Agata Fernandez Motzo è nata a Trapani il 9/3/1927, ha conseguito la laurea in Lettere classiche all’Università di Palermo e ha dedicato la sua vita alla famiglia, allo studio e alla scuola, dove ha prestato servizio effettivo per quarant’anni come insegnante.
È francescana secolare dal 1950, attualmente nella fraternità “Immacolata Concezione” di Roma.
Ha pubblicato finora, in seguito a premiazioni e segnalazioni conseguite in concorsi letterari, su riviste letterarie e antologie; con Carta e Penna Editore ha pubblicato la silloge poetica Una voce divina, quale primo premio del concorso Re Sole bandito da Penna Magica, associazione letteraria di Garbagnate Milanese.
Ha pubblicato, con Carta e Penna Editore, le raccolte poetiche  Il Sacro Fuoco, Col nodo più stretto, Divina Luce, La civiltà dell’amore, Con ali di libellula, Viaggio, Anch’io ti glorifico, Quasi mistero, La vita è bella? il lungo racconto Cisterne screplate oltre alle raccolte di meditazioni intitolate Dal mistero alla misericordia, Una finestra nell’anima, Mio tutto oltre la morte e Pensieri e scintille.
Tra i quaderni del Convivio la silloge Misteriosi orizzonti. 
Per i navigatori di Carta e Penna ha scelto le seguenti poesie:

DISPERAZIONE

Il sole sorge ogni giorno,
ma c'è chi sotto il sole
vede solo sofferenza e malvagità
e si toglie la vita
per non vedere più il sole.
E il sole, assiduo, sorge ogni giorno…..
E l'orologio segna il divenire……
Oggi può essere uguale a ieri,
ma non a domani,
perché non lo sappiamo.
Perché dunque preferire le tenebre?
L'orologio segna il divenire…..
Le tenebre sono eterne…..
Conviene pazientare e pregare…..
Aspettare e sperare…..
Il sole sorge ogni giorno
e nessuno
conosce il domani.

(da “La vita è bella?)


CHI HA DIO NEL CUORE

Chi ha Dio nel cuore
vive con Dio
e la sua vita è preghiera.
Chi ha Dio nel cuore
con Lui gioisce
con Lui patisce
con Lui opera e spera,
con Lui perdona
con Lui benedice
e tutto quello che fa
a Dio diventa dono
che l'Onnipotente
contraccambia
con lauta Grazia
e col perdono

(da “oltre la morte”)


IL SENSO DELLA VITA

Quando perdi ogni certezza…..
Quando ti abbandona ogni speranza….
Quando ti sembra che niente e nessuno
ti possa liberare dall'angoscia
che ti tormenta……fatti un segno di croce
e pensa che dalla croce
Gesù ti ha salvato……
Abbraccia quindi anche tu la tua croce
con Lui,
e troverai conforto…..perchè
Lui è la certezza,
Lui è la speranza,
con Lui
l'angoscia che ti tormenta
diventa la tua santità,
dall'unione con Lui inizia
il tuo Paradiso
e la sua pace ti conforterà…..
Allora anche la vita avrà un senso,
pur nella sofferenza,
perché per un cristiano
il senso della vita
è…..in Dio la speranza.

(da “La vita è bella?”)


OLTRE LO SCIBILE

A immagine di Dio
tu sei, uomo,
pallida ombra
della Luce
eterna ed infinita,
microscopica scintilla
di quel Roveto Ardente
che Mosè vide sul Monte.
Sei come il fumo
a immagine del fuoco
o la nebbia a immagine del sole
o altro qualsivoglia paradosso
inventar si possa…..
Qualunque paragone
indicare altro non può
che l'umana presunzione.
Eppure tu, pallida ombra,
arrivi a fare
l'incredibile…..
Che sarà dunque Dio,
Creatore dell'Universo,
dell'al di là,
oltre lo scibile,
nel più insondabile mistero
dell'invisibile?
Con quale ardire
pretendi, tu,
pallida ombra,
di indagare il Vero?
Ebbro di umana scienza
tu vorresti togliere il velo
a cotanto Mistero!!!

(da “Oltre la morte” )


Per contattare direttamente l'autrice

Homepage