Luciano Somma è nato a Napoli il 18 Marzo 1940.
Ha iniziato a scrivere poesia all'età di 13 anni. Centinaia i premi ottenuti, numerosissimi primi premi assoluti, per due volte ha conseguito la medaglia d'argento del Presidente della Repubblica. Inserito in moltissime antologie, anche scolastiche,e nella prestigiosa NATI PER LA VITA stampata in Russia dall'edizione Raduca di Mosca dove figurano firme come Quasimodo, Pasolini, Saba, Bevilacqua, De Filippo.
Pubblica, ed ha pubblicato, sui periodici e sui quotidiani più importanti d'Italia,oltre 150 testate giornalistiche hanno ospitato sui articoli o suoi versi. Ha pubblicato anche qualche breve racconto. Dal Mattino di Napoli alla Nazione di Firenze, da Men a Topolino, Intimità, Il Roma, Frate Indovino, La Disfida, Il Pungolo Verde, L'Eco del Popolo, il Club Degli Autori, Brontolo, Miscellanea , Cronaca Filatelica.
Paroliere iscritto alla S.I.A.E. dal 1967 ha all'attivo oltre 500 canzoni edite o incise. Orfano di padre a 14 anni, compiuti studi irregolari, anche se nel 1987 gli fu conferita la LAUREA Honoris Causa in lettere e filosofia per chiari meriti letterari.
Nel 1956 e 1958 è in Francia dove vivevano alcuni zii, fratelli della madre, per cercare lavoro ma poi dopo poco tempo rientra in Italia ed inizia a lavorare come rappresentante di Ricambi ed utensileria per auto nel 1957.
Si fidanza con l'attuale moglie nel 1960 sposandosi nel 1963, ha due figli Sergio e Stefano, oggi di 42 e 40 anni e tre nipoti Luciano Junior di 18, Cristina di 12 ed Andrea di 8.
Nel 1962(a 22 anni) è direttore responsabile di TRIBUNA ARTISTICA, iscritto all'albo dei giornalisti nell'elenco speciale, i primi suoi versi risalgono al 1953 e le prime canzoni al 1956. Si iscrive alla SIAE nel 1967 come autore della parte letteraria (paroliere) estendendo la qualifica di compositore nel 2004.

Svolge dal 1957, appunto, l'attività di rappresentante di componenti per auto, girando anche per un certo periodo oltre che in Campania, Puglia, Calabria, Sicilia, Molise. Nel 1985 l'affianca nel lavoro il figlio Stefano, che attualmente non solo ha ereditato le sue ditte ma ha estesa l'attività. Luciano va in pensionamento nel 2000 e si dedica con maggiore frequenza alla pubblicazione di diversi libri di poesie, ed uno di racconti brevi, più una frenetica attività, che svolge tuttora, come autore di centinaia di canzoni di vario genere.
E' presente in un numero ormai imprecisato di siti, il motore di ricerca Google e similari presenta il suo nome un pò in tutti i siti letterari che contano. Diversi giornali e periodici hanno parlato di lui come del poeta più presente on line.
Dal 1976 al 1990 ha condotto rubriche di poesie e canzoni in diverse emittenti private e Televisive, riscuotendo sempre ottimi consensi con centinaia di telefonate in diretta nelle varie trasmissioni. Per un paio di anni ha collaborato, con rubriche varie, con Tele5 Napoli.
Nel 1984 è stato coordinatore per il tempo libero, per la regione Campania.
Ha partecipato, e partecipa, in veste di giurato, a moltissimi concorsi di poesia e narrativa. ll suo nome figura, tra l'altro, in antologie come: " DIZIONARIO STORICO DEI POETI ITALIANI" - POETICA NAPOLETANA DEL NOVECENTO- LA POESIA A NAPOLI - NATALE NAPULITANO-
Presente dal primo anno nell'AGENDA DEI POETI delle Edizioni OTMA di Milano.
Nell'ottobre del 2005 è stato ospite in Televisione nazionale, secondo canale, nella rubrica NON E' MAI TROPPO TARDI dove ha spiegato come è approdato in internet ed i numerosi vantaggi derivati dalla sua frequenza on line.
È stato inserito nel lavoro letterario della Dott.ssa MARIA ROSARIA CAPASSO, della BIBLIOTECA UNIVERSITARIA DI NAPOLI,  dal titolo: NAPOLI: 2 PASSI TRA I VERSI insieme a questi quattro grandi Maestri: SALVATORE DI GIACOMO- LIBERO BOVIO - RAFFAELE VIVIANI- E.A.MARIO. Il tutto è visibile su: Napoli:due passi tra i versi e Il portale del sud

Visita il blog tenuto dall'autore: Clicca qui ILCANNOCCHIALE.IT

NAPOLI

 

Abbandonata nel tuo lebbrosario,
inchiodata alla croce
d'un lungo calvario,
larva d'un fasto lezioso
avvolta da un tenue sudario,
reietta città.
Con i tuoi occhi di tenebra
eppure respiri
il tuo cuore aritmico
pulsa
mentre intorno le case di latta,
scenario di beffa,
testimoniano,ossario di storia,
l'ignavia di tanti.
Eppure sospiri
e soffri , e non sei masochista,
ed ancora tu canti,
lavori e rattoppi
gli stracci , impregnati di pianto,
di teneri idilli
tessuti tra notti di attese
d'un'alba diversa.


QUASI ALTRAMONTO
dal CALENDARO DI FRATE INDOVINO 1993 Perugia

Ti ho cercato inutilmente
da una vita
nell'aria, nel vento,
nella mano tesa d'un povero,
nel disperato sguardo d'un malato,
nel bene, nel male,
nell'urlo del mare,
o nel silenzio d'una cattedrale.
Forse troppo distratto
dai problemi terreni del niente
che sembravano tutto
non potevo sentirti!
Ora, quasi al tramonto,
al limite dei miei giorni,
vicino al traguardo,
alla frontiera,
ti vedo
nel rigo d'un verso,
ti sento
infinito universo,
immagine senza contorni
ma viva,
luce d'un'alba diversa
che illumini
un cielo già terso.
Sei vita, sei amore,
sei fede, certezza,
sei unico: Dio!

                                                   

Le Opere

 
Raccolte di poesie Musica
 
   
 
Poesie Racconti, pubblicazioni e critica.
 
 

          Articoli di Luciano Somma

 




Una foto "storica"

L'incontro avvenuto nel Giugno del 2005 all'Hotel San Germano di Napoli tra i cantanti internazionali, da sinistra TADDEO SCALICI , che vive in Florida(USA) e che ha inciso il CD AMMORE PE' NAPULE con 7 canzoni napoletane tutte con testi di Luciano Somma, la moglie Janice, il cantante Italo-Australiano PETER CIANI e LUCIANO SOMMA. Con Ciani Somma ha scritto moltissime canzoni napoletane ed inciso molti brani per baby dance e balli di gruppo. Per contattare direttamente l'autore

Homepage