Selene FAVUZZI è nata a Bari il 18 luglio 1990, dove risiede e frequenta attualmente il Secondo anno del Liceo Classico di Bari.
Nonostante la giovane età è stata più volte premiata per le sue belle poesie.
Ecco alcuni dei riconoscimenti ricevuti:
-Vincitrice del II premio al Concorso Nazionale Biennale “Scrittori in Erba” (I Edizione 2002), con la fiaba “Storia di un seme” pubblicata sulla rivista “Graphie” (anno V numero spec. 03).
-Premiata con la poesia “Attimo” come Finalista al Premio Internazionale di Poesia e Narrativa “Michelangelo” senza limiti d’età, IX Edizione - Settembre 2004.
-Vincitrice del II premio Concorso Letterario Internazionale “Mario Soldati”, indetto dal Centro Pannunzio di Torino, nella categoria Giovani fino a 20 anni. – Ottobre 2004
-Vincitrice del Premio Speciale Chellygrace al Premio Internazionale Albo Ufficiale Poeti Italiani (A.U.P.I) – Ottobre 2004, Milano.
-Vincitrice del concorso di Poesia “Parole in Fuga” indetto dalla Aletti Editore e dalla rivista “Orizzonti” con la poesia “Angeli”, edita nel libro antologico Parole in fuga-libro Blu, e con la poesia “Il treno della vita”, nel libro antologico Parole in fuga-libro Verde. – Dicembre 2004
- Finalista con la poesia “L’isola degli amici persi”, inserita nell’antologia “le più belle poesie del concorso Letterario CLUB DEGLI AUTORI 2004-2005

-Vincitrice del Premio Speciale della Giuria per le poesie: Attimo, Amare la vita, Domani, Il viaggio, L’isola degli amici persi; nella prima edizione del Concorso Nazionale di Poesia “Il Concorso degli ASSI”, I edizione 2004. Indetto da Carta e Penna e Penna d’Autore - Torino - Aprile 2005
- Selezionata con la poesia “Attimo” per la pubblicazione in un’opera antologica con le poesie più belle del 7° Concorso di Poesia “Poetici Orizzonti”, vol. 5, indetto dall’Editore Aletti & la rivista Orizzonti – Maggio 2005
-Vincitrice del PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA, per silloge di poesia inedita, nella 11° edizione del Gran Premio Letterario Europeo dell’A.L.I. Penna d’Autore, Torino. – Maggio 2005
- Selezionata con la poesia “Sussurro”, all’interno della antologia “Verrà il mattino ed avrà un tuo verso” nel Concorso sulle Poesie d’Amore, vol. 2, Aletti Editore. – Maggio 2005
- Selezionata con la poesia “L’albero della vita” all’interno della collana Audiolibri Aletti “Altre sembianze”. – Maggio 2005
- Classificata al terzo posto con la poesia “Filo invisibile”, inserita nell’antologia della I edizione del “Premio Internazionale di Poesia Coluccio Salutati.” Borgo a Buggiano (Pistoia) – Maggio 2005
- Selezionata con la poesia “Cerchio”, all’interno dell’antologia “Poesie del nuovo millennio” vol. 3 nell’ omonimo concorso indetto dalla Aletti Editore. – Giugno 2005
- Premio Speciale della Giuria, al Premio Internazionale di Poesia e Narrativa “Michelangelo” X Edizione con la poesia “Gocce d’autunno”, pubblicata nell’antologia del concorso – Settembre 2005
- Selezionata con la poesia “Sarai”, all’interno dell’antologia “Dedicato a… Poesie per ricordare” Aletti Editore. – Ottobre 2005
- Selezionata con le poesie “Goccia” e “Angeli” all’interno della rivista “Scorpione letterario” n°2 / 2005.
- Vincitrice secondo premio nella categoria giovani fino a 20 anni, del Concorso Letterario “Mario Pannunzio”, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con le poesie “Ricordo” “Orme” e “Sera”. – Novembre 2005
- Selezionata con la poesia “Sei con me” all’interno della antologia “Tra un fiore colto e l’altro donato”vol. III. Edita dalla Aletti Editore. – Dicembre 2005
- Selezionata per la “Antologia dei Poeti Italiani Contemporanei” – Regione Puglia. Edita dalla Aletti Editore nei primi mesi dell’anno 2006
- Vincitrice del 1°PREMIO del Concorso “L’Archivolto” II edizione Sez. Narrativa indetto dall’ASCAR di Genova, con il racconto “La mia storia” – Gennaio 2006
- Selezionata per la “Antologia dei Poeti Italiani Contemporanei” – Regione Puglia. All’interno del volume Calabria Puglia Sicilia. Edita nella collana “Orizzonti” dalla Aletti Editore – Febbraio 2006
- Vincitrice 2° Premio del 10° Concorso Internazionale di Narrativa STORIE di DONNE, sez. “adolescenza da scrivere” FENALC di Salerno, con il racconto “La mia storia” – Marzo 2006


Per i navigatori di Carta e Penna ha scelto alcune poesie:

FRAMMENTO

Gocce che cadono da una cascata,
le emozioni:
formeranno il mare…
E l’arcobaleno nascerà dalla rugiada,
risvegliando il mondo,
illuminando le ombre.
Verso l’alto salgono,
spinte da vibrazioni eteree.
Verso nuvole nel cielo,
preghiera verso il grigio.
Turbine senza fine e senza inizio,
vortice di passioni.
Incontrollabile.
Fuga dalla terra,
corsa in salita,
danza su sé stessi.
Dal basso all’alto,
dalle tenebre all’abbaglio della luce.
Fredda la purezza del cristallo…
sogni di vite passate
riflesse nella trasparenza.
Nulla resta, i sogni passano
come notti e giorni, che cadono.
Un frammento di cielo in te,
cresce, vola, danza.
Come cascata in te
come sole in te,
come vita in te.
Lascialo evaporare nella tua anima,
lascia che riempia il tuo spirito,
lascia che lo porti all’Eternità…


VOGLIO

Voglio vivere, volare, sognare,
esplodere di gioia, correre come ghepardo,
solcare il cielo come l’aquila reale,
splendere come sole, bruciare di vita,
esplodere in mille frammenti dorati ,
cavalcare le nubi cristalline,
resistere alla tempesta come roccia,
vedere il mondo, sperare nel futuro, credere nella vita,
emergere dall’acqua in miliardi di gocce,
avere la fiamma immortale della vita,
come incendio che crea ogni cosa.
Non voglio essere una fra tante,
triste della mia vita,
voglio vivere ogni istante,
gioire e soffrire più di tutti,
amare con più ardore di chiunque,
sentire più di qualsiasi cuore,
viaggiare nell’Universo.
Non voglio vivere all’ombra di un’altra stella,
voglio brillare di luce mia,
essere io a condurre,
scegliere il disco della mia vita,
voglio correre davanti a me stessa,
spingermi oltre i limiti dell’ anima.
E poi dormire per secoli,
milioni, miliardi di anni…
Fino a tornare alla vita
come un vulcano,
come un’onda di maremoto,
come il sole,
come la vita,
come energia che crea il mondo…


PROFUMO D'ORIENTE

Il sole è calato ancora una volta
dietro il mare scuro ed impenetrabile.
La stella polare è già nel cielo,
pronta per guidare marinai della fantasia,
e navi fatte di sussurri
attraverso un oceano sconosciuto.
Alla fine del mondo, molto lontano,
si alzano flebili le prime luci dell'alba;
è un nuovo giorno…
La gelida e pallida aurora
sfiora con soffi leggeri
i rami degli alberi e le tane degli animali,
fino ad arrivare alle case degli uomini.
Anche se tutti dormono, dentro di sé
sentono che la notte è passata,
che anche il tempo delle tenebre è ormai finito,
da lontano arriva lievissimo
un profumo d'Oriente…


FENICE

Una fenice, rossa di fuoco,
attraversa il cielo
sconvolto da fulmini tremendi di tempesta.
Un brivido percorre la valle,
come terremoto nel centro della terra,
arriva lo spaventoso tuono,
che fulmina il piccolo paesino
su quella montagna solitaria,
la città è al buio, l'unica luce
è quella di una fenice che si avvicina
veloce come il lampo, è lì.

Uno squarcio di tenebra,
attraversando la terra,
lacera l'aria pesante come piombo,
fulminandola.
Un cupo suono di sottofondo
si fa lentamente strada
nella terra che trema forte,
era da tanto che non tremava così,
migliaia di migliaia di anni...
Il custode della notte si è risvegliato,
Una frattura si apre,
ingoiando senza pietà
tutto quello che incontra,
divorata essa stessa
da una fame insaziabile...
Quando la fenice apre gli occhi,
l'uomo non è che poco più di
una formica, davanti al fuoco e alla montagna...
Quando la fenice apre gli occhi,
tutto cambia il suo volto...




Con Carta e Penna Editore ha pubblicato la sua opera prima:

SELENE FAVUZZI

Fin da piccola Selene è stata affascinata dai libri e rapita dalle storie.
Ad undici anni la sua prima poesia Fuoco e la sua prima fiaba Storia di un seme. Da lì uno scrigno le si è schiuso, un mondo le si è aperto, con la consapevolezza di avere un dono da partecipare agli altri:
Sono pronta a ricevere il caldo abbraccio
del Dono che ho ricevuto.
Posso guardare nell'infinito...
un battito d'ali, un fruscio,
un soffio del vento primaverile
entrano per sempre nel fantastico
mondo di chi sa sognare...
piccoli attimi di un momento magico.


Questa sua opera raccoglie le prime poesie scritte dai tredici ai quindici anni. Crescendo e vincendo un premio dopo l'altro, il suo amore per la scrittura continua ed attualmente si integra con la passione per il cinema e la sceneggiatura.
Frequenta il liceo classico, è una ragazza semplice ed innamorata della vita pur nella consapevolezza, forse amara ma sicuramente fiera, di essere "diversa" in un mondo di simili. Così si definiva già a quattordici anni in una sua poesia che forse meglio di qualunque altra ne delinea l'identità e la forza:

Sono uno spirito libero, sono uno spirito solo.
Ho bisogno di spazio, ho bisogno di tempo.
Però so volare dove pochi arrivano...
la mia vita è una sfida.
Sono libera come un'aquila,
negli enormi spazi del mondo,
volo da sola sempre più in su...
atterro in picchiata sulle scoscese rupi desolate,
mi calmo e mi consolo,
e poi riparto per un nuovo viaggio,
per una nuova avventura,
per una nuova vita.
I am free like an eagle...




Per contattare direttamente l'autrice:


Homepage