Associazione Culturale Carta e Penna di Torino classificandosi al primo posto della sezione narrativa col racconto Ci "parlavamo" a Regio Parco.
Questo libro è il premio messo in palio dall'Associazione promotrice del concorso.


SE È POESIA di Annamaria VEZIO
ISBN: 978-88-89209-81-3 Prezzo: 13 euro

Annamaria Vezio, nasce in una ridente cittadina del Sud fra il mare e le colline. Fa suoi i colori musicanti dei verdi digradanti e degli azzurri del cielo e del mare che si fondono nei colori che avvolgono il tutto. Già da bambina partecipa a concorsi di arte poetica e figurativa classificandosi sempre ai primi posti, crescendo, affina le sue capacità espressive con studi mirati pur allontanandosi gradualmente da scuole di pensiero restrittive. Accomuna ogni esperienza emotiva e, fondendo musica e colori e parole, dipinge pagine e tele di espressioni dell'anima. Grazie ad un lessico forbito, rende scorrevole ed emozionante i suoi componimenti, così come i suoi dipinti trasmettono carezze per il cuore. Riceve numerosi premi, onorificenze e diplomi di segnalazione in Italia e all'estero, è stata recentemente inserita nell'antologia di Poeti Contemporanei, "La Porta del Mondo". Vince a Roma, con il libro " Annadelmare del sì ", il secondo premio di Narrativa al Concorso Nazionale "La Magnolia". Per trent'anni risiede in una città della Lombardia che sente grigia e limitativa, compaiono, infatti, nei suoi componimenti la tristezza e la nostalgia di orizzonti colorati e liberi. Dal Nord si trasferisce in Toscana, a Firenze, dove vive ed opera da cinque anni, dal momento in cui (come il Manzoni), sentì il bisogno di "risciacquatura" in Arno, donando alle proprie liriche e alla prosa, nuova linfa.


6634 sillabe - 40 poesie di ieri e di oggi di Vittorio CATTANEO - ISBN: 978-88-89209-91-2

Vittorio Cattaneo è nato ad Alessandria il 23 Settembre 1948. Si trasferisce a Torino nel 1956. Tra il 1964 ed il 1968, anno in cui rientra definitivamente in Italia, trascorre parte della sua vita all'estero per motivi di studio e lavoro. Fin dall'adolescenza ha con la Poesia canonica un rapporto travagliato ed instabile, alternando brevi periodi di intensa attività a lunghi silenzi. Solamente dopo i 40 anni abbandona lo stile classico e si rivolge alla Poesia contemporanea e al verso libero. Sempre critico verso sé stesso ed in continua ricerca di uno stilema espressivo che coniughi dignità di forma e spessore di contenuto, disperde la quasi totalità delle opere (ritenute insoddisfacenti) fino ad allora prodotte, recuperandone alcune in "Fogli sparsi", breve raccolta poetica illustrata con opere della nota pittrice venariese Mariella Lavarino (Venaria, Giugno 2001 – pubblicata in proprio ) ed inserendo le rimanenti nella silloge – prettamente autobiografica – "Di me e d'altro" (Lorenzo Editore – Torino, Giugno 2002 ). L'anno seguente partecipa in veste di coautore alla stesura della piccola antologia poetica " Confluenze" (Lazzaretti Editore – Torino ). Nel mese di Aprile 2006 esce la silloge "Aspettando l'aurora" che l'Autore presenta personalmente alla Fiera Internazionale del Libro di Torino, presso lo stand della Ibiskos Editrice di A. Risolo, che ne ha curato la pubblicazione. Dal 1998 le sue liriche sono inserite nelle antologie di prestigiosi Concorsi nazionali ed internazionali, in antologie tematiche, di scrittura collettiva – anche a supporto didattico – e bilingue. L'Autore, insignito dell'onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana, collabora con varie Associazioni ed Accademie Culturali e talvolta anche a programmi radiofonici di divulgazione del messaggio poetico, presso una emittente torinese. Attualmente vive in Borgaro Torinese.


PAROLE COME NUVOLE (8 €.) e POESIE GIOVANILI (5 €.) di Daniela CESCO -

Daniela Cesco è nata in provincia di Venezia nel 1950 e ha conseguito la laurea in Pedagogia presso la facoltà di Magistero dell'Università di Padova nel 1975. Da sempre ama scrivere poesie e ha partecipato a numerosi concorsi internazionali ottenendo il terzo posto al concorso Poetando di Calenzano (FI), al Viareggio Carnevale e al Prader Willi di Torino. Nel 2006 le è stata assegnata la menzione di merito al Concorso degli Assi di Torino ed è stata segnalata dalla critica per il racconto Il viaggio al Concorso Internazionale di Campi Bisenzio. Nel 2007 è stata premiata al Concorso Nazionale Città di Rufina - premio poesia e ha vinto il primo premio al Concorso Nazionale di Poesia per la vita di Fucecchio. Alcune sue poesie sono state pubblicate in Fermenti e Antologia Italiana dei poeti contemporanei (Libro italiano, World editore). Attualmente è insegnante elementare nella provincia di Firenze, dove vive.
Acquistando copia di questi libri si contribuisce a sostenere le attività della Federazione Prader Willi - Prenotare copia inviando e-mail a cartaepenna@cartaepenna.it


AVELTOR di Flaviano CALENDA - 12,00 €.

Flaviano Calenda nasce il 16 maggio 1986, e vive a San Marzano sul Sarno. Da piccolo si appassiona al fumetto e all'animazione, in particolare Disney, fino poi alla scoperta nell'adolescenza del mondo di manga e anime. Ama tutto ciò che ha a che fare col fantasy e col magico, dai giochi di ruolo da tavolo ai videogiochi, dai libri di Tolkien a quelli di Rowling. Ama disegnare, e questo lo porta ad intraprendere studi artistici, prima all' Istituto d'arte di Sorrento, e poi all'Accademia di Belle Arti di Napoli, dove tuttora studia. Questo testo nasce nel 2007, in seguito al concorso "Scrivimi…" a cui Flaviano ha partecipato e vinto con la sua primissima opera "Lacrime all'alba". "Aveltor" rappresenta il primo capitolo di una più lunga storia, l'incontro dei tre protagonisti e i loro primi problemi nell'affrontare un'impresa al di sopra della loro portata.
Dalla prefazione: Opera prima del giovane Flaviano Calenda, classe 1986, 'Aveltor' risulta sin dalle prime pagine una meravigliosa scoperta letteraria, degna di plauso.
Capace di tenere col fiato sospeso con la ricchezza della sua trama così fitta e piena di colpi di scena sin dall'inizio, avvincente nel dipanarsi serrato e coinvolgente degli avvenimenti perfettamente concatenati tra loro, ben amalgamati e dal ritmo avvincente, il testo nella sua interezza non risulta mai scontato né stancante, ma anzi pieno di quel pathos e quella suspance capace di tenere il lettore incollato alla storia col fiato sospeso dalla prima all'ultima pagina, alla scoperta della risoluzione finale di quell' enigma trascinate sin dal primo rigo.
Giostrato con una certa maestria dal giovane Calenda, che privo di alcuna esperienza letteraria sicuramente esce vincente dalla scommessa col testo stesso, forte, deciso, intrigante, mai scontato 'Aveltor' riesce a delineare perfettamente l'affresco di un mondo giovanile fatto di sogni, illusioni, tecnologia, davvero lucido e reale. Tracciato da una sapiente mano nutrita di cyber vita, il libro intero non viene mai a cadere e riesce a muoversi in un mondo fra il fantasy ed il fantastico davvero ben delineato.
In grado di suscitare sentimenti e sensazioni toccanti, capaci di arrivare a far vibrare le corde più sensibili del cuore, col fascino dei suoi personaggi così eclettici e veri, come il giovane in attesa del suo trapianto così disilluso sul suo futuro nonostante l'età, del forte legame che lo tiene stretto alla madre, del calcio d'inizio sferrato con la testa più che col cuore, del piccolo Phif che col suo enorme bagaglio di dolcezza e inesperienza non passerà di certo inosservato, creando una nuova creatura fantastica l'Herin, capace di vita autonoma.
Senza dubbio un ottimo lavoro, gradevole e di piacevole lettura, nonostante la completa inesperienza del giovane Flaviano in campo letterario che ha visto questa sua prima pubblicazione, assegnatagli quale vincitore del Premio Letterario Amatoriale "Scrivimi …" indetto dal Prospetto ali di Carta, 'Aveltor' è senz'altro uno di quei testi capaci di emozionare ben oltre la struttura lessicale e grammaticale che può senz'altro risultare discutibile, per una mano che si appresta per la prima volta ad affrontare il foglio bianco.
Un pieno di emozioni, di romanticismo mai melenso, ma energico e vero che affonda le sue radici nel mondo fantastico di Flaviano, che di certo ha dimostrato per ben due volte, nell'ambito del Concorso e fuori, di avere fantasia ed emozioni da vendere. C'è da quindi augurarsi che il suo cammino continui, e vada ad aprire i cuori di una schiera sempre più ampia di lettori, che di certo non tarderà a seguire le sue prove letterarie.

Monica Fiorentino


La figlia dell'Imperatrice di Cristina CONTILLI - 7,00 €.

L'imperatrice Josephine aveva avuto, prima del matrimonio con Napoleone, una vita sentimentale intensa che venne anche raccontata in un romanzo erotico, pubblicato anonimo a Parigi nel 1801, intitolato "Zoloé et ses deux acolytes ou Quelques décades de la vie de trois jolies femmes" e attribuito al marchese De Sade che, tuttavia, smentì sempre di esserne l'autore. Protagonista di "La figlia dell'imperatrice" è Josephine Desiré, nata a Parigi nel 1794, presunta figlia di Josephine e del generale rivoluzionario Lazare Hoche, le cui vicende si intrecciano con quelle del conte Armand De Polignac, della marchesina Juliette De Sade (figlia del marchese De Sade e dell'attrice Marie Constance Quesnet) e del conte Alain De Soissons, colonnello della Marina Francese e marito di Juliette. Il piano di Armand, deciso a vendicarsi di Napoleone che, per il suo coinvolgimento nella cospirazione contro di lui del 1804, lo ha fatto condannare a 2 anni di carcere ed ha fatto condannare suo fratello Jules a 9 anni di carcere e di Juliette che, invece, vuole vendicarsi di Josephine, ritenendola responsabile dell'arresto del padre, verrà ostacolato da inganni, imprevisti e colpi di scena e coinvolgerà, oltre a Josephine Desiré, anche il tenente Victor Grand, compagno del conte Jean Jacques Regis De Cambaceres, il capitano Nicolas De Blégny, medico della caserma della Guardia Costiera di Calais e il conte Jean Louis De Toussaint, un vecchio libertino, che era stato amico del padre di Juliette.


DAL MISTERO ALLA MISERICORDIA - MEDITAZIONI - di Agata FERNANDEZ MOTZO - 10 €.

Mistero solitamente si definisce qualcosa che non è intuibile, e tanto meno è possibile spiegare con argomenti razionali, qualcosa di cui un velo impedisce una evidente conoscenza. Un velo di candore, una luce divina avvolge Maria di Nazareth con una luminosità intensa tanto da occultare alla limitata capacità umana di vedere oltre l'orizzonte delle sue facoltà. Uno di questi aspetti difficili da penetrare è l'Immacolata Concezione, un altro è la Verginità nel concepimento e nel parto e, ancora, l'Assunzione; per dire gli aspetti più grandiosi e per non osare esprimere alcun commento, non essendone all'altezza, sulla perseveranza nella virtù in ogni momento della sua vita, spesso in modo unico più che eroico, esempio di perfezione all'intera umanità. Maria è il mistero più arcano di tutta la creazione, tanto che è l'unica creatura che ispira una devozione tanto rispettosa, profonda, avvincente e tanto sentita che con tutto il cuore l'accogliamo nell'anima come inscindibile da Dio, di cui è umile e glorioso riverbero nei cieli come sulla terra Gli fu umile ancella e Madre santa. Nella santa cellula che è la Chiesa, Dio Verbo è il nucleo, Maria è la membrana che lo avvolge con lo splendore delle sue straordinarie virtù e, attraverso questa sacra luminosità, lo Spirito Santo, fonte dell'eterna Luce, ha ispirato la Chiesa, che, con i dogmi e la liturgia ci dà possibilità di conoscerLa, amarLa e venerarLa col cuore e con la mente come la degna Madre di Dio. Meditare sugli aspetti misteriosi della vita di questa celestiale creatura, aspetti che rappresentano momenti di straordinaria e particolare importanza per tutta l'umanità, oltre che far meditazione vuol dire onorare Maria e glorificare Dio. Pertanto io dedico a Lei questa modesta raccolta di meditazioni, invocando la sua benedizione, affinché con la luce del suo esempio ci illumini la mente e ci guidi nel quotidiano cammino verso Dio.


MIZU - RACCOLTA DI POESIE HAIKU
e
SCHEGGE D'ANIMA
di Monica FIORENTINO

Fiorentino Monica è nata il 03/10/76 a Sorrento in provincia di Napoli. Ha al suo attivo pubblicazioni sia in prosa che in poesia. Ha partecipato a Concorsi Letterari in Italia e all'Estero con discreto successo. Ha tenuto Rubriche a carattere Letterario per alcune riviste specializzate del settore e presso i quotidiani locali della zona campana. Attualmente collabora con la Fumetteria Cartooncult di Castellammare di Stabia (Na) dove è presente nell'e-magazine http://www.cartoonmag.altervista.org con rubriche di genere letterario, i racconti a puntate correlate di illustrazioni: "La leggenda della sirena blu e il fantasma dei mari", "La storia del vampiro Lucien", "Dream: l'ombra di Mime", e la silloge poetica "Ai – Raccolta di poesie haiku".
Una bella raccolta di poesie haiku e una silloge poetica dedicata a Catello Mari con stima e profondo rispetto … a tutti i suoi sogni ed alle sue illusioni troppo presto spezzate.
Visita la pagina dell'autrice:


NEL MONDO DELLE FAVOLE di Rosetta GARILLI GRECO

Dal magico mondo delle favole una fatina viaggia con il suo carico di favolette da raccontare ad ogni bimbo buono.
Un percorso lungo e faticoso. Ella affronta pericoli ed ostacoli, attraversa mari e oceani pur di arrivare a destinazione.
Mille?...Più?....Tante sono le storie da raccontare e... il suo viaggio non ha fine...
Premi vinti dall'autrice: II Gran Premio Letterario Europeo "Penna D'Autore" sez. racconto Premio Speciale / III Edizione Premio Nazionale Narrativa e Disegno "Surrentum" sez. narrativa - Menzione D'Onore / Concorso Letterario Internazionale "Prader Willi" sez. narrativa Menzione D'Onore anno 2005 / Premio Letterario Internazionale S.Marco Città di Venezia – XIII Edizione Premio Speciale fiaba / Associazione Culturale "I Giardini Dell'Anima Concorso Letterario e Artistico – Nazionale e Internazionale "Le Parole Che Nascono Dall'Anima" Anno 2006 - Diploma di Merito / Premio Nazionale di Poesia e Narrativa " Surrentum" - V Edizione - sez. narrativa - Finalista / Premio Letterario " Tutti I Colori Dei Bambini" Ed. Montag 2008 /


FILOSOFIA DI UN'ANIMA di Antonio GENTILE

Dall'introduzione dell'autore: "Connubio, origine di un corpo tangibile e anima incorporata nel mistero della vita. Figurata in mille variopinti modi l'anima sorride pensando all'uomo materialista e cosmico.
La presunzione umana si domanda cos'è l'anima e dove collocare la sua dimora, ma cade in teorie poco riconducibili alla realtà dell'animalità. Mistero e fede , creazione e logos , Dio e uomo, distanze inestimabili.
Scienza e ragione, filosofia e mitologia, astuzia e superbia, dualismi non misurabili.
Coscienza e natura annaspano sapienti dialoghi ma manca all'uomo sadico la filosofia dell'anima, chiusa in uno scrigno tra il mistero e la laboriosa fede. Non è corpo tangibile studiabile al microscopio , l'anima è insita nell'unione tra l'uomo e il Dio; l'anima è impasto tra la polifonica realtà umana e l'incommensurabile unicità dell'essere.
L'anima dimora nell'essenza dell'uomo, essenza fatta di mente e corpo, di unione conscia e inconscia, volontaria e involontaria, accettata o rifiutata con il Creatore. Sapienti bonari intuiscono una spiritualità divisibile in duplice collocazione:logos e mente.
Intuizioni minuziose tra quell'intelligenza che sa distinguere il bene dal male, il giusto dallo sbagliato, così come è in grado di distinguere il vero dal falso, il sensato dal non senso.
Intuizioni calibrate inneggiano tra coloro che amano riflettere incoraggiando a fruire selvaggi inimitabili pensieri che escono improvvisi dall'anima, quell'anima misteriosa che apre le strade innescando soluzioni talvolta portentose e miracolose
Univoche polifoniche eziologie riportano ad attribuire all'anima incontrastati significati pedanti e fantasiosi.
Poco importa se il filosofo rigurgita confusionarie parolone su ogni sorta di realtà materiale ma ritengo assolutamente poco professionale il tentativo da parte di coloro che non avendo il contatto diretto con l'anima universale sciorinano strafalcioni applauditi e approvati.
Teologi indiscussi, santi, poeti illustri tessono o hanno intessuto ritagli di piccoli pezzi di anima incapsulati in percezioni divine.
Ma dove risiede l'anima universale?...
Visita la pagina dell'autore:


THE DISGUISED MAN di Silvio MINIERI - 5,00 €.

Silvio Minieri, è nato a Napoli e vive a Roma. Poeta, romanziere, saggista, studioso di letteratura e filosofia, ha pubblicato diverse opere in prosa e poesia. Suoi saggi, novelle e componimenti poetici sono apparsi su riviste letterarie ed antologie varie.
Alcuni suoi lavori letterari sono stati tradotti e/o pubblicati in altre lingue. Ha ottenuto diversi riconoscimenti, anche oltre i confini nazionali. Tra i suoi titoli, si possono ricordare: L'uomo camuffato, romanzo, 1999; Addio alla città imperiale, poesie, 2002; Il cavaliere e l'annuncio, racconti, 2004; Il fiume sacro, saggio, 2004; L'uomo differito, antologia di romanzo, 2006.
Con Carta e Penna ha pubblicato la silloge poesica La maschera dei giorni e I gialli dei limoni
Questo romanzo è in lingua inglese.
A mysterious string of murders committed in an imaginary resort in the Italian region of Apulia provides the backdrop to this delicate love story, made of amorous glances, tacit understandings and emotions. The composure of the protagonist, who arrives in this small town by the sea to oversee a case of public order emergency, contrasts with the initiative and exuberance of his young lover. The crowd, the typical bull race through the town, the mayor and his wife's dubious financial interests, all contribute to highlight the underlying plot. Visita la pagina dell'autore:


Figli incontrati di Silvano NUVOLONE
ISBN: 978-88-89209-90-5 Prezzo: 10,00 euro

Silvano Nuvolone, poeta e scrittore, è nato a Chivasso nel 1958 e risiede a Cavagnolo (TO). Ha pubblicato due raccolte di poesia, (Gocce d'inchiostro, 1990 Colori di terra, 1994), una raccolta di racconti (Incontri sul fiume, 1991) ed ha esordito nella narrativa nel 1998 con il romanzo La pianura di nebbia- ed.Lighea. Con i tipi dell'editrice Il Punto – Piemonte in bancarella, ha pubblicato nel 2002 il romanzo storico dolciniano I fuochi del tempo oscuro cui è seguito, due anni dopo, Il cammino di Antares, romanzo sull'epopea dei Longobardi in Italia, con particolare riferimento al Piemonte. Nel 2007, con l'editrice Baima-Ronchetti, per la collana Biblioteca degli scrittori piemontesi, diretta da Giancarlo Sandretto e Mauro Baima Besquet, pubblica il romanzo La stagione della neve, delicato affresco, poetico e storico, ambientato nel Piemonte del 1491, fra le terre d'Ivrea e le valli Orco e Soana, dove i tuchini, i poveri senza terra, cercarono, spesso invano, un riscatto. La pubblicazione di questa raccolta di poesie Figli incontrati, da parte dell'Associazione Culturale Carta e Penna, è il premio per il primo classificato al Concorso di Poesia e Narrativa CITTA' di SAN GILLIO – edizione 2008.


ALBERI di Mirella PUTORTI' - ISBN: 978-88-89209-86-8 Prezzo: 10,00 euro

Mirella Putortìè nata a Reggio Calabria. Ha conseguito importanti riconoscimenti in tante edizioni del Premio Letterario Cosentino. Medaglia artistica al concorso "Ali del Sud" di Brancaleone (RC - 1986), medaglia artistica e diploma di merito nel concorso "Primavera strianese (1985); targa e diploma di merito nel concorso "S. Giovanni Battista" di Archi (1987); targa e diploma di merito alla IV edizione del Premio Nazionale "Penisola Sorrentina"; premio speciale della giuria nel 75° anniversario fondazione "Città di Pompei"; 3° premio al concorso di poesia "Il tripode" (2004). La sua produzione poetica è inserita nel volume "Piccole antologie di poeti calabresi" e "Poesia oggi" a cura di Luigi Pumpo. È inserita, inoltre, nella storia della Letteratura Italiana del XX secolo, di Giovanni Nocentini e nel volume "Italia e Simposio" di Arturo Esposito. Nel 2004 ha ricevuto l'encomio solenne al premio "Città di Pomigliano d'Arco".


CUORE ANARCHICO di Riccardo FEDELI - 7,00 €.

Dalla prefazione dell'autore:
36 BATTITI DI UN CUORE BRADICARDICO CHE VA IN FIBRILLAZIONE PER LE EMOZIONI CHE GLI REGALA LA VITA BELLE O BRUTTE CHE SIANO, UN CUORE ANARCHICO CHE NON SEGUE REGOLE MA SOLO LE SUE NOTE, QUESTA E' LA VITA,QUESTA LA SUA MUSICA CHE VOGLIO ASCOLTARE INSIEME A VOI.
Visita la pagina personale dell'autore


HO SOGNATO L'AMORE, AVEVA I TUOI OCCHI di Grazia Maria TARASCIO - 12,00 €.

Grazia Maria Tarascio nasce a Torino nel 1962 dove vive tuttora. Ha sempre avuto la passione per la lettura, ma soprattutto per la scrittura. La poesia l'ha sempre affascinata fino a quando nel 2007 ha deciso di provare a cimentarsi come poetessa partecipando a dei concorsi.
Il primo risultato lo ha ottenuto classificandosi terza al concorso Brevis, premio nazionale di scrittura essenziale della città di Barbariga, nel luglio del 2007. A settembre ha ricevuto un premio al merito al concorso nazionale Olinto Dini della città di Castelnuovo di Garfagnana con la poesia il Camaleonte. I successi più importanti arrivano con due primi posti, uno al concorso di poesia della città di Albenga, premio Mara Giovine, e il secondo a dicembre con la casa editrice Graphe.it nel concorso eroticamente, dove la sua poesia Mordi viene pubblicata in un'antologia. Riceve altre menzioni di merito nei concorsi Le ali di Pindaro dell'isola di Procida e "Le fleur du mal" sempre con pubblicazione in antologie.
Grazia continua tuttora a scrivere poesie e qualche breve racconto, ma la sua massima aspirazione è riuscire a pubblicare un'intera raccolta.


L'ESPERIENZA DI UN'ANIMA VIBRANTE di Monica TORDA - Introduzione di Cristina CONTILLI
ISBN: 978-88-89209-88-2 Prezzo: 7,00 euro

Monica Torda è nata a Rieti, dove vive e lavora come supplente di Lingua e Civiltà spagnola in un Istituto superiore. In passato ha collaborato con "Il Giornale d'Italia" occupandosi di cronaca locale. Solo di recente, casualmente ed in maniera del tutto inaspettata, si è avvicinata al mondo della poesia, che le ha permesso di soddisfare il bisogno di un approccio più immediato con la realtà e le persone.
Questa prima raccolta poetica è il frutto di quel desiderio, ma anche della fiducia accordatale da quanti hanno creduto in lei. E' a tutti che l'autrice porge un sentito ringraziamento, anche per l'inserimento di una sua poesia nell'antologia "Dedicato a...poesie per ricordare" (Villanova Di Guidonia, Aletti Editore, 2007). Dall'introduzione di Cristina Contilli: Monica Torda di Rieti esprime nei testi di questa sua prima raccolta le proprie emozioni in modo spontaneo e sincero. Il suo stile si connota per una scelta inusuale nella poesia contemporanea: l'uso della rima che dà ai suoi testi l'andamento di "filastrocche" e che la avvicina stilisticamente a Vivien Lamarque. Tuttavia nelle poesie di Monica Torda c'è una maggiore urgenza di descrivere in versi, senza censure o filtri, tutti gli stati d'animo e tutte le situazioni della vita, da quella sociale a quella intima e c'è un'ingenuità, non costruita, nello sguardo e nel rapportarsi al mondo e alle sue contraddizioni. In questa sincerità e in questo modo di trattare la poesia come un colloquio, diretto e immediato, con il lettore, sta il pregio di questa prima prova di un'autrice, che si è accostata da poco alla scrittura.


POESIE, FIABE E RACCONTI di Santi ZAGAMI - ISBN: 978-88-89209-93-6
E-BOOK

Santi Zagami ha vinto, con le poesie Il vuoto dei silenzi, Non piangere e Strada bianca il secondo premio della sezione poesia della quarta edizione del Premio Letterario Internazionale Prader Willi - Anno 2007 - e questo e-book è il premio che l'Associazione Carta e Penna, promotrice del concorso, ha messo in palio.
Il concorso letterario internazionale Prader Willi è stato bandito dall'Associazione Carta e Penna, editrice di questo libro, al fine di sensibilizzare e far conoscere la Sindrome ad un pubblico sempre più vasto.
Nell'e-book sono contenuti i testi della raccolta poetica Eri una giovinetta, e I racconti del capostazione, già pubblicati con Carta e Penna; inoltre vi sono poesie, fiabe e racconti inediti.
Visita la pagina dell'autore:


Antologia del Concorso Letterario Internazionale Profumo d'antan Prima edizione - 2008 -
ISBN: 978-88-89209-87-5 - 10,00 €.

Con la sponsorizzazione della Lavazza Carta e Penna ha indetto la prima edizione del concorso letterario Profumo d'antan per opere di narrativa e poesia che seguano il "filo dei ricordi" vicini o lontani che hanno lasciato una traccia nell'animo degli autori e in questo volume sono raccolti tutti i testi presentati.
La cerimonia di premiazione è stata tenuta presso il Circolo dei Lettori di via Bogino 9 - Torino, dove, tra le altre iniziative, Carta e Penna organizza dei gruppi di lettura.


ENIGMA PAGANO di Stefano BORGHI e Gaia CONVENTI - ISBN: 978-88-89209-89-9 Prezzo: 5,00 euro

Cartagine. Anno del Signore 1270.
Una crociata maledetta ed un mistero pagano si intrecciano tra realtà e finzione. Personaggi storici e protagonisti nati dalla penna di Borghi&Conventi si danno appuntamento per farvi rivivere le gesta dei crociati: il sangue versato per un ideale, il mistero sepolto sotto la sabbia rovente di terre straniere, una donna bellissima ed un cavaliere dagli occhi color del ferro.

Stefano Borghi di Cassina de Pecchi (MI) e Gaia Conventi di Goro (FE) collaborano da diversi anni, fin da quando si sono conosciuti in rete. Li accomuna la passione per i racconti brevi e per il noir veloce e dal taglio ironico. La loro avventura su carta inizia col brano "Anagramma". Nel 2007 hanno scritto a quattro mani "Sulfureo, racconti in giallo e nero" per Edigiò e sempre per Edigiò è in uscita una seconda raccolta dal titolo "Chiaro di Lama"

Gaia Conventi spazia dalla fotografia, alla grafica, alla scrittura. Ha pubblicato in formato e-book il giallo storico "Il bandolo della matassa", ambientato a Ferrara negli anni '30. Ha inoltre dato vita alla saga "I deliziosi delitti di LittleTown" su LaTelaNera.com e su EbookGratis.net. E' autrice di molti racconti e dal 2009 collaborerà a "Raccontincorso", l' Officina Letteraria di Copparo. Borghi Stefano, scrive sia in prosa che in poesia, spaziando dal noir al comico. Presente in diverse antologie, ha già pubblicato raccolte con Penna d'autore,(Passi Piccini) e Ed. Fiori di Campo.(Cupido e altri racconti) A marzo è uscita una raccolta per Edigiò dal titolo "Voli interrotti". Da qualche anno si dedica esclusivamente alla narrativa racconti brevi, partecipando a concorsi Nazionali e Internazionali dove ha ricevuto oltre cento riconoscimenti. Questa pubblicazione è stata realizzata a seguito della vincita del 1° premio al Concorso Letterario "Città di San Gillio" - Terza Edizione - col racconto La risposta di Dio.
Visita le pagine degli autori: Stefano Borghi e Gaia Conventi


LA PORTA CHIUSA di Giuseppe PARISI - 15 €. ISBN: ISBN 978-88-89209-80-6

GIUSEPPE PARISI, calabrese di nascita, vive a Roma. Ha svolto la sua attività lavorativa nel sindacalismo agricolo con funzioni direttive in molte Regioni e Province italiane e all'estero in rappresentanza della Confederazione Nazionale Coltivatori Diretti.
Ha collaborato, negli anni, a "Calabria Letteraria", "La Gazzetta del Sud", "La Tribuna del Mezzogiorno", "Il Corriere di Reggio". È stato redattore de "Il Popolo" e Direttore di periodici "Il Coltivatore Calabro" e "Agricoltura e Cooperazione". Ha fondato il periodico della Coldiretti Novarese "Agricoltura 2000" e curato le trasmissioni televisive "Mezzogiorno Verde" a Napoli e "Salotto Verde" a Novara.
Ha pubblicato: "Il porto di Locri Epizefiri" (Roma, 2005 - essegraf srl) - "Palcoscenico" Racconti (Roma, 2006 - essegraf srl) - "La forma delle nuvole" Racconti (Torino, 2007 - Carta e Penna Editore) -
Anche questo volume, per scelta dell'autore, sosterrà, con i proventi derivanti dalla vendita, le iniziative della Federazione fra le Associazioni per l'aiuto ai soggetti con sindrome di Prader Willi ed alle loro famiglie. Acquistando una copia de "La Porta Chiusa" si concorrerà a sostenere l'impegno.
Richiedendo il volume con e-mail, non vi sono costi di spedizione! Visita la pagina dell'autore:


LA MALATTIA DI NIEMANN PICK - Aspetti biologici, clinici e psicologici - di Fulvio PALMA e Valentino GIOVAGNOLI
ISBN: 978-88-89209-83-7 -
www.niemannpick.org

Fulvio Palma si è laureato nel 1977 in Scienze biologiche presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell'Università degli Studi di Urbino. Nel 1986 è stato nominato professore associato di Biochimica comparata presso la Facoltà di Farmacia della stessa Università. La sua attività di ricerca ha privilegiato lo studio delle dinamiche biochimiche dei processi d'invecchiamento cellulare a cui è stata affiancata un'intensa attività didattica. Attualmente è titolare della cattedra di Biologia e genetica del comportamento presso il corso di Scienze psicologiche dell'intervento clinico della Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo".
Tiziana Schirone è ricercatore confermato in Psicologia dello sviluppo presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo". Presso l'Università di Urbino è stata professore per affidamento di Principi di terapia familiare (Corso di Laurea Specialistica in Psicologia clinica del bambino e dell'adolescente) attualmente di Intervento psicologico sui gruppi (Corso di Laurea Specialistica in Psicologia Clinica) e dal 2004 a tutt'oggi è docente di Sviluppo infantile e dinamiche familiari.(Corso di Laurea triennale in Scienze Psicologiche dell'Intervento Clinico).
Valentino Giovagnoli laureatosi in Psicologia nel 2007 all'Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo", ha maturato la sua esperienza nel campo della riabilitazione psichiatrica lavorando come educatore di comunità. Da sempre interessato al rapporto tra psicologia e malattie genetiche, ha approfondito il tema dei vissuti del malato grave e le relazioni dinamiche che si generano nella famiglia con malattia rara. Collabora attivamente alla cattedra di Biologia e Genetica del Comportamento dell'Istituto di Psicologia dell'Università di Urbino.


PENSIERI BARBARI di Barbara PARUTTO - 8 euro -

Barbara Parutto vive a Torino, dove è nata l'8 novembre 1980. È laureata in Psicologia Clinica. Nel 2006 ha iniziato a scrivere poesie, partecipando al Premio "Emozioni Sfumate" indetto dalla Città di San Gillio, classificandosi seconda con "Sono una barca di legno", riportata nella precedente silloge, Lacrime liriche, pubblicata nel 2007 con Carta e Penna. La stessa poesia le è valsa una segnalazione di merito al Concorso degli Assi.
Nel 2008 ha partecipato al concorso Note d'autore, terza edizione del concorso letterario di San Gillio, classificandosi al secondo posto con l'opera Allietami all'alba, pubblicata in questo volume.
Visita la pagina dell'autrice:

Allietami all'alba

Allietami all'alba
amore
ancora, ancora…
annidati amichevole
afferrami, allontanati
abbracciami, allacciami
aggrappato all'anima
angustiami amaro
accantonami
abbandonami
avaro
accoglimi ancora
- ad armi abbassate attendo -
accendimi
assecondami ardito
allettami
amante, amico.
Avvinti,
afferriamo attimi ardenti
arresi all'Amore astuto.
Amami all'alba
amore
ancora, ancora…


LE CRONACHE DEI TREI MONDI - La medaglia d'argento e Il castello sul lago di Marco TAMBORRINO

Marco Tamborrino è nato in Italia nel 1994. Ha cominciato a scrivere libri all'età di 9 anni: la commedia di "Tappoman", e il fantasy "La guerra dei colori". "Le cronache dei tre mondi - Il castello sul lago" è il suo secondo romanzo.

Le cronache dei tre mondi, la medaglia d'argento, è il primo episodio di una trilogia. Narra le pericolose vicende di uno scienziato italiano. Fabio, residente in America, dei suoi due figli (Luca e Marco) e del suo miglior amico Tom. Senza volerlo, i quattro si troveranno immischiati in un'epica guerra tra il Bene e il Male. Scopriranno però, che anche il genere umano è immischiato in questo conflitto tra esseri sconosciuti. Persino quando credono di aver finito il loro compito, i misteri triplicano! Tutto ciò che serve per un Fantasy di alto livello!

I prescelti sono nei guai, dopo tanti giorni riescono finalmente a passare sul secondo pianeta, ma non sanno che cosa li aspetta. Una nera landa sconfinata e un cielo rosso fuoco non saranno gli unici ostacoli che incontreranno, dovranno fare i conti anche con mostruose creature oscure ed esseri mai visti prima. E poi, scopriranno l'identità del guardiano dei tre mondi! Guerre vere, a cui cercheranno di fuggire, intrighi, complotti… Ma ce la metteranno comunque tutta, per salvare un mondo dalla distruzione, e forse anche due. Se pensate che leggendo il secondo episodio di questa fantastica saga, vi toglierete molti dubbi, vi sbagliate, se ne aggiungeranno altri… Tutto quello che serve per fantastiche battaglie tra il bene e il male…lettori terrete il fiato sospeso ad ogni pagina che girate, nelle cronache dei tre mondi II – Il castello sul lago.


I SOGNI DELL'INFORMATICA - Intelligenza artificiale - "Affascinante storia di meccanica onirica" di Ines Maria SALVO
ISBN: 978-88-89209-85-1 Prezzo: 12,00 euro

Il testo è un giro d'orizzonte sulla storia dell'Intelligenza Artificiale.
Non dal punto di vista dell'informatico o dell'ingegnere, ma da quello dell'uomo occidentale che per secoli ha sognato di poter esaudire il suo antichissimo desiderio demiurgico di costruire un essere senziente, quello dei romanzieri che hanno contribuito ad accendere queste fantasie, dando una grossa spinta alla ricerca, quello dei filosofi che hanno contribuito con il loro argomentare ad intravedere possibili vie di sviluppo per l'Intelligenza Artificiale e quello di grandi logici del passato, i cui concetti non finalizzati ad esigenze applicative, sono stati utilizzati per la costruzione del computer.
Nives Salvo trascina letteralmente i suoi lettori nell'antica Grecia dove fu inventata la "logica" o fra le pagine de "La Repubblica" di Platone, del "Faust" di Goethe, delle "Vite" di Plutarco.
Da Socrate in poi, la filosofia ha affrontato i fondamentali problemi dell'Uomo, quali la formalizzazione della conoscenza e del comportamento intelligente.
Nives Salvo ha saputo accompagnarci sino alla loro soglia con simpatia e amabilità.
Il libro è adatto a tutti, umanisti e non.


THE DARK SIDE - VISION OF PAINFUL DEATH X di Simona MARINARO - 15 €.

Marinaro Simona è nata a Rivoli (To) il 17.03.1973, cresciuta a Grugliasco, cittadina alle porte di Torino, dove vive con la figlia. Ha conseguito il diploma di " Perito Aziendale corrispondente in lingue estere" e lavora da anni in un'azienda metalmeccanica del Torinese presso l'ufficio logistica. Ama la lettura da quando era piccola. The Dark side e' la sua prima opera narrativa.
The dark side
Le foto dalle scene del delitto sono ripetitive, con la stessa deprimente monotonia della trama si una soap opera o i disegni su un mazzo di carte: cuori, fiori, lingue che sporgono fuori dalla bocca. Cinque lingue gonfie riverse sul terreno o sul cemento o sul legno diventato grigio col passare delle stagioni e il tamburellare di piccoli piedi. Cinque uniformi, bianche, pesca e rosa. Cinque paia di collant strappati, cinque stupri. Si *sta* intensificando adesso, non solo in frequenza, ma anche in violenza, dato che ci sono prove di penetrazione vaginale e anale. Segni di morsi sulle ultime tre, e nella numero 4 ha preso un capezzolo, ma la cosa non si è ripetuta, forse era solo un esperimento. Le violenze sessuali sono postmortem, ovviamente. Le donne vive non sono la stessa cosa. Lo strangolamento non è un modo di uccidere particolarmente insolito o suggestivo. Le armi necessarie sono convenienti, efficaci e soddisfacenti... è bello essere vicino, guardare la tua vittima che lotta, soffoca e diventa blu. Sentire che si rilassa sotto di te come una bambola di pezza, ogni suo inutile movimento quietato, la sua volontà schiacciata. Al Killer piace il potere che deriva dal dominare le sue vittime.

Vision of painful death
Giorgia stava sorseggiando il caffè, quando percepì una delle sue visioni arrivare: no, ti prego non adesso! Tutto è coperto da una luce verde, come se ci fosse uno strato di gelatina sul mondo. Avanza, fluttuando come un fantasma sopra i disegni tracciati sul cemento con i gessetti. Il corpo della ragazza è adagiato mollemente sul pavimento di cemento. Un rivolo di sangue secco corre lungo la guancia, lasciando una traccia nera. Il suo collo è riverso all'indietro. D'un tratto c'è un rumore, piedi che scivolano sul cemento umido. Giorgia si gira e si trova a guardare un volto deturpato da una lunga cicatrice. Il viso  è immobile come una maschera di morte mentre tende una mano verso di lei. Lui sorride e lei comincia a gridare.


IL GIARDINO DEI SOGNI di Paolo Grecchi - 5 euro

Paolo Grecchi, nato a Codogno (Lodi) dove risiede tuttora, si è sempre dedicato alla poesia solamente come hobby. Solo da qualche anno le sue opere sono uscite dall'ambito famigliare e di una ristretta cerchia di amici, permettendo così ad una gamma sempre più vasta di persone di conoscerle e di apprezzarle. Il valido livello delle poesie è confermato dai numerosi riconoscimenti ottenuti in diversi concorsi letterari nazionale. È stato pure inserito in un'antologia della collana "Poeti d'oggi" che, tra l'altro, trovasi presso la Biblioteca Nazionale di Roma e presso la Nobelstiftelsen di Stoccolma. Sono poesie profondamente umane e realistiche dalle quali traspare una ricchezza di valori, una varietà di passioni, di sensazioni, il tutto sempre espresso senza ricerche stilistiche o metriche, ma con estrema semplicità e solo per il piacere di scrivere e di trasmettere emozioni.






MONICA FIORENTINO

continua a donarci piccoli gioielli di narrativa, in formato tascabile con bellissime storie adatte ai bimbi ma anche a chi sa ancora sognare.

La storia dell'aquila Nana
Nuccio il burattino di Terramaris
La leggenda del delfino Azzurro e della stella dei mari
La leggenda della fata Grazia e del goblin Stzagath II
'lancia di fuoco' delle Terre Brulle


BUONA SOPRAVVIVENZA di Fulvio FERRERO - 8 euro

In Buona sopravvivenza l'autore ferma attimi e luoghi in punta di penna e con immagini suggestive e particolari... poesie e fotografie dedicate a una Torino da osservare con attenzione e un po' più d'amore.
Il Simbàal

Nelle mani, il valzer delle bacchette,
"Kalinka",
col profumo del viburno,
echi di cavalli dalle steppe.
Non suona
per noi Sadkò,
nella via dei mercanti.
Sorride assorto
per la storia di qualcuno.
Fiabe antiche, d'antichi cantori.
"Solo per
tre pesci d'oro
e la figlia del mare ".
Il simbàl echeggia nel
passeggio svagato,
la muffa del cuore.
Ma la musica,
il sogno si libra dolce.
"Solo tre pesci, solo tre pesci
dall'abisso indorato".
Miraggio d'un mare.

Dedicata al rumeno che suonava il Simbàl in via Garibaldi.


Voglio raccontarti una fiaba che possa accompagnarti per tutta la vita,
augurandoti sia lunga e ricca di ogni bene
di Gloria Esposito e Gilberto Germani
Primo Premio Sezione Narrativa Premio Letterario Internazionale Prader Willi - Quarta edizione
ISBN: 978-88-89209-82-0 Prezzo: 8,00 euro

Gilberto Germani: sono nato il 5 Febbraio 1941 a Milano e vivo in un paese della sua provincia, Solare, con la mia compagna Gianna e una cagnolina di nome Tripée. Ora che, pensionato, dispongo di molto tempo libero, svolgo attività di volontariato nei settori animalista (presso l'Ente Nazionale Protezione Animali di Monza) ed ecologico (presso il mio Comune di residenza). Amo la montagna, colleziono minerali e fossili e mi dedico volentieri a lunghe passeggiate nel parco con Tripée. Il 12 Agosto del 2002 diventai nonno e decisi di scrivere una fiaba per la mia prima nipotina Matilde affinché conservasse di me un ricordo particolare. Grazie alla mia fantasia, all'aiuto di Gloria che si occupò della scrittura del testo, alle illustrazioni di Loredana e allo studio grafico di Isabella che curò l'impaginazione e la grafica, la fiaba Matilde fu un dono gradito e ricevette i complimenti di diverse persone. Ovviamente, quando nel 2004 diventai nonno per la seconda e terza volta, m'impegnai a inventare altre due fiabe, una per Leonardo e una per Carolina.
Gloria Esposito: sono nata il 17 Agosto 1965 a Milano, dove vivo con Silvio, mio marito, e i nostri quattro gatti: Brian, Bilbo, Nirvana e Stanislao. Sono volontaria nel settore animalista (presso l'Ente Nazionale Protezione Animali di Monza) e trascorro il mio tempo libero con libri, videogiochi, musica e lavori femminili. Il legame con Gilberto, amico e collega di volontariato, mi coinvolse nella realizzazione della fiaba Matilde e delle successive Leonardo e Carolina. Scoprii, così, anche il piacere e il divertimento di scrivere ed ebbi l'idea di proseguire con lui la scrittura di fiabe "a quattro mani".


Il Porto di Calais: amori, cospirazioni e duelli nella Francia del 1804 di Cristina CONTILLI - 7 euro -

Nel 1804 viene scoperto un tentativo di colpo di stato contro Napoleone, che allora ricopriva la carica di primo console. La responsabilità di aver organizzato la cospirazione viene attribuita a Luigi Antonio Enrico di Borbone, ultimo discendente della famiglia Condé e duca D'Enghien, che viveva in esilio a Baden e che viene fatto rapire dai servizi segreti francesi dell'epoca, per essere giudicato a Parigi da un tribunale militare, presieduto dal generale Pierre Augustin Hulin. Il duca si dichiarerà sempre innocente, ma verrà lo stesso condannato alla fucilazione, mentre degli altri 42 congiurati, finiti sotto processo, molti (tra cui il conte Bouvet De Lozier che con la sua testimonianza aveva dato l'avvio alle indagini) verranno assolti, molti verranno condannati a pene che variano dai 2 anni (come il generale Victor Moreau) ai 9 anni di carcere (come il conte Jules De Polignac) ed uno (il generale Jean-Charles Pichegru) si suiciderà in carcere, prima della sentenza definitiva (anche se qualcuno all'epoca accusò lo stesso Napoleone di averne ordinato l'uccisione, ma non sono mai stati trovati dagli storici dei riscontri a questa teoria). Il Porto di Calais è una ricostruzione dell'episodio, fatta da un insolito punto di vista, quello del conte Alain De Soissons, colonnello della Marina Francese e cugino del duca D'Enghien, che non verrà coinvolto direttamente nel processo, ma che potrebbe aver avuto nella vicenda un ruolo più rilevante di quello che si riteneva finora.


Nadia Anjuman - Poesie scelte
Traduzione dal pharsi in italiano a cura di Pirooz Ebrahimi e Cristina Contilli
Introduzione di Cristina Contilli - 3 euro

La poetessa afghana Nadia Anjuman, morta a soli venticinque anni il 5 novembre 2005, in seguito alle percosse ricevute dal marito, ha continuato a "vivere" attraverso la diffusione su internet di pochi significativi testi, tradotti dal persiano prima in inglese e successivamente in tedesco e in italiano.
A febbraio del 2006 è uscito con una casa editrice di Torino un libro dedicato a Nadia, realizzato con la collaborazione della poetessa vicentina Ines Scarparolo ("Elegia per Nadia Anjuman", Carta e Penna editore) che conteneva i versi di quattordici scrittrici italiane, versi di solidarietà, ma anche di protesta.
Questi versi, pubblicati insieme alla traduzione di quattro poesie di Nadia, nel sito del Centro Studi Ettore Luccini di Padova e nel sito "Segniesensi", dedicato da Alina Rizzi alla scrittura al femminile, sono stati copiati da un blog all'altro ed hanno dimostrato sia l'interesse crescente verso la figura di questa poetessa sia l'inconsistenza del diritto d'autore nell'editoria virtuale.
A distanza di un anno e mezzo dalla morte di Nadia, dopo la presentazione del libro dedicato a lei a Macerata e a Vicenza e dopo l'uscita di altre traduzioni dei suoi testi nel sito "Nazioneindiana" e nella rivista "Nuovi argomenti", è giunto per me il momento di riprendere in mano il lavoro fatto: di tornare, dunque, ad un trafiletto apparso nel "Corriere della sera" del Novembre 2005 ed inviato tramite e-mail ad alcune scrittrici, con cui collaboro, insieme ad un articolo in inglese della giornalista Cristina Lamb ed una poesia dello scrittore iraniano Aashish Ameya intitolata "Elegy for Nadia Anjuman" in cui lei viene definita "Sparrow of cage" (passerotto in una gabbia).
Nell'oggetto dell'e-mail avevo scritto "per riflettere", ma dopo pochi giorni, dalle risposte ricevute, mi sono accorta che la morte di Nadia aveva suscitato in molte scrittrici, non distaccate riflessioni, ma un senso di rabbia, di impotenza, di solidarietà, quasi che la memoria delle ingiustizie subite dalle donne nel corso dei secoli si fosse risvegliata dentro tutte noi e avesse fatto nascere nel profondo del nostro essere l'urgenza di dedicare a Nadia dei versi.
Nel frattempo il fratello della poetessa ha ceduto ad un Archivio di Copenaghen, che raccoglie testi di scrittori iraniani ed afghani, costretti ad andare in esilio oppure morti in circostanze tragiche, i diritti d'autore relativi all'intera produzione poetica di Nadia, costituita da 180 componimenti, raccolti in due libri, pubblicati ad Herat tra il 2005 ed il 2006.
In collaborazione con quest'Archivio esce ora la prima traduzione ufficiale di una scelta delle poesie di Nadia, per dare ai lettori italiani la possibilità di conoscere ed apprezzare in modo più consapevole e completo l'opera di questa poetessa.

Cristina Contilli


PAROLE DELL'ANIMA di Marzia CAROCCI - 12 euro -

Ho sempre pensato che la vita debba essere "ascoltata",ogni istante è degno di attenzione,a volte però ci troviamo a fare i conti con l'altra parte,quella che teniamo al riparo,quella che nascondiamo spesso persino a noi stessi;l'ANIMA,ed è proprio la mia interiorità che in questo libro metto a nudo.
Leggendomi molti penseranno che sono pessimista nei confronti della vita,ma non è così,semmai sono un' osservatrice attenta e non perdo di vista la realtà,come si suole dire, rimango con i piedi per terra.
Mi ritengo una persona felice e malinconica nello stesso tempo,riconosco la mia fortuna negli affetti,ma non dimentico il fine della vita.
Nella mia esistenza ho avuto ed ho l'amore d'un uomo che ho conosciuto a quindici anni ,mi ha sempre tenuto per mano,con lui non ho mai avuto paura, è l'ancora e la certezza della mia vita,i miei figli sono l'aria che respiro,il terreno dove cammino, il cielo dove volo,l'energia del mio vivere,i miei genitori un abbraccio costante,anche se il tempo mi ha rubato mio padre che ancora m'avvolge l'anima con tenerezza.
L'amicizia per me è forza, è una mano nel buio,è una lacrima asciugata,è la consapevolezza di non essere soli.
Questa sono io,certa che esiste il bello,ma consapevole del male e delle brutture, e forse è proprio per questa certezza che non mi faccio abbracciare dall'illusione ,dallo sperare, dal vedere lontano.
Spesso non sento il calore del sole e non vedo i colori,spesso un sorriso muore sulle mie labbra anche se so vedere dove è la luce cercandone il calore. Nonostante tutto,nonostante le mie paure, credo fermamente che della nostra esistenza dobbiamo prenderne il meglio,senza osteggiare nessuno,senza giochi di forza,senza predominare, mai…, lasciamoci accarezzare l'anima dal bello, dal buono, impariamo a guardarci dentro e scopriremo che gli altri sono in noi,basta volerlo,basta accettarlo,saper ascoltare è assorbire la vita e a volte imparare.
Voi che leggerete i miei dubbi umani,i miei sogni, le angosce,che udrete il canto dei miei pensieri, voi che tra le righe vedrete forse voi stessi, ascoltate le PAROLE DELL'ANIMA,sono quelle che non muoiono mai,sono quelle che vibrano e non toccano terra, l'essenza della vita,ciò che resta di noi,le parole dell'anima è musica del cuore.

L'autrice


TORINO È POESIA di Roberto BRUCIAPAGLIA - 15 euro -

Poesie che hanno improvvisamente preso vita dalle immagini di una Torino vista come in un sogno.
Fotografie di Fulvio Ferrero
Roberto Bruciapaglia, nato a Milano vive a Torino dove ha compiuto i suoi studi e si è laureato in ingegneria elettronica presso il Politecnico. Ha fatto l'Assistente universitario, quindi ha lavorato alla Fiat in vari settori strategici.
Si è, in seguito, occupato di consulenza aziendale presso diverse Aziende.
Nel tempo libero si è dedicato alla pittura e alla scultura partecipando a molte mostre collettive. Ultimamente è tornato al suo vecchio amore: la poesia ed i racconti e ha pubblicato il suo primo volume I fiori del sole.
Ha partecipato ad alcuni concorsi letterari e le sue opere sono state premiate con importanti riconoscimenti
Con Carta e Penna Editore ha pubblicato, nel 2005, le sillogi poetiche Un altro domani e Lucciole nel 2006 e il romanzo Torino, un inverno anni '60.
Visita la pagina dell'autore:


FRAMMENTI DI VITA di Mariateresa BIASION MARTINELLI - ISBN: 978-88-89209-79-0 Prezzo: 15,00
Primo Premio Sezione Poesia a Tema Premio Letterario Internazionale Prader Willi - Quarta edizione

Dalla prefazione: "Il libro di Mariateresa Biasion Martinelli, costituito da racconti che sono stati scritti nell'arco degli ultimi dieci, quindici anni, da quando cioè l'autrice ha cominciato a cimentarsi anche nella scrittura in prosa, rappresenta, per questa ragione, l'evoluzione delle sue capacità narrative. Noi infatti conosciamo Mariateresa Biasion Martinelli principalmente come poetessa, e siamo abituati al suo personalissimo stile, capace di evocare emozioni, immagini, sensazioni profonde, semplicemente usando le parole, poche parole, distribuite come solo lei sa fare, in armoniosi versi, trasformandole in canto dell'anima. Il libro si apre e si chiude proprio con una poesia, come se l'autrice avesse voluto aprire e chiudere una parentesi, una sorta di inciso per raccontare di più, per esplicitare maggiormente i contenuti del suo universo interiore che le sono sembrati irraggiungibili con la poesia, e quindi indescrivibili in versi. Mariateresa Biasion Martinelli ha trovato nel racconto una forma espressiva più soddisfacente per rispondere all'urgente desiderio di ricordare lei, la nonna Alceste, alla quale il libro è dedicato, perché nell'intreccio narrativo tra realtà e finzione, la sua storia ne rappresenta il nucleo, la struttura portante.
...
Insomma "Frammenti di vita" è un libro che deve essere prima letto tutto in un fiato, perché afferra il lettore incuriosendolo e commuovendolo, e quasi non si lascia chiudere prima di essere giunti all'ultima pagina, ma che dopo richiede una rilettura più attenta per coglierne i messaggi, i dettagli delle descrizioni, le emozioni nelle loro più profonde sfaccettature. Leggerlo ci confermerà la vocazione dell'autrice non solo verso la poesia, ma per la scrittura in genere, regalandole l'immortalità nel panorama letterario del nostro secolo.

Giuseppina Ranalli
Visita la pagina dell'autrice:


IL FUGGIR DEL TEMPO di Enrico BERGAGLIO - ISBN: 978-88-89209-84-4 Prezzo: 13,00 euro

Amore e morte sono le luci e le ombre che attraversano il testo poetico di Enrico Bergaglio. La commedia umana visto con occhiali addolcito dai ricordi d'infanzia. La tragedia sempre cantata con tenerezza, quasi a limare la durezza del ferro. Tra le righe e i versi scoppiettano qua e là gioiose luci di quell'infinito Carnevale che è il desiderio di bellezza o d'infinito. Pause e riposo pagati a costo elevato che innalzano gli occhi al cielo e accendono al speranza nel buio. E l'amore poi che gira la sua ruota come un mulino a vento. A volte cigola, si ferma per poi riprendere non senza scosse il corso. La vita tutta è accostata con sentimento autentico e malinconico, come un gioco rubato. La speranza è nel futuro , nei piccoli Andrea, Elena , Elisa e Riccardo , fiori ancora in boccio che rallegrano con i loro colori l'autunno degli anni. Il fiume ancora cammina, più lento , un poco più limaccioso, ma la tenebra non ha vinto ancora il sogno racchiuso nei versi dorati. A presto Enrico, torna a scrivere di bianche nuvole sospese nell'azzurro di un cuore di poeta. A presto.

Vilma Viora


I RACCONTI DEL PU di Guido BAVA - 12 euro

Come sia nato questo "PU" proprio non riesco a ricordarlo fatto sta ed è che, ormai sono Zio Pu per i figli delle mie sorelle Alba e Dada, per loro stesse, per mio cognato e per tutti coloro che così vogliano chiamarmi…e. allora mi pare logico presentare questo mio libro di racconti con il titolo maggiormente appropriato: I RACCONTI DEL PU vi si tratta, come è consuetudine nelle mie non impegnative opere di fantasia, di racconti morali che privilegiano sentimenti forse oggi un po' in disuso come se ci se ne dovesse vergognare, trattano di vanagloria, di amicizia, di gratitudine, di confidenza, di pentimento, di solidarietà, di Fede, di amore e rispetto per gli animali e la natura in generale.
Sono pagine di vita soltanto in parte frutto di fantasia, come sarà possibile riscontrare durante la lettura e, se riusciranno a commuovere anche soltanto un poco, avrò raggiunto il mio scopo.

L'Autore
Visita la pagina dell'autore:


I GIALLI DEI LIMONI di Silvio Minieri - 10 euro

Dall'introduzione: "Il protagonista di queste brevi storie è, ad oggi, l'ultimo arrivato tra i commissari di polizia della letteratura italiana di genere "giallo" e da neofita è sicuramente un po' intimidito dalla compagnia illustre, in cui si è venuto a trovare. E' un personaggio abbastanza evanescente, appartiene al Mondo 3 di Popper, ha la stessa consistenza dei disegni animati o delle figurine dei fumetti, forse non esiste, come dice di essere sicuro Eco di tali personaggi (A passo di gambero, p.264), anche se Gadamer afferma la "entità" dei prodotti dello spirito umano. E' verosimilmente uno dei tanti simulacri o idola, che scivolato via dall'esistenza di una sua particolare realtà, si aggirerà per sempre negli infiniti spazi, a dirla con il linguaggio di Epicuro e di Lucrezio, per andare a finire chissà dove. Eppure oggi molti di codesti simulacri vengono captati con frequenza quotidiana dalle potenti antenne televisive e noi li vediamo muoversi sul piccolo schermo di casa: chissà se sono veri (reality) o falsi (fiction)! Dicevo della timidezza del mio commissario: è un giovane, direi un giovanissimo, di carattere riservato, più sognatore che policeman, quasi un poeta con i suoi "gialli dei limoni" di montaliana memoria. Se consideriamo la sua attività, ci rendiamo conto che esordisce con un arresto "spettacolare" abbastanza discutibile, per poi ripiegarsi nell'interiorità di un suo infelice amore. Ma la vita procede e la smorzata luce di nostalgia, la pallida luce lunare, che effonde un chiarore crepuscolare sugli incerti contorni di queste sue vicende un po' illusorie, diventerà presto più vivida, per splendere infine nell'incanto luminoso di un miraggio, al cui fascino il giovane commissario di polizia sembrerà non riuscire più a sottrarsi: Il fascino della luce verde.
Visita la pagina dell'autore:


IL BAMBINO VENUTO DAL CIELO di Roberta LOLLI

Una persona speciale ha attraversato, come un angelo, le nostre vite.
Spesso però ci si dimentica delle persone che con la loro dedizione e la loro rassegnazione silenziosa, hanno fatto sì che queste persone diventino speciali.
E' per questo che ho scritto queste poche righe, per ricordare la dedizione esemplare dei genitori di Emanuele e la rassegnazione e la rinuncia ad un loro abbraccio da parte di Luca, grandissimo fratello; e un po' per tutti noi che l'abbiamo accolto ed amato.
Ho sempre creduto che i numeri fossero in qualche modo legati ad un significato ben preciso e si presentino a noi in momenti ben definiti.
3 è il numero della S. Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo.
7 è il numero perfetto di Dio. Nella Sacra Bibbia è un numero ricorrente: in 7 giorni Dio compie la Creazione, 7 sono i bracci dei candelabri ebrei, la Pentecoste (50 giorni dopo la S. Pasqua ) di fatto sono 7 giorni per 7 volte più uno (Gesù , Figlio di Dio e pieno di Spirito Santo è l'uno in più oltre la perfezione)
7 sono gli anni della sua vita.
Affiancando i due numeri si ha proprio la data di nascita di Emanuele.

3 - 7 - 1998

"Ecco, la Vergine concepirà e partorirà un figlio che sarà chiamato Emmanuele, che significa Dio con noi"

( Matteo 1,23 )


UOMINI E DONNE... SEMPRE PIù SOLI di Gianfranco GREMO - 12 euro

L'autore è nato il 17 ottobre 1947 a Torino. Ama scrivere racconti, poesie e commedie; la sua opera "Nostalgia del presente" è stata più volte replicata con successo in diversi teatri torinesi. Questo è il secondo volume che pubblica con Carta e Penna ed è il proseguimento del primo poiché continua l'escursione dell'autore nel mondo emotivo degli uomini e delle donne. Un mondo affascinante, nonostante quel "sempre più" che tende a colorarlo di pessimismo. Questa volta il suggerimento è di ricavare forza dalle difficoltà relazionali che si incontrano nella vita. Affrontarle per vincerle è il compito di tutti noi.
Visita la pagina personale dell'autore:


Agata Fernandez Motzo, è nata a Trapani il 9 marzo 1927, ha conseguito la laurea in Lettere classiche all'Università di Palermo, è sposata, ha tre figli e un nipotino.Ha dedicato la sua vita alla famiglia, allo studio e alla scuola, dove ha prestato servizio effettivo per quarant'anni come insegnante. Da quando è in pensione può dedicarsi con più disponibilità di tempo al binomio Religione-Poesia. È francescana secolare dal 1950, attualmente nella fraternità Immacolata concezione di Roma. Ha pubblicato finora, in seguito a premiazioni e segnalazioni conseguite in concorsi letterari, su riviste letterarie e antologie; con Carta e Penna Editore ha pubblicato la silloge poetica Una voce divina, quale primo premio del concorso Re Sole bandito da Penna Magica, associazione letteraria di Garbagnate Milanese.
Ha inoltre pubblicato, con Carta e Penna Editore, le raccolte poetiche Il Sacro fuoco e Col nodo più stretto e, tra i quaderni del Convivio, la silloge Misteriosi orizzonti.

Nella divina luce

Il sole splende nel cielo
e la terra s'inebria di luce….
Quando è fasciata di tenebre,
perché ha girato le spalle,
il sole splende ancora,
splende sempre,
ma la terra, che non lo vede, è buia
e anche fredda è allora,
glaciale, a volte,
come la morte,
perché senza luce non c'è vita.
Laddove vedono ancora
il sole splendente
la vita continua a sorridere
a chi s'illumina,
perché la luce è vita.

L'anima che vive nella luce di Dio
splende nel divino Sole
e nella Sua luce gioisce beata,
perché nella divina luce
eterna è la vita
e l'anima eternamente consolata.

Col nodo più stretto

O dolce Fantolino, mio Divino,
ogniqualvolta vedo
fra materne braccia un bambino
in tenero atteggiamento d'amore,
di Te mi sovviene,
piccolo innocente Salvatore,
fra le braccia di Maria.
Ella, Madre immacolata e pia,
Ti allevò con l'affettuosa cura
di ogni comune creatura
e quello che la Madre al Figlio
legava col nodo più stretto era
sublime amore umano e benedetto
per un divino Figlio assai diletto.
Ed ecco la Madre, umilmente,
costrinse con santo rispetto
al primo miracolo il Figlio,
chè nulla poteva negare
di fronte a cotanto affetto.
E quando il Maestro divino
l'acqua tramutò in vino
Gli Sposi furono felici.
O Madre potente di Colui
Che mai potrà negar quel che Tu dici,
fa' che l'anima mia, che ti ringrazia,
nel suo Cuore sia accolta, per divina grazia,
a glorificare in eterno il Creatore,
Che sulla terra Lo mandò pargoletto
e a Te Lo unì col nodo più stretto.


ALI NEL TEMPO di Ermanno CROTTO - 10 €.

Ermanno Crotto è nato a Torino nel 1974 dove vive e lavora. Divide il suo tempo libero tra scrivere poesie, pensieri e l'hobby per la fotografia prediligendo paesaggistica, ritratti, macro. Attivo come cantante (baritono) nel Sunshine Gospel Choir di Torino. E' alla sua prima pubblicazione con Carta e Penna editore.
La poesia che segue è tratta dalla silloge:

Primavera

Nel tuo calore
posso crescere
nel tuo ventre respirare

I semi
nel deserto non crescono
e
nulla valgo
nulla sono
se non un viandante
in cerca di casa.

Nelle tua luce
posso germogliare
o terra
o vita

..nei tuoi occhi
nei tuoi respiri
i miei respiri

Vedo il mio corpo
prendere vita
in te

I miei mattini più caldi
il tuo sorriso più dolce
che
l' arcobaleno
della vita
ingenuamente accoglie

le miei mani
come
l'acqua
la luce
il vento
accarezzano
il tuo volto


IL GRANDE BOSCO di Fiorella REY di VILLAREY

Che cosa vorrà mai comunicare un poeta, oggi? Credo abbia ancora un senso consegnare dei versi ad un libro. Chi li scrive trasmette emozioni,vuol essere un amico che racconta il giorno ,l'eterno, il dolore che ci attornia, tra muri di solitudine e la ricerca del volo. Fiorella, anche lei nel labirinto della vita, alla ricerca di certezze, tra aneliti e realtà, scandisce il suo pensiero con parole alte, di cristallo. La forma essenziale, ove scorre la musica, i contenuti equilibrati, tendenti all'ottimismo,rivelano schiettezza di sentire e capacità di ascolto dell'altro.

Fulvio Ferrero

IL GRANDE BOSCO

Il grande bosco respira
muto e segreto
nell'aria tremula.

Le dita nere delle radici
s'allungano nell'ombra,
affiorano e par che affondino
nella coltre degli aghi.

Le chiome altissime
in cerca di luce
che sfugge all'abbraccio
e penetra in lame dorate,
formando sentieri di sole
nella cattedrale dei pini.

Le colonne brunite dei tronchi
vibrano piano
memoria dell'antico retaggio
di portare le vele maestre
sul mare.

Con passo di danza
un giovane cervo s'avanza
il bianco specchio
luccicante nell'ombra.
Ecco, ha sentito il mio odore.
Dovrebbe fuggire,
come i saggi del branco
gli hanno insegnato.
Si cela soltanto dietro il tronco
e non sa che le orecchie
ne sbucano fuori.

Poi s'allontana con flemma
altero nel silenzio del bosco


Comunicazione Aumentativa Alternativa, Gioele e Io di Susanna Voccia
ISBN: 978-88-89209-74-5 - Prezzo: 12,50 €.

Questo libro fornisce delle indicazioni su come gestire la CAA dall'inizio con un bambino diversamente abile. Gli strumenti utilizzati mi sono stati forniti da diverse logopediste ma anche da altre mamme che come me avevano un bimbo speciale. Altre cose le ho inventate e sperimentate con Gioele. Sicuramente la cosa indispensabile per conseguire risultati è la costanza, la collaborazione con più persone e la fiducia nelle possibilità di mia figlia e nel sistema CAA. Mi rendo conto che ogni bambino è un mondo a se ma forse potrete trovare tra le pagine qualcosa di utile.

Per contatti diretti con l'autrice: e-mail: gioelesusi@tiscali.it - Cellulare: 339.44.76.340

Questo che vi accingete a leggere è un manuale scritto come un racconto di vita vissuta.
Questo che vi accingete a leggere è una relazione su di una esperienza personale.
Questo che vi accingete a leggere è un racconto.
Questo che vi accingete a leggere è tutte e tre le cose insieme, ed è indubbiamente il modo migliore per scrivere su una "cosa" che esula dalla nostra esperienza quotidiana.
L'autrice Susanna Voccia ha trasferito in queste pagine le nozioni di base della Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA), ed il lettore trova tutte quante le nozioni che possono servirgli per apprendere ad usare la CAA con i bambini diversamente abili: è un manuale tecnico. Ma l'autrice ha anche trasferito in queste pagine le sue emozioni, le sue osservazioni, e ci ha parlato della sua vita con Gioele, delle sue speranze, delle sue delusioni, come ha vissuto i suoi successi, di come ha adattato e interpretato la CAA con Gioele: è una relazione sulla sua esperienza personale.
Io però ho letto un racconto, una "novel", un racconto a lieto fine in cui l'eroe non si sa se è Gioele o Susanna, o forse entrambi, ma non importa. A me piacciono i racconti a lieto fine. Questo lo è perché qui ho trovato un messaggio fortemente positivo di speranza e di ottimismo, l'insegnamento che con la volontà e la costanza si possono raggiungere obiettivi che sembrano al di là dell'orizzonte. E se leggendolo divertendomi scopro che contemporaneamente ho imparato qualcosa, bene (ma non è questa la cosa importante).

Prof. Alberto Musso - Pediatra Presidente della Federazione Malattie Rare Infantili
www.malattie-rare.org


LE LACRIME DEL SOLE di Giuseppina IANNELLO SICCARDO
ISBN: 978-88-89209-75-2 - Prezzo: 13 euro

Questo mio libro "Le Lacrime del sole", ha come tema di fondo, la figura umana nella interezza della propria spiritualità. Racchiude altresì, il concetto del rispetto per ogni forma di vita e per ogni espressione della vita stessa articolata secondo un sano equilibrio e rapporto tra spiritualità e materia e, se trovo simpatici, perfino alcuni oggetti, una statuina, una scatola, un bacile, è perché dalla loro fattura, traspare il temperamento artistico e poetico di chi tali opere ha costruito (demiurgo). Nelle "Lacrime del sole", sole auspicato dagli esseri umani, quasi sempre, immagino che il celebre astro, versi una lacrima di commozione, ogni qualvolta, un bambino viene alla luce. Per lacrime intendo anche la rugiada, quella per la quale un giardino appare ancora più incantevole perché baciato dalla luce delle emozioni; ecco perché ros solis, mi è sembrato un titolo appropriato per ciò che io voglio esprimere. In conclusione, il mio libro tratta argomenti autobiografici e non, ma con un contenuto ed una forma che sono il risultato di una sottile fusione tra realtà e fantasia; fusione, anche, tra pianto ed umorismo e, a proposito, riporto alcuni versi:
Che cos'è l'umorismo?
Se non l'altra guancia del pianto,
della solitudine, del silenzio,
un desiderio incoercibile
di sdrammatizzare la vita.
La mia poetica segue le orme di Leopardi, Pascoli, Gozzano, ... Quanto, agli stranieri, credo di avvicinarmi un po' a Prévert. Affermo ciò con grande umiltà. Amo le poesie sia brevi che lunghe, ma è importante per me che la poesia contenga anche la prosa e la prosa contenga la poesia. Sono molto importanti le assonanze, le rime, se vengono: io non le vado a cercare. È molto importante la delicatezza dell'espressione anche nei momenti in cui vorremmo lasciarci trasportare dal turbinio delle nostre irrequietezze. Bisogna essere, però, sinceri. La musicalità deve accompagnare tutto il testo. A mio parere, non è bene tralasciare musicalità e vivacità coloristica che sono il supporto di ogni buon testo. Visita la pagina dell'autrice:


SOGNANDO IN VENTI MINUTI di Paolo BONZO - Prezzo: 8 €.

Il continuo oscillare tra il razionale e l'irrazionale, la realtà e l'irrealtà elementi sempre più vivi e presenti nell'epoca dove sembrerebbe facile poter dare una spiegazione a tutti gli eventi che completano la nostra vita, mi ha indotto a scrivere questo breve libro che vorrei fosse di aiuto a chi avrà la pazienza e la voglia di leggerlo, per meglio comprendere tra gli innumerevoli enigmi che stuzzicano la curiosità umana, uno in particolare con il quale ci troviamo costantemente in diretto rapporto senza preoccuparci della sua importante e entusiasmante naturalità, cioè i sogni.
Intendo riferirmi ai sogni come dire gli incoscienti o forse coscienti fatti di estasi e vagabondaggi dello spirito, di abbandoni e di aspirazioni, di contemplazioni e bisogni emotivi che si avviano nel cervello quando "Morfeo" ci chiude le palpebre e stende sulla nostra vita da svegli una coltre trasparente e leggera.
Il nostro corpo, allora giace inerte appena turbato dal respiro, alla vita attiva, cosciente, subentra per ragioni fisiche la vita incosciente, inattiva. Il corpo riposa ma il centro della vita, il cervello, non rinuncia alla sua attività, costruisce per mezzo delle impressioni sensoriali quelle meravigliose sequenze di momenti che sanno di beatitudine e di dolore, di gioie e di disillusioni, il nostro corpo è quasi immobilizzato, mentre la mente costruisce una vastità enorme di fantasie.
È tutto un mistero che si svolge interno a noi, nell'inerzia completa del sonno, è un gioco di acrobazie, un rincorrersi di fatti e idee dalle più naturali alle più sbalorditive della nostra mente da noi non governata. Si diventa re come accattoni nel giro di pochi attimi si opera, insomma, nella vita dell'incoscienza e tutto pare vero.
Se si potessero isolare i sogni estrarli e ridurli a brevi racconti i sognatori diventerebbero, scommetto, geni ricercati, quindi anche la loro recondita virtù sarebbe un prodigioso fatto naturale.


IL MIO ESSERE VITA di Andrea BERTI - 13 €.

Andrea Berti nasce a Firenze, dove trascorre la propria vita attingendo all'arte poetica, uomo sensibile e fortemente religioso, è dotato di spiccate capacità artistiche ed umane. Già autore di volumi poetici, si cimenta in questo libro aprendo il suo cuore, mettendo a nudo un'anima semplice, liberandosi da ogni inibizione, ci offre così un quadro limpido e traboccante di vissuto. Le sue riflessioni ci regalano emozioni forti e ne comprendiamo tutta la sua interiorità, ciò fa del Berti un uomo di altri tempi, con radici ben radicate al richiamo familiare, al Credo religioso, dove trova rifugio ad ogni suo timore umano, ogni paura sembra scomparire al cospetto di Colui che fa sperare mondi migliori. Il poeta è ben concio della realtà conforme alla natura umana con tutti i suoi drammi ed ostacoli, descrive esperienze personali, stati d'animo, dubbi, il tutto narrato servendosi reminiscenze spesso dolorose, ma sempre guardando avanti, attraverso immagini luminose, senza retoriche o banalità e comunque mai pessimistiche. Attento osservatore del mondo femminile del quale lui ne è curiosamente attratto, nutre per la donna rispetto e considerazione ed ama scrivere i versi in poesie particolarmente romantiche e sentimentali, caratterizzate dalla sensibilità innata del poeta. Questo libro autobiografico è la rivelazione e la riflessione di un uomo che fa i conti con la vita e i suoi misteri, consapevole dei "traguardi" e dei limiti umani persistendo con fiducia e serenità il cammino terreno e ne parla a voce alta, convinto, guardando verso la luce, elargendo anche a noi quella fiducia e fede che a volte lasciamo in ombra, operando nella nostra strada spesso con percorsi e scelte sbagliate. Andrea con la sua semplicità, la sua forza d'animo, ci insegna che non vi è luogo completamente buio: il buio sta in chi non vede.

CAROCCI MARZIA


A SUD DI NESSUNO di Agostino Marano
ISBN: 978-88-89209-78-3 - Prezzo: 8 €.

Agostino Marano è nato a Napoli il 17-03-1942, dove vive e opera. Pittore poeta e scrittore. Scrive poesie da vari anni in napoletano, italiano e francese. Ha preso parte a concorsi di poesia e di pittura estemporanea nei quali ha riportato sempre buoni riconoscimenti. Sette le pubblicazioni, due in napoletano "Addore 'e mare" (ENART 1981), O 83" (P. Dragoti 1983), quattro in italiano: "Delirio" (Flavio Pagano 1986), Piccola guida del Parco di Capodimonte 1992. "Poesie" (Gabrieli Ed. 1997. La pace c'è ancora Esperide 2004 "Ritratti Napoletani" Racconti (Editrice Menna 2007).
L'autore in questa raccolta di racconti colleziona attimi di vita quotidiana, esperienze di vita vissuta e sentimenti veri, guidando il lettore tra le esperienze ch'egli ha vissuto o immaginato.
Per desiderio dell'autore i proventi ricavati dalla vendita di questo volume saranno devoluti a favore dell'Associazione Prader Willi, malattia genetica rara che colpisce un nato ogni 15.000 causando ipotonia, appetito insaziabile, obesità, ritardo mentale, ritardo funzionale, bassa statura negli adulti e problemi comportamentali, legati alla mancanza del senso di sazietà. Questo è uno dei problemi maggiori: il paziente, essendo privo del senso di sazietà, a causa di un'anomalia nel centro che controlla questo stimolo nel cervello, ha un appetito inestinguibile; allo stesso tempo la malattia causa una disfunzione nel metabolismo che riduce notevolmente la capacità dell'organismo di bruciare le calorie assunte. La diagnosi precoce è di primaria importanza in quanto dà la possibilità di intervenire con farmaci e cure affinché, sin dai primi mesi, si possa migliorare la qualità della vita del bimbo e della famiglia.


IN CAMMINO... di Antonio BICCHIERRI
ISBN: 978-88-89209-73-8 - 12 €.

Antonio Bicchierri ha vinto il primo premio nella sezione poesia della quarta edizione del Premio Letterario Internazionale Prader Willi - Anno 2007 - Questo libro è il premio che l'Associazione Carta e Penna, promotrice del concorso, ha messo in palio; la raccolta contiene le prime poesie scritte dall'autore che ha iniziato da poco a cimentarsi nella stesura di versi. Il poeta ha scelto di raccogliere le proprie liriche in diversi capitoli, raggruppandole in base ai contenuti e all'ispirazione che hanno guidato il nascere del verso.
Nella premessa Antonio Bicchierri sostiene che"La vita è passione, sentimento, felicità, dolore, tormento" e nelle sue poesie vi sono questi sentimenti, espressi con versi chiari, semplici e mai banali, utili ad esternare le proprie emozioni.
Leggendo i versi di Antonio Bicchierri si coglie l'attenzione al dettaglio, la riflessione dettata dalla sensibilità del poetare per arrivare a comunicare al lettore i propri convincimenti o dubbi.
L'amore per la propria terra, il duro lavoro del contadino, i grandi e terribili eventi che hanno costellato la storia, diventano argomenti duttili sotto la penna del poeta attento che, con poche pennellate, ritrae un quadro ardente e ricco di sfumature...

Homepage