Valter Fascio,nato a Torino nel 1962, città dove risiede, originario di Rivarossa Canavese. Laureato in infermieristica, specializzazione in psichiatria, master forense, già docente a contratto Università Amedeo Avogadro e Università degli Studi Torino, tesoriere nazionale dell'associazione AIOL.
Ha organizzato e presieduto la giuria del Concorso letterario Nazionale “AIOL” edizione 2006/2007/2008.
É stato articolista del mensile Achillea Sanità Notizie di Napoli, editor dell'e-zine internazionale Italialibri. Scrittore e dicitore di testi, consigliere gruppo storico “Rievocando Fruttuaria” di S. Benigno Canavese, socio e guida dell'associazione Amici di Fruttuaria.

Ha collaborato con la redazione di Storiamedievale, per la quale ha pubblicato i saggi: “Arduino d'Ivrea e il regno Italico”, “Adelaide di Susa: una donna alle redini della Marca Arduinica”, “Guglielmo da Volpiano, primo abate dell'Europa”; per la rivista Il Labirinto, gli articoli: “L'abbazia di Fruttuaria. Una storia Millenaria”, “Adelaide di Susa”, “La badessa Libania e il Privilegio Libertatis”.
Le sue poesie - privilegio soprattutto del passato - sono state selezionate e pubblicate dal famoso illustratore e artista Dino Marsan nella prestigiosa galleria d'arte telematica “Impulsesart”.
Ha partecipato come scrittore a eventi letterari nazionali (Ermetya 2006 - Festival della letteratura del Mistero, Brescia; Edi-thon 2008, 2010 e Portici di Carta, Torino) ed internazionali (Fiera Internazionale del libro di Torino, 2006 e 2007), serate letterarie, festival, incontri con l'autore, invitato presso Comuni (Rivarossa, Volpiano, San Benigno, Candelo), scuole, associazioni e altre istituzioni culturali tra cui Università della Terza Età (Cuorgnè, Borgaro, Torino) e il Circolo dei lettori di Palazzo Graneri Torino, ospite a RadioItalia1 nella trasmissione "Dimensione Autore".
Articoli e segnalazioni inerenti la sua attività culturale sono comparsi in quotidiani (La Stampa, Torino Cronaca), settimanali (Il Canavese, Il Risveglio, Il Risveglio Popolare, La Sentinella, Il Biellese), riviste culturali e sociali (Il Labirinto, Il Salotto degli Autori, Impegno per una vita migliore, Scrittinediti, Edizioniemotive, ecc.).
Altre opere sono presenti in diverse Antologie, tra le quali Autori contemporanei - Edi-Thon edizioni Penna d'Autore 2008 e 2010.
Diversi i riconoscimenti letterari, con il recente premio ricevuto al concorso letterario “Re Arduino” 2010.
Ha esordito nel 2005, con il romanzo “GialloBenigno ovvero enigma in luogo di Fruttuaria”, Carta e Penna Editore (finalista Premio letterario L'Autore Firenze Libri 2005); nel 2006 ha pubblicato l'opera seconda, “L'ultimo segreto della Contessa Adelaide” (Menzione d'Onore al Concorso letterario Internazionale Prader Willi 2006); nel 2007 “Alessia e i fantasmi di Fruttuaria” (Nomination e Premio ItaliaMedievale@ 2008); nel 2011, ha pubblicato il suo ultimo romanzo “NeroFruttuaria. Il segreto Delle Lanze” (finalista Premio letterario L'Autore Firenze Libri 2011).



NeroFruttuaria Il segreto Delle Lanze

NeroFruttuaria è la seconda avventura di Valerio Anfossi, il protagonista di Giallo Benigno ovvero enigma in luogo di Fruttuaria.
Un romanzo che inizia con un flashback nel ‘700, rimandando ai giorni nostri. Un noir atipico che fonde il mystery con il poliziesco. Il maresciallo dell’Arma Roberto Tibaldi è investigatore armato più d’ingegno che di muscoli, affiancato da un eclettico infermiere forense.
A.D. 1776 in Piemonte si consumano rivalità religiose e feroci rancori tra il cardinale Carlo Delle Lanze, abate di Fruttuaria, e il potente ordine gesuita. Anche l’eresia giansenista, che ha come maggiore rappresentante Giovanni Amaduzzi e come sede il “Circolo dell’Archetto” in Roma, è più che mai viva. Sorgono dei dubbi, depistaggi, sospetti di devianze dottrinali. Nello stesso tempo Pietro Giannone e i sostenitori del movimento anticlericale avversano la politica del duca Carlo Emanuele III, mentre la Massoneria e la “Società degli Illuminati” sembrano anticipare l’evento del 1789. Due secoli più tardi un bozzetto del pittore Cades viene trafugato da una galleria d’arte. La stessa sorte è riservata ad un enigmatico quadro conservato nell’abbazia di Fruttuaria. Anfossi richiamato in causa per aiutare con riserbo gli investigatori, dovrà mettere a disposizione tutte le sue conoscenze per far luce su un’oscura e complicata vicenda.
Opera finalista Premio “L’Autore” 2011


L'ultimo segreto della Contessa Adelaide - di Valter FASCIO

La chiesa di Canischio custodisce un segreto: secondo la tradizione popolare, la marchesa Adelaide di Susa prima di lasciare la vita terrena ordinò di fondere una campana d'argento, da porsi in cima alla torre. La campana era detta la "Brettona" e recava incisa l'epigrafe "Adelaide me feci". Ma il motivo che nel 1091 spinse all'improvviso uno dei personaggi più in vista di allora a recarsi in una minuscola comunità, fuori dal mondo e sperduta tra le impervie montagne del Canavese, rappresenta tuttora un vero enigma. In questa fuga precipitosa contro il tempo e il fato che inesorabilmente stanno per compiersi si cela il fascino e la magia di una donna straordinaria e di una vicenda irrisolta. Forse d'amore, forse di guerra, o soltanto della fine della vita… A seguirne le tracce e offrirci un viaggio insolito e fantastico nel medioevo, che ha ancora molte cose da raccontare ai cittadini del Terzo Millennio, come si scopre di pari passo allo svolgersi di questa storia, è però lo spirito inquieto di un odierno e misterioso viandante…
Opera tratta dal racconto 2° classificato al Premio Letterario Nazionale "Città di Pinerolo 2005"
Menzione d'onore al Concorso Letterario Internazionale "Prader Willi 2006"

RECENSIONI AL LIBRO E INTERVISTE ALL'AUTORE

Il libro è segnalato al sito del Ministero Beni Culturali Nel comune di Candelo, nell'ambito della manifestazione "Sapor di Medioevo" sarà presentato, il 22 aprile 2007, il romanzo "L'ultimo segreto della contessa Adelaide"

Recensione di Cattia Salto, Presidente Ass.ne L'Ontano - Biblioteca Medievale

Il libro è stato presentato su Il Risveglio Popolare del primo dicembre 2006

sul settimanale
Il Canavese, edizione Basso canavese, del primo dicembre 2006

e al sito dell'Associazione Infermierionline
da Serena Orlando

Il libro è stato anche segnalato su:
E-Magazine Jugo
Associazione Culturale Italia Medievale




Siamo nel 1015, e nel luogo dove sorge l'abbazia di Fruttuaria, la “Cluny del Piemonte”, un monaco e un re intrecciano le loro storie.
Un fatto accaduto secoli prima, un inaspettato ritrovamento avvenuto dopo una recente campagna di scavi archeologici, e soprattutto una figura misteriosa che sembra essere uscita improvvisamente dalla notte dei tempi apposta per colpire…
Reale ed al tempo stesso immaginaria irromperà nella vita dei personaggi del romanzo, e nella loro tranquilla routine di provincia, seminando la paura e il sospetto. Seguire i complessi percorsi della mente umana e trovare la chiave per risolvere quest'incredibile enigma sarà compito del maresciallo Tibaldi, esperto investigatore, e dell'infermiere Anfossi, cultore di storia medioevale…
Un giallo ricco di deduzioni, elettrizzante e atipico, che porta il lettore indietro nel tempo fino al Mille.

Opera finalista al Premio letterario editoriale “L'Autore” 2005

RECENSIONI AL LIBRO E INTERVISTE ALL'AUTORE

Rivista del Comune VolpianoNotizie n° 5 dicembre 2008, pag. 20 e 21

Il libro è stato presentato il 15 settembre 2006 al Castello di Padernello (BS), nell'ambito di ERMETYA, festival del mistero
Intervista all'autore su "Il giornale internet delle scuole medie italiane" firmato da Vane&Simo.
Intervista all'autore su "Il giornale Internet della scuole medie italiane", firmato da Marti,Kia e Grazi
.

Racconti canavesani - GialloBenigno: il libro di Fascio: recensione su Il Canavese, settimanale di informazione, politica, cultura e sport. N. 15 del 14 aprile 2006 a firma di Gloria Maggioni.

Il libro è stato presentato sul quotidiano TORINO CRONACA del 20 dicembre 2005 dal giornalista Gerardo Mirarchi. Vai all'articolo

Recensione sul settimanale IL RISVEGLIO del 30 marzo 2006 dalla giornalista Alessandra Degl'Innocenti. Vai All'articolo

Recensione sul settimanale IL CANAVESE n. 49 del 23 dicembre 2005, a firma della sig.ra Cristina Fontana dal titolo: "Fruttuaria diventa un giallo"

Recensione sul settimanale Il Risveglio popolare, n° 48 del 23.12.2005, a firma del Prof. Marco Notario, dal titolo: "Nuovo thriller in salsa... Fruttuariense GIALLO BENIGNO"

Recensione sul bisettimanale LA SENTINELLA DEL CANAVESE, n° 13 del 16.02.2006 a firma di Silvia Alberti, dal titolo: "Fruttuaria, passato e presente nel romanzo GialloBenigno".

Recensione sul settimanale IL RISVEGLIO, del 13 aprile 2006.


Sono disponibili le recensioni sui siti:

A cura di Maurizio Calì, de Associazione Culturale Italia Medievale"

Rievocando Fruttuaria

www.italialibri.org

www.infermierionline.net

www.trillermagazine.it

GUIDE SUPEREVA

Il libro è segnalato su:

Delitti Esemplari - Libreria online -
Sherlockmagazine - Il giornale del giallo -

Ministero dei Beni Culturali

BIBLIOTECA MEDIEVALE

Alessia e i fantasmi di Fruttuaria è stato scritto a quattro mani da Valter e Alessia Fascio: padre e figlia (giovanissima!) appassionati di storia medievale, si sono cimentati nel raccontare una fiaba, adatta a bimbi ma simpatica anche per i più grandi.
Questo libro si è classificato al primo posto (sez. editoria) al prestigioso @Premio ItaliaMedievale - quinta edizione 2008
Quest'ultimo risultato credo veramente sia anche di particolare soddisfazione per Carta e Penna, in quando il Premio suddetto gode dell'alto patrocinio della "Presidenza della Repubblica".

Per contattare direttamente l'autore:

 


Homepage