Luisa Lanari: sono nata a Perugia il 12/04/1973 e qui risiedo, mi sono laureata in Economia e Commercio all'Università di Perugia nel 1998.
Ho svolto la professione di Dottore Commercialista, Consulente del Lavoro, Revisore Contabile e attualmente lavoro presso il Comune di Perugia.
Sono sposata da otto anni e ho due bambini meravigliosi, mi diletto nello scrivere: canzoni, poesie, racconti.
Amo molto anche la fotografia, i cani e, naturalmente, leggere libri.

Con lo scritto che si sta presentando, l'autrice vuole raccontare una storia di vita realmente vissuta, in cui la protagonista, Viviana, affronta le difficoltà della vita con grinta e caparbietà. E' lei stessa a presentare i personaggi incontrati lungo il cammino e a descrivere con ferma lucidità le protagoniste della sua vita: "la bestia e la sua compagna", cioè le sue patologie, e tutto quello che ne deriva.
Il romanzo, nella sua drammaticità, vuole essere una voce di speranza per quanti soffrono, un incoraggiamento per il presente e uno sprone per il futuro per chiunque e, perché no, un'esortazione a riflettere per quanti si lamentano anche solo "per uno starnuto".
E', quindi, una sorta di romanzo autobiografico in cui Viviana si racconta e cerca di dipanare il gomitolo interiore della sua sofferenza, per farne un filo di positività da donare a chiunque vorrà leggerla.
La sua non è una storia come tante ma la storia di una donna un po' strana, forse "speciale", una donna unica che vive continuativamente in una "straordinaria follia".
Il romanzo è risultato tra i meritevoli di pubblicazione al concorso "Interrete 2011", per il quale la medesima agenzia ha offerto un contratto gratuito di intermediazione nella ricerca di editore.
È inoltre risultato finalista al Premio "Città di Castello 2011".
L'autrice con un iniziale racconto di circa cinque pagine, con il medesimo titolo, ha ricevuto "Menzione d'Onore" al Premio Letterario Osservatorio – XIII Edizione – anno 2011 e al Concorso Letterario Prader Willi.

Per contattare direttamente l'autrice
Homepage