Stefano Beccacece: sono nato il 4/6/1985 e frequento la Facoltà di Lettere presso l'università di Torino. Mi dedico alla scrittura di poesie dal 2003 e dal 2004 partecipo a vari concorsi letterari ottenendo qualche riconoscimento di merito.
Nel 2006 è uscita la mia prima raccolta poetica pubblicata dalla Ibiskos di Alessandra Ulivieri intitolata “Cielo stellato”.
Grazie a questo primo volume ho potuto partecipare come autore alla Fiera del libro di Torino del 2006.
A giugno del 2010, grazie alla casa editrice Montedit , è uscito il mio secondo libro intitolato “La nostra libertà”.
Da poco tempo mi dedico a qualche esperimento in forma narrativa di genere prevalentemente umoristico. Tra i sogni che ho nel cassetto c'è quello di portare a termine e pubblicare un romanzo.

Per gli autori di Carta e Penna ho scelto:

Ricordami

Ricordami
come un aspirante eroe
condannato al rango
di fragile mortale.
Ricordami come un soldato
che ha fronteggiato nemici
dall'imprecisata identità.
Ricordami
come un romantico sognatore,
un appassionato sostenitore
di mille battaglie andate in fumo.
Ricordami
come un tuo spasimante
ubriaco di poesia.

(2 ottobre 2007)


L'incontro

L'incontro con te
è stato come una carezza
e non ho potuto evitare
di essere catturato
dalla tua tenerezza.
Ora mi trovo spiazzato,
spogliato di ogni ragione,
privato di ogni possibile obiezione.
È stato incantevole esserti vicino,
mi ha dato pace quella situazione.
Tu sai trasformare
gli spigoli e le asperità
in nuove porte da aprire,
in opportunità.
Tu sei l'unica debolezza
in grado di donare forza.

(2 settembre 2010)


Per contattare direttamente l'autore

Homepage