Paolo Grecchi, nato a Codogno (Lodi) dove risiede tuttora, si è sempre dedicato alla poesia solamente come hobby. Solo da qualche anno le sue opere sono uscite dall'ambito famigliare e di una ristretta cerchia di amici, permettendo così ad una gamma sempre più vasta di persone di conoscerle e di apprezzarle. Il valido livello delle poesie è confermato dai numerosi riconoscimenti ottenuti in diversi concorsi letterari nazionale. È stato pure inserito in un'antologia della collana "Poeti d'oggi" che, tra l'altro, trovasi presso la Biblioteca Nazionale di Roma e presso la Nobelstiftelsen di Stoccolma. Sono poesie profondamente umane e realistiche dalle quali traspare una ricchezza di valori, una varietà di passioni, di sensazioni, il tutto sempre espresso senza ricerche stilistiche o metriche, ma con estrema semplicità e solo per il piacere di scrivere e di trasmettere emozioni.
Con Carta e Penna ha pubblicato le sillogi:
E VIENE LA SERA
VORREI RACCONTARE - Silloge poetica di Paolo Grecchi
ISBN: 978-88-96274-18-7 - Prezzo: 10 euro

Paolo Grecchi con le poesie Capire - Potessi - Nel tempo si è classificato al secondo posto della sezione poesia, della quinta edizione del Premio Letterario Internazionale Prader Willi e questo e-book è il premio che l'Associazione Carta e Penna, promotrice del concorso, ha messo in palio.
Il concorso letterario internazionale Prader Willi è stato bandito dall'Associazione Carta e Penna, al fine di sensibilizzare e far conoscere la Sindrome ad un pubblico sempre più vasto.

PETALI SPARSI
IL GIARDINO DEI SOGNI
 
L'AMORE NON È UN ATTIMO
E TORNA IL SERENO

Per i navigatori di Carta e Penna ha scelto:

L’ATTESA

Come gocce di rugiada
adagiate sui petali di una rosa,
le emozioni, presto, si dissolvono
e sullo specchio del tempo
rimane l’ombra di un sogno,
seducente, ma effimero compagno
di un lungo e tortuoso viaggio
nell’attesa che un raggio di luce
torni a dissolvere la malinconia.


BAGLIORI DI STELLE

A lungo ti ho cercata,
ma, non trovandoti,
l’emozione di incontrarti
si è spenta lenta e silenziosa
lasciando spazio all’inquietudine
incuneatasi tra le pieghe del cuore
orfano della luce del tuo sorriso.
Ti ho cercata,
inutilmente e...
ho graffiato allora l’ombra dei ricordi
e ho rivisto l’incanto del tuo sorriso,
dolce, delicato, senza tempo e...
subito bagliori di stelle
hanno illuminato il buio silenzio.


PORTO MAURIZIO

Il tuo mare,
azzurro come il cielo,
i tuoi colori pastello
che rasserenano l’anima,
i tuoi delicati profumi
che inebriano i pensieri,
la tua brezza leggera,
così discreta e tranquilla,
il tuo paesaggio sempre così dolce
anche nei contrasti,
i tuoi luminosi tramonti
col sole che distende le ombre
oltre la grande cupola,
i tuoi lunghi e stretti carruggi
sempre prodighi di scoperte e...
quando la luce si affievolisce
e tutto tace,
qui,
si smorzano le suggestioni del tempo moderno
e ricupero il senso delle vere emozioni
oggi smarrite
e mi basta un piccolo scorcio di cielo o di mare
per guardare fiducioso all’infinito.


IL TEMPO DELLE BRUME

Quando arriva il tempo delle brume
aspetto che il vento,
profumato di gioia,
spazzi via la foschia del giorno
vissuto tra le fantasie delle ore
che trafiggono il cuore
nell’attesa di una carezza
che solo un timido sogno può dispensare
prima che fugga l’istante nascente
illuminato dalla luce del tuo sorriso
che rischiara il mio orizzonte.