Gaetano Pizzuto nasce in Sicilia e giunge a Torino piccolissimo dove cresce e vive tuttora. Lavora nel campo artigianale ed intanto si forma una discreta cultura autodidatta.
Ama l'arte in tutte le sue forme ed in particolare coltiva la sua passione per la poesia. Stimolato da amici ed estimatori, anche se un po' in ritardo, decide di far conoscere e condividere con gli altri le sue liriche con risultati molto incoraggianti.
Consegue il 1° premio ed altri riconoscimenti in molti concorsi ed i suoi componimenti vengono recensiti su noti quotidiani, riviste e prestigiose antologie.
Nel 2007 ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie "Tra le onde della nostalgia" edito da Carta e Penna Editore.
Nel 2008 pubblica la seconda raccolta poetica "Il giardino delle chimere".

Ti scrivo

Ti scrivo
ora, quando la vita traccia sentieri, ponti
che la mia essenza non sa attraversare, e
il dolore ha mille spigoli elusi d'ombre,
ora, che il mondo mi ha dimenticato
fra le piazze deserte di questa notte
ed ora, quando l'eco della tua voce
risale per valli di stelle e lascia
nell'anima orme profonde
come l'amore quando è profondo.
Ti scrivo
ora, quando il giardino delle chimere
si ricopre di foglie e la rugiada
s'addorme sui grappoli non colti,
ora, che l'attesa, ebbra d'assenza
passeggia sui marciapiedi del cuore, e
la mia rosa bianca, rubata alla luna, forse
è già appassita fra i tuoi lunghi capelli
ed ora, se pur malato di nostalgia, chiedo
al tempo che passa di non guarire mai più.
Ti scrivo
ora, quando l'estate sembra svanire
con le nuvole, tra foreste di cielo,
ora, che vorrei cadere in abissi d'estasi
e sognare, in questa sera di luci soffuse,
ora, quando una frase si ferma tra le righe
laddove restano momenti per un ricordo,
strade lontane, laggiù, per un ritorno
ed ora, quando le vele del vento s'alzano
sfogliando le pagine delle parole infinite
che non ho mai saputo dirti, ora, ti scrivo.


Notti

Notti
di finestre invisibili appese
ai lampioni mentre stormi di nuvole
passano a tempo di blues
e giungono a confini d'ombre
confuse a foreste di cieli infiniti.
Notti
d'ideologie, passioni e amori
di spray gridati sui muri, frasi
senza risposta, e, le stelle ferite
dal vento scivolano sul mare e sono
cocci di cristallo fra remote onde.
Notti
a rimanere per un attimo ancora
dentro i suoi occhi, ancora un bacio
e una carezza da stringere
fra le dita sino a domani, sapendo
di perdere l'ultimo tram, poi
ritornare lungo città deserte
a passi lenti annusando il silenzio
con l'immagine di lei nell'anima.
Notti
chino, su pentagrammi di nostalgia
a riscrivere brani di vita
e udirne l'eco racchiuso
tra i gherigli del cuore.
Notti
che raccontano di noi,
d'un tempo che scorre sospeso
fra orizzonti di buio
e l'eternità d'un ricordo, quando
al tramontar della luna
il primo riverbero dell'alba
si posa sui limoni ... ed è giorno.


Pensieri

Pensieri
ghirigori senza forma,
pagine strappate dal vento scritte
sul quaderno dei quadrifogli
con l'inchiostro blu del cielo.

Pensieri a ritroso
incagliati nella nostalgia
arenati sul fondo dell'anima
e le ali della giovinezza
brividi del tempo che cercano
la bimba dai lunghi capelli.

Rimpianti, parole non dette
teneri abbracci, sogni,
amori grandi e impossibili
celati tra i viali nebbiosi
coperti di foglie e rugiada.

Pensieri rinchiusi
dentro cassetti che la vita apre
inventandosi un giorno dopo l'altro,
aquiloni a forma di cuore
che volano tra le illusioni.

Pensieri, ora
dalle finestre della luna
e domani .... solo ricordi.


La prima neve

Piume di cristallo,
gocce vestite di nebbia
sui brumosi giardini
stretti fra mura ingiallite
e cancelli chiusi ai pensieri,
grevi sciarade notturne
invereconde come il fato.

La prima neve ritorna
ad imbiancare il silenzio,
il profumo dell'aria riporta
il sapore della nostalgia
e le mete raggiunte
in mille reincarnazioni
sono fiocchi confusi
ad ancestrali lapilli.

Il freddo sul viso
è pungente come un ricordo,
dagli occhi scivolano
diamanti di lacrime,
l'orizzonte ancor più lontano
si dissolve nel crepuscolo
addormentandosi sul mare.


Per contattare direttamente l'autore .

Homepage