Liliana Rocco nata a Spinazzola (BA) – 1/3/1947, residente a Bresso Via Don Minzoni, 21 – 20091 BRESSO (MI), studi di ragioneria, impiegata per 35 anni all'ENEL; ho un figlio di 30 anni laureato in Ingegneria Informatica.
Fin dai tempi dell'adolescenza la passione per la letteratura e la predisposizione alla scrittura mi hanno spinto ad esprimere i miei pensieri sotto forma di poesie e prosa, che però sono rimasti chiusi nel cassetto. Da qualche anno ho rispolverato il mio sogno dedicandomi alla narrativa.
Libri pubblicati: - Se questo è amore – Editrice Nuovi Autori di Milano
- L'anima strappata - Gabrieli International Editor di Roma (4° classificato al Concorso Internazionale San Fermo della Battaglia marzo 2007)
Ultimamente ho esordito nel campo della poesia con una raccolta di 34 poesie, alcune delle quali hanno ricevuto lusinghieri riconoscimenti a premi letterari.
Mi sono classificata al primo posto al concorso Città di Melegnano con la poesia “Lascia che sia” e al 2° posto al Concorso Internazionale Agenda dei Poeti con “Poesia è...”. Molte altre sono state inserite in prestigiose antologie.
Prossimamente sarà pubblicata una silloge di poesie con la casa editrice Montedit.
Per i navigatori di Carta e Penna ha scelto le poesie che sono state premiate nella quarta edizione del concorso letterario internazionale Prader Willi:

LASCIA CHE SIA

Lascia che sia
l'amore a trafiggere il cuore,
non permettere
all'odio di dimorare in te,
lascia che sia
l'emozione a condurre il destino,
non cedere al rancore
per chiuderti un una prigione,
lascia che sia
il coraggio a esprimere la vita,
non custodire la paura
in balia della notte più scura.
Libera i fantasmi dell'incertezza
affidali al soffio dei venti
che li disperda in piccoli frammenti,
inspira l'aria fresca dell'aurora
che si riversi nei sentieri dell'anima.
Lascia fluire dolcemente
lungo le fibre del corpo
il calore di sentimenti perduti,
abbandona dunque
ogni pensiero molesto
e ascolta soltanto
il mormorio sommesso
che ti esorta a varcare la soglia,
non indugiare oltre
ma disciogli le briglia e
assapora il profumo di libertà,
che alfine ti mostri la strada
nel percorso accidentato del mondo.
Lascia che sia la voce del cuore
l'ultima tua risorsa.


POESIA è..

Pensieri sparsi come foglie al vento
sentimenti che nascono e si consumano
dolci segreti racchiusi in uno scrigno
oscuri malesseri stesi su pagine bianche
pianto sommesso nel profondo dell'anima
fiume sotterraneo che placido scorre nella roccia
fino a sfociare irruento nel mare impetuoso.

Poesia è aprire una breccia sul mondo
rinascere dalla fonte come acqua cristallina
volare su ali di farfalla con la carezza dell'aria
cantare sublimi elegie con voce morbida di sirena
mormorare parole che sfidano barriere invisibili
affidare a chi sa ascoltare piccoli tesori di verità
alimentare oltre ogni confine la fiamma di libertà .

Poesia è superare il muro della diffidenza
corrersi incontro prendendosi per mano
udire il gemito lacerante della solitudine
vedere il chiarore delle stelle fra le tenebre
mistero del creato perso nella notte dei tempi
limite e grandezza del nostro essere mortali
pura espressione di una voce che parla mille voci.


Per contattare direttamente l'autore

Homepage