GIOVANNI MOSCHELLA è nato ad Atripalda, dedito alla poesia, ha partecipato a varie manifestazioni ed ottenuto la pubblicazione di diverse sue opere in antologie a distribuzione nazionale ed internazionale, tra cui "Le più belle pagine della Letteratura", dove le sue poesie sono presenti insieme a quelle di altri autori contemporanei e del genio della comicità Totò, con le testimonianze critiche e la stima del Presidente della Repubblica, del Papa e di Liliana De Curtis; è presente inoltre nell'antologia ad uso scolastico "Nuove Gemme Letterarie" (Carello Editore), in "Vetrina di Autori Contemporanei", "Autori per la Gloria", "Omnia", edito da Cronache Italiane.
Tra i numerosi riconoscimenti conseguiti citiamo: Diploma d'Onore conferito al premio Internazionale Città di Pomigliano d'Arco (NA), III Premio al Concorso "Avellino in Versi", V Premio alla "Triennale Arte e Pensiero senza frontiere", Diploma di Merito di Artista del Terzo Millennio, Diploma di Merito conferito alla V Edizione del Premio Internazionale Città di Frigento, premio Oscar Estate 2001 conferito dalla Poetessa di fama internazionale Tina Piccolo, Trofeo Ernesto Murolo conferito alla Triennale Napoli nel Mondo, Premio Torri Gemelle, Premio Regione Campania, Premio Bufalino, Premio l'Isola dei Sogni, Premio Lo Scugnizzo del Mediterraneo, Premio Presidenza (assegnato al Premio Internazionale Città di Pomigliano d'Arco), Diploma di Merito conferito dall'Associazione Arte e Cultura di Castel S. Giorgio (SA). Accademico d'onore dell'Accademia Universale Neapolis, dell'Accademia Costantiniana, dell'Accademia del Fiorino di Prato e dell'Accademia Internazionale del Verbano, è stato insignito del titolo di Cavaliere del Fiorino d'Onore.
Della sua attività si sono interessate varie testate giornalistiche tra cui: Il Mattino, Ottopagine, Il Corriere dell'Irpinia, Il Sabato, Il Tecnologo, Brontolo, Poeti nella Società, Miscellanea, Il Convivio. È inoltre presente in Internet al sito www.giovannimoschella.it.
È impegnato in varie Associazioni a scopo umanitario, tra le quali: AIFO (Associazione Italiana Raoul Follerau) che tutela i bambini nel mondo; UAOC (Unione Artisti Operatori Culturali) e DIANOVA, impegnate contro la droga; UNICEF; ACRA (Associazione di Cooperazione Rurale in Africa e America Latina); WWF; AISM; Medici Senza Frontiere (Associazione Internazionale con Programmi di Nutrizione e Assistenza Medica per la Popolazione Afghana); Telefono Azzurro.
Hanno scritto di lui: Tina Piccolo, Gelsomina Napolitano, Fatima De Santo, il critico Vito Cracas, il Cav. Gianni Ianuale e il Cav. Bruno Zinco.

Per i navigatori di Carta e Penna ha scelto le seguenti poesie:

ALL'IMPROVVISO

Silenziosa...
spegni il tuo volto
e non mi guardi più
negli occhi,
tra noi
il tempo si è fermato,
non ci conosciamo più
sembriamo
due mondi lontani
senza meta e colore.
Solo il suono dell'acqua
che sgorga dalla fonte,
irrompe nel silenzio
della nostra casa,
mentre tu
sei più algida della neve,
di quei monti
che osservo dalla finestra,sei di ghiaccio
come taluni occhi
che fissano il vuoto...
e non sai
quanto male mi fai!



LA NOTTE

Silenziosa
come un sipario
è calata la notte
con la sua oscurità
e mentre penso a te,
lascia posto
alla radiosa luce
del giorno.
Immagini fantastiche
e quasi irreali,
si combinano
con i miei pensieri
in spazi illimitati.
Inizia il giorno
e con lui i miei pensieri
sono meno celati,
mi appaiono più nitidi.
La realtà
ha preso il posto
dei miei ricordi.


Homepage