Il prof. CALOGERO PROFETA ci presenta alcune poesie ispirate dalla sua profonda fede.

FIAMMA CHE PURIFICA

Forse tu
non sai;
conosco
una fiamma
che purifica
più che mai.

Forse a te
sembra strano;
ma è in
questa fiamma
che tutto
diventa vano:
ori, tesori,
dell'uomo
la gloria;
nelle battaglie
la vittoria,
gran ricordo
nella storia.

Invisibile
per tanti,
continua
a bruciare
e riscaldare
il cuor
degli amanti.

Illumina,
consola,
purifica,
ristora;
balsamo
dell'anima
e del cuore.



PLASMA E VA VIA

Come un fiume
dal monte a valle
trascina
gioie e tristezze,
negative esperienze;
nella notte,
false mete.

Macchiate vesti
lava e dà riposo
al pellegrino;
in fondo deterge
e nel cuore
mette il vino.

Plasmando va
forme,
variopinti
colori;
sorprendenti
bellezze,
dei rinati amori.

Da lontano giunge e
soccorre il morente;
con dolcezza sfiora
e va via silente.

In eterei campi
con angeli
passeggia;
su popoli e principi
astri e mondi,
troneggia!



NATALE

Suon di zampogne
e ciaramelle;
fiocchi di neve
e vetrine addobbate
e sempre più belle;
lampadine colorate
lungo il viale,
si fa festa ; è Natale!

Qui nell'androne,
han messo un abete;
nel condominio
quanti presepi!
là, sul balcone,
han posto una stella;
che bel ricordo:
è la Buona Novella!

La storia più bella
che si possa raccontare:
quella di Gesù Bambino
che nacque a Betlemme
per insegnare ad amare!

La storia più importante
da ricordare:
quella del Figliuolo di Dio
che scese dal cielo
per poterci resuscitare!



O ANIMA STANCA

O anima
che nel cammin
sei divenuta stanca,
soffermarti a guardare
cosa ti manca;
soffermarti a guardare
ove il sentier ti porta,
avanti che un giorno
possa tu incontrar la morte.

O anima
che di vita sei bramosa,
ravvediti ; convertiti, spera
in Colui ch'è l'autore
di ogni cosa;
in Colui che dall'alto
assiste a tutto ciò
che nel Suo sen persiste.

O anima
che di lottar sei stanca,
arrenditi;
supplica Iddio,
guarda al Calvario,
chiedi perdono,
abbandona il fardello
e scoprirai ch'è bello
viver quaggiù
per godere poi lassù !



Per contattare direttamente l'autore:Calogero Profeta
Homepage